The Weekend

By

Publisher: Picador USA

3.7
(519)

Language: English | Number of Pages: 193 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , German , Japanese , Italian

Isbn-10: 0312428707 | Isbn-13: 9780312428709 | Publish date: 

Also available as: Hardcover

Category: Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Do you like The Weekend ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
there's a difference between four and five. Four is intimate, and five isn't.
Everyone knows that." "I don't," said John. "I really don't see the problem. ...
Sorting by
  • 3

    Indubbiamente Cameron scrive bene. Ha una sua vena poetica, cesella le frasi come piccoli quadri che ti sembra di vedere davanti agli occhi. A volte anche di sentire i profumi delle scene descritte. M ...continue

    Indubbiamente Cameron scrive bene. Ha una sua vena poetica, cesella le frasi come piccoli quadri che ti sembra di vedere davanti agli occhi. A volte anche di sentire i profumi delle scene descritte. Ma questo romanzo mi ha messo un po' di tristezza. Ed è come se mancasse qualcosa, come se fosse il prologo di una storia più lunga, per questo non mi ha soddisfatto pienamente.

    said on 

  • 5

    un libro di Cameron

    Come tutti i libri di Cameron, si legge un frammento di vite diverse che si incontrano. Apparentemente semplice, quasi banale, ma ogni frase gocciola di malinconia e intensità. Mi commuovo a leggere i ...continue

    Come tutti i libri di Cameron, si legge un frammento di vite diverse che si incontrano. Apparentemente semplice, quasi banale, ma ogni frase gocciola di malinconia e intensità. Mi commuovo a leggere i suoi libri.

    said on 

  • 3

    Bello e collaudato.

    Dai romanzi di Cameron sai sempre cosa aspettarti: dialoghi acuti, ambienti raffinati, personaggi intelligenti, psicologie a confronto, atmosfere carezzevoli e quel pizzico di anticonformismo che tien ...continue

    Dai romanzi di Cameron sai sempre cosa aspettarti: dialoghi acuti, ambienti raffinati, personaggi intelligenti, psicologie a confronto, atmosfere carezzevoli e quel pizzico di anticonformismo che tiene lontano un certo odore di stantio.
    Alla fine pensiamo di aver capito qualcosa in più delle persone, delle relazioni e di noi stessi. E tutto sembra funzionare a dovere, ad uno stimolo corrisponde una risposta determinata, finemente meditata e articolata, tutti sanno quel che pensano gli altri e - da buoni americani - stanno attenti a non calpestarne i sentimenti, seppur inevitabilmente non riusciranno a evitarlo.
    La narrazione si regge su quest'equilibro, a tratti incerto, spesso rassicurante. E questo ci conforta, ci fa sentire bene, avvolti nella bellezza del vivere, sospesi in una bolla di sentimenti perfetti a osservare l'aprirsi di nuove crepe.
    Mai poi il libro finisce e, tutto sommato, è meglio così. Il mondo è pieno di scrittori che sanno osare e Peter Cameron purtroppo non è tra questi.

    said on 

  • 4

    Scorrevolissimo

    Terzo libro di Cameron in meno di sei mesi. Lo metterei a poche lunghezze da ANDORRA che dei tre rimane il migliore. Bello perché la sua struttura sa molto di testo teatrale ; perché la sua struttur ...continue

    Terzo libro di Cameron in meno di sei mesi. Lo metterei a poche lunghezze da ANDORRA che dei tre rimane il migliore. Bello perché la sua struttura sa molto di testo teatrale ; perché la sua struttura è un andirivieni di flash back e presente; ma soprattutto perché espone una verosimile gamma di ipocrisie riscontrabili nei rapporti umani,
    Non sottovalutate questo libro, solo perché consta di 170 pagine: è piccolo ma potente...

    said on 

  • 3

    Un po' lento e prevedibile.
    Però non vuol per forza dire che siano difetti.
    Per esempio il sesso anche quando è lento e prevedibile, ha comunque il suo perché.

    said on 

  • 3

    Un insolito weekend

    In questo romanzo breve ci addentriamo nel weekend di John e Marian e di Lyle e Robert, due coppie diverse che si incontrano nella villa in campagna dei primi, e si scoprirà il legame che univa Lyle a ...continue

    In questo romanzo breve ci addentriamo nel weekend di John e Marian e di Lyle e Robert, due coppie diverse che si incontrano nella villa in campagna dei primi, e si scoprirà il legame che univa Lyle ai due coniugi e le imprevedibili (e traumatiche) conseguenze che la presenza di Robert porterà soprattutto a Lyle e Marian, visto che la figura del defunto Tony, ex compagno di Lyle, continua ad essere presente se non il protagonista dell'intera storia.

    said on 

  • 4

    Tre stelle e mezza

    Cameron ha il talento di cogliere, tramite la sua penna, impercettibili atteggiamenti umani che rendono i suoi libri colmi di un'immobilità ricca di tensione. Quella sera dorata, però, mi ha fatto sen ...continue

    Cameron ha il talento di cogliere, tramite la sua penna, impercettibili atteggiamenti umani che rendono i suoi libri colmi di un'immobilità ricca di tensione. Quella sera dorata, però, mi ha fatto sentire su questa giostra di tensione che ti preannuncia un magnifico vuoto d'aria per poi lasciarti fermo e deluso per la promessa rotta.
    Ho iniziato la lettura de Il weekend più consapevole di questa caratteristica, sicuramente voluta, dei romanzi dell'autore e sono riuscito ad apprezzare di più quello che ho trovato tra le pagine, piuttosto che rimanerci male per aspettative personali deluse.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Scrittura minimalista

    E' un romanzo breve intenso, incentrato sui temi dell'amicizia e dell'amore. C'è molto dialogo ma le descrizioni e le azioni sono efficaci. I personaggi sono ben caratterizzati e sono tutti molto frag ...continue

    E' un romanzo breve intenso, incentrato sui temi dell'amicizia e dell'amore. C'è molto dialogo ma le descrizioni e le azioni sono efficaci. I personaggi sono ben caratterizzati e sono tutti molto fragili, si sforzano di passare un weekend in serenità ma non ci riescono. Non c'è un'atmosfera drammatica ma di tristezza, e il sentimento che sembra prevalere è l'incomprensione reciproca. Meschinità e piccolezze umane si disperdono di fronte alla potenza della natura e alla consapevolezza della morte. Il personaggio di Robert, pittore ventiquattrenne di origini indiane, è il catalizzatore della novità e di un rinnovamento del lutto e nel lutto.

    said on 

Sorting by