Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The Walking Dead vol. 6

Questa vita dolorosa

Di ,,

Editore: SaldaPress

4.3
(329)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 144 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8888435344 | Isbn-13: 9788888435343 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Andrea Toscani

Genere: Comics & Graphic Novels , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace The Walking Dead vol. 6?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Separati dagli altri, prigionieri di un sadico "Governatore" che vuole costringerli a rivelare l'ubicazione della loro nuova casa, Rick, Glenn e Michonne dovranno aggrapparsi a ogni affilato frammento di loro stessi per resistere al buio ed essere in grado di risalire il pozzo oscuro in cui sono precipitati. "Questa vita dolorosa" è il sesto volume dell'odissea di orrore e sopravvivenza ideata da Robert Kirkman e resa sulla pagina da Charlie Adlard e Cliff Rathburn. In una terra desolata in cui la società precipita al grado zero e l'umano, per non soccombere, deve ancora una volta aggrapparsi alla propria capacità di adattamento.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Le intenzioni di Kirkman...

    In questo numero Kirkman voleva forse farci capire che Michonne ha qualche "piccolo" problema? Beh direi che c'è riuscito pienamente!

    ha scritto il 

  • 4

    The Walking Dead Volume 6: Questa vita dolorosa

    2. Volume in strettissimo contatto con il terrificante (nel senso di spaventoso) volume precedente, Rick, Glenn e Michonne dovranno trovare un modo per fuggire dal Governatore a la sua città di pazzi, l'espediente arriva dal personaggio della prima splash page iniziale, Martinez, il colpo di scen ...continua

    2. Volume in strettissimo contatto con il terrificante (nel senso di spaventoso) volume precedente, Rick, Glenn e Michonne dovranno trovare un modo per fuggire dal Governatore a la sua città di pazzi, l'espediente arriva dal personaggio della prima splash page iniziale, Martinez, il colpo di scena che ruota intorno a lui non è del tutto innovativo, anzi, visto come vivono i personaggi, fidarsi di pochi è meglio... quindi questo volume resta quello meno efficace di quelli letti fin 'ora, pur avendo tutti i pro della serie, ha la sfortuna (fossero tutte così le sfortune ) di far muovere i personaggi sulla schacchiera e di prepararli alle future sfide, per non dire drammi che ci saranno.

    Rick deve imparare a convivere con il danno subito, Gleen cerca di riprendersi, ma è Michonne la vera protagonista, e visto l'orrore che ha subito nel volume precedente, ora è il suo momento di vendicarsi...e lo fa

    In una serie di pagine la ragazza tira letteralmente fuori il peggio di se, sono le scene più toste del volume, quelle che restano in testa, un pò come la doppia splash page del ritorno alla prigione...Kirkman ci mette il ubbio sul destino del Governatore, secondo me tornerà è troppo bastardo per non farlo.

    Numero di passaggio quindi, intenso e cattivo in almeno 2/3 momenti, quindi resta di livello medio alto, specialmente per i prossimo numeri che sarnno tosti già lo so...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Disturbante

    Disturbante è la parola giusta per descrivere questo numero.


    Rick,Glenn e Michonne assieme ad Alice e al Dr. Stevens vengono fatti fuggire da Woodbury da Martinez. Michonne rifiuta la fuga per vendicarsi del governatore in quella che è senza dubbio la scena piu cruda e violenta del fumetto ...continua

    Disturbante è la parola giusta per descrivere questo numero.

    Rick,Glenn e Michonne assieme ad Alice e al Dr. Stevens vengono fatti fuggire da Woodbury da Martinez. Michonne rifiuta la fuga per vendicarsi del governatore in quella che è senza dubbio la scena piu cruda e violenta del fumetto fino a questo punto (e forse anche dopo).

    Al carcere scoprono il doppio gioco di Martinez che scappa per avvisare gli abitanti di Woodbury del carcere ma viene ucciso da Rick. Ma le sue intenzioni erano buone o cattive? Avrebbe condotto lì il Governatore o solo la gente innocente di Woodbury?

    Il confine tra buoni e cattivi si fà sempre piu invisibile. E anche le giustificazioni degli omicidi. Il nemico non è lo zombie ma chi è assieme a te.

    Grandissimo numero, forse il migliore fino ad ora. Menzione per la donna che contesta il Governatore al combattimento nell'arena. Un perfetto esempio di ipocrisia

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Numero in cui il confine tra buoni e cattivi si fa sempre più labile, in cui i buoni uccidono un tizio che li aveva "traditi" solo per permettere a gente innocente, ormai privi della guida del Governatore grazie a Sollievo Scrotale in assetto di vendetta, di vivere al sicuro nel Carcere. Naturalm ...continua

    Numero in cui il confine tra buoni e cattivi si fa sempre più labile, in cui i buoni uccidono un tizio che li aveva "traditi" solo per permettere a gente innocente, ormai privi della guida del Governatore grazie a Sollievo Scrotale in assetto di vendetta, di vivere al sicuro nel Carcere. Naturalmente il personaggio che mi piaceva di più, il dottore che cura Rick, fa la fine del sorcio a un passo dalla salvezza, per permettere all'ennesima gnocchina, la sua assistente che somiglia in maniera in quietante a Lara Croft, di entrare in scena e mostrare un po' di tette giusto in tempo per il parto di Lori. Ma è questione di tempo prima che l'arroccamento del governatore tenti una sortita, e i nostri si prepareranno allo scontro.

    La mia perplessità di fondo è come facciano queste donne ad avere capelli così in ordine dopo che probabilmente no nsi lavano per giorni quando a me basta una notte a letto in stato influenzale per ridurre la chioma a un toupè da 1 euro!

    ha scritto il 

  • 5

    La trama ruota intorno a una vera e propria odissea, quella dell’agente di polizia Grimes che, al risveglio dal coma, si trova in un mondo infestato dagli zombi. Già dal primo numero si unisce a un gruppo di sopravvissuti e a loro lega il proprio destino, nella lotta quotidiana della vita contro ...continua

    La trama ruota intorno a una vera e propria odissea, quella dell’agente di polizia Grimes che, al risveglio dal coma, si trova in un mondo infestato dagli zombi. Già dal primo numero si unisce a un gruppo di sopravvissuti e a loro lega il proprio destino, nella lotta quotidiana della vita contro la non-morte. Nonostante il pretesto esile, le avventure di Grimes sono di uno spessore notevole. Il successo della serie, in buona sostanza, è meritato e le ragioni non dipendono solo dall’ambientazione, dallo sviluppo del plot e dalla grande attenzione rivolta alla psicologia dei personaggi. C’è sicuramente altro, delle peculiarità che forse non balzano subito agli occhi del lettore.

    Continua su Next-Station: http://www.next-station.org/fe-art-d.php?_i=205

    ha scritto il 

  • 4

    Sempre un grande esempio di sceneggiatura

    Episodio più interlocutorio dei precedenti.
    Non mancano comunque i momenti forti, sia sul piano delle emozioni, sia su quello della violenza.
    L'attenzione al realismo ed alla verosimiglianza è sempre altissima, soprattutto nella gestione dei dialoghi, esemplari. Molti sceneggiatori de ...continua

    Episodio più interlocutorio dei precedenti.
    Non mancano comunque i momenti forti, sia sul piano delle emozioni, sia su quello della violenza.
    L'attenzione al realismo ed alla verosimiglianza è sempre altissima, soprattutto nella gestione dei dialoghi, esemplari. Molti sceneggiatori del cinema hollywoodiano dovrebbero imparare da Kirkman cosa far dire ai loro personaggi.

    ha scritto il