Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The World According to Garp

(Modern Library)

By John Irving

(17)

| Hardcover | 9780679603061

Like The World According to Garp ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

                                          Continue

                                          


The World According to Garp is a comic  and compassionate coming-of-age novel that established John Irving as one of the most imaginative writers of his generation. A worldwide bestseller
since its publication in 1978, Irving's classic is filled with stories inside stories about the life and times of T. S. Garp, novelist and bastard son of Jenny Fields--a feminist leader ahead of her time. Beyond that, The World According to Garp virtually defies
synopsis.
----"Nothing in contemporary fiction matches it," said critic Terrence Des Pres. "Irving's blend of gravity and play is unique, audacious, almost blasphemous. . . . Friendship, marriage and family are his primary themes, but at that blundering level of life where mishap and folly--something close to joyful malice--perpetually intrude and disrupt, often fatally. Life, in Irving's fiction, is always under siege." Time magazine commented: "Irving's popularity is not hard to understand. His world is really the world according to nearly everyone."
----This Modern Library edition includes a new Introduction by the author.

The Modern Library has played a significant role in American cultural life for the better part of a century. The series was founded in 1917 by the publishers Boni and Liveright and eight years later acquired by Bennett Cerf and Donald Klopfer. It provided the foundation for their next publishing venture, Random House. The Modern Library has been a staple of the American book trade, providing readers with affordable hardbound editons of impor-tant works of literature and thought. For the Modern Library's seventy-fifth anniversary, Random House
redesigned the series, restoring
as its emblem the running torchbearer created by Lucian Bernhard in 1925 and refurbishing jackets, bindings, and type, as well as inaugurating a new program of selecting titles. The Modern Library continues to provide the world's best books, at the best prices.

256 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Inizialmente ho trovato questo romanzo interessante, ha stimolato cioè la mia curiosità, ma poi pagina dopo pagina è diventato sempre più assurdo e paradossale, con la pretesa di essere realistico senza però riuscirci. A tratti è grottesco, a tratti ...(continue)

    Inizialmente ho trovato questo romanzo interessante, ha stimolato cioè la mia curiosità, ma poi pagina dopo pagina è diventato sempre più assurdo e paradossale, con la pretesa di essere realistico senza però riuscirci. A tratti è grottesco, a tratti autoreferenziale (che noia uno scrittore che parla di uno scrittore e che ci rifila infinite pagine di romanzi nel romanzo di cui francamente non si sentiva il bisogno!); è troppo prolisso e soprattutto monotematico, perché va bene parlare di tematiche collegate al sesso, ma far girare praticamente tutto il romanzo intorno a questo alla lunga stanca. Ci sono parti che scorrono più facilmente, ma devo dire che in molti punti durante la lettura mi sono terribilmente annoiata. E poi il finale mi è sembrato proprio raffazzonato, come un compitino (noioso pure questo) buttato là giusto per chiudere il cerchio.

    Is this helpful?

    Meba85 said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non il mio tipo

    1. Non mi piacciono i libri che parlano di scrittura e autoreferenziali e questo lo è
    2. Non mi piacciono i libri che narrano di interminabili saghe familiari e questo lo è
    3. Il libro cerca di essere realistico ma a tratti è completamente scollegato ...(continue)

    1. Non mi piacciono i libri che parlano di scrittura e autoreferenziali e questo lo è
    2. Non mi piacciono i libri che narrano di interminabili saghe familiari e questo lo è
    3. Il libro cerca di essere realistico ma a tratti è completamente scollegato dalla realtà
    4. Si percepisce comunque la densità, la pesantezza e comunque la maestria nella scrittura dell'autore

    Is this helpful?

    Roby1004 said on Jul 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    << Sono Un Medico Che Cura Solo Casi Disperati >>

    << Hanno cercato di confondere anche me sai >> disse Roberta
    << Quando mi accingevo oramai prossimo all’operazione, cercavano di dissuadermi "Fatti Frocio"! mi dicevano; se vuoi gli uomini te li puoi prendere così come sei. Se inve ...(continue)

    << Hanno cercato di confondere anche me sai >> disse Roberta
    << Quando mi accingevo oramai prossimo all’operazione, cercavano di dissuadermi "Fatti Frocio"! mi dicevano; se vuoi gli uomini te li puoi prendere così come sei. Se invece diventi donna si approfitteranno di te >>

    Mi è piaciuto..

    Is this helpful?

    John Dispitto said on Jul 3, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il primo John Irving che leggo.

    L'impressione che ho avuto è quella di un grandissimo narratore e prosatore, abilissimo nel bilanciare ironia e tragedia in un romanzo che racconta un'America senz'altro meno nota al lettore italiano ed europeo; un r ...(continue)

    Il primo John Irving che leggo.

    L'impressione che ho avuto è quella di un grandissimo narratore e prosatore, abilissimo nel bilanciare ironia e tragedia in un romanzo che racconta un'America senz'altro meno nota al lettore italiano ed europeo; un romanzo sulla perdita, ma incentrato anche sulla forza stessa del raccontare, dove talvolta il surreale e il grottesco si uniscono a un realismo quasi spietato ma mai davvero gratuito, né tanto meno patetico.

    Avvincente e scorrevolissimo, cinquecento pagine che volano via come nulla.

    Is this helpful?

    Marco Renzi [costello89] said on Jun 28, 2014 | Add your feedback

  • 24 people find this helpful

    Sushi&Sesso

    Sono un patito del sushi, ne potrei mangiare fino a scoppiarne. Ma sono anche certo che, se dovesse mai capitarmi di rimpinzarmi di sushi per svariati giorni di fila, pranzo e cena, inizierei a desiderare una braciolina impanata o una pizza al prosc ...(continue)

    Sono un patito del sushi, ne potrei mangiare fino a scoppiarne. Ma sono anche certo che, se dovesse mai capitarmi di rimpinzarmi di sushi per svariati giorni di fila, pranzo e cena, inizierei a desiderare una braciolina impanata o una pizza al prosciutto. Mi piace anche il sesso e leggere di sesso, ma non mi va di leggerne in continuazione. Come si sa il troppo stroppia. Se tiri troppo la corda si spezza e così via. §Il mondo secondo Garp§ nelle sue 511 pagine è permeato di sesso dall'inizio alla fine. Jenny Fields, madre di Garp, entra in scena ad inizio romanzo mentre subisce un assalto sessuale in un cinema. Quindi Irving ci propina una dissertazione sulla cura delle malattie veneree al tempo pre-bellico. Il padre biologico di Garp ritorna dalla guerra praticamente morto ma con un cazzo sempre in funzione e pronto all'uso, Mrs Fields ne approfitta una volta e nasce il pargolo. Garp da ragazzino fa la lotta che è quasi sicuramente lo sport che più rimanda visivamente ad un accoppiamento sessuale; la lussuria è oggetto del libro della Fields, “Sessualmente sospetta” ne è il titolo; una delle scene madri del romanzo avviene mentre la moglie di Garp sta facendo un pompino ad uno studente; Ellen James, altra figura chiave della storia, subisce uno stupro e una mutilazione che segnerà la sua vita e quella di altre persone, e così via per pagine e pagine; appare anche un transessuale che diventerà il miglior amico/a di Garp. Ogni tanto una morte. Eros&Thanatos: così tanto per essere originali quanto una coda in tangenziale; - concludo con l'ultimo esempio: il genero di Garp morirà d'infarto mentre è intento a masturbarsi. Beh, ecco, ci siamo capiti spero. Se riempi troppo la brocca essa strabocca.
    L'inizio del libro mi era pure piaciuto, almeno fino al viaggio a Vienna, poi qui, fra prostitute che muoiono in ospedale e gente che si mette a scrivere e pubblicare libri come se fosse la cosa più facile del mondo, il romanzo di Irving prende anche l'altra piega che lo affossa definitamente, almeno ai miei occhi: l'autore inizia a sproloquiare di narrativa e di scrittori e non la smette più. Comincia una interminabile ed enorme SEGA (per dirla con parole che Garp apprezzerebbe ) senza mai venire su scrittori, editori, lettori, l'arte dello scrivere e la sua missione salvifica. Perché in fondo §Il mondo secondo Garp§ è la biografia di un mediocre scrittore, dalla fama esageratamente sproporzionata rispetto al suo mediocre talento narrativo. Esso infatti scrive 3 modesti romanzi – proposti in stralci nel libro, estratti inutili dico io, se non a mostrarci la mediocrità dell'opera stessa – che apportano poco alla gloriosa storia della narrativa americana del Ventesimo secolo e, stando alle parole di Garp stesso, tutti sempre inferiori al suo primo, mitico racconto, “La pensione Grillparzer”, altra lettura, stavolta integrale inflitta a noi poveri lettori. Essa è un'opera carina senza dubbio, ma poca cosa, tanto che, anche nel romanzo, l'osannato racconto ottiene successo solo dopo che Garp muore in maniera violenta: prima, aggiungo io, non se lo era filato giustamente nessuno.
    Nell'epilogo, inopportunamente lungo come tutto il libro, Irving continua nel suo turbinio di Eros e Thanatos, con più thanatos, ma solo perché i protagonisti sono tutti più vecchi.
    Insomma, se proprio volete, smattonatevi pure con Garp e le sue avventure di sesso, onanismo irrisolto e morte.
    Io preferisco il sushi.

    Is this helpful?

    Roberten73 said on Apr 19, 2014 | 32 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book