Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Fall of Hyperion

By Dan Simmons

(4)

| eBook | 9780307781895

Like The Fall of Hyperion ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

In the best-selling sequel to Hyperion, the mysterious Time Tombs open to reveal their secrets to seven pilgrims, secrets that will change the shape and nature ...

143 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    impressionante e complicatissimo, non posso dire d'aver capito tutto. Però scritto in maniera avvincente. Via, a cercare il sequel!

    Is this helpful?

    maroufle said on Jun 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La caduta di Hyperion è il secondo capitolo dei Canti di Hyperion, saga di fantascienza dello scrittore statiunitense Dan Simmons.
    Scritto nel 1990, viene pubblicato da Mondadori nel 1998 nella traduzione di G.L. Staffilano.

    I pellegrini, giunti all ...(continue)

    La caduta di Hyperion è il secondo capitolo dei Canti di Hyperion, saga di fantascienza dello scrittore statiunitense Dan Simmons.
    Scritto nel 1990, viene pubblicato da Mondadori nel 1998 nella traduzione di G.L. Staffilano.

    I pellegrini, giunti alle Tombe del Tempo sul pianeta Hyperion, si accingono ad incontrare e a combattere lo Shrike, mentre nei cieli sopra il pianeta si sta apprestando la battaglia finale tra i rinnegati Ouster e le forze dell'Egemonia.
    Sullo sfondo una nuova battaglia si profila all'orizzonte. Quella dell'Egemonia con i componenti del TecnoNucleo che vogliono la fine della razza umana e la Caduta di Hyperion...

    Una conclusione perfetta per la prima parte della saga. Forse sembrerà un pò complessa ai più, soprattutto quando il cibrido di John Keats entra nel TecnoNucleo a parlare con la IA Ummon. Forse non è così immediato capire le ragioni, la sottigliezza logica dell'universo che ha creato Dan Simmons in questo probabile futuro; ma se ci si sta attenti ogni cosa va al suo posto, a comporre un'affresco della razza umana, tra i suoi pregi e le sue debolezze.

    Resta inoltre il tema centrale del rapporto tra uomo e tecnologia, e della dipendenza che abbiamo sviluppato con le macchine (e che continueremo a sviluppare anche nel futuro di Hyperion).
    Si vedono anche i rinnegati Ouster per la prima volta, solo nominati nel primo volume: invece che ribelli che vogliono distruggere l'ordine dell'egemonia, cominciano ad essere dipinti per quello che sono. Esseri umani che si evolvono secondo il loro habitat e non viceversa, come fa l'Egemonia con la terraformazione dei pianeti ad immagine e somiglianza della vera Terra.

    Da leggere, aspettando il seguito, il terzo volume dei Canti di Hyperion: Endymion.

    Is this helpful?

    Zorba said on Apr 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Mi è piaciuto un po’ meno del precedente romanzo. Mentre il primo era strutturato in modo preciso e riusciva a coinvolgere con la sua scansione in racconti dentro un racconto, questo è troppo frammentato, non riesce a mantenere un ritmo perché in par ...(continue)

    Mi è piaciuto un po’ meno del precedente romanzo. Mentre il primo era strutturato in modo preciso e riusciva a coinvolgere con la sua scansione in racconti dentro un racconto, questo è troppo frammentato, non riesce a mantenere un ritmo perché in particolare le parti riguardanti Meina Gladstone e la nuova identità del cìbrido Severn risultano spesso troppo lunghe, lente e poco interessanti. Capisco che occorra sapere anche cosa accade nel resto dell’Egemonia, ma così le vicende di Hyperion, già molto spezzettate a causa della separazione dei pellegrini, risultano ancor più diluite in un insieme che non riesce ad amalgamarle come dovrebbe.
    Il risultato è comunque una prosecuzione interessante, ma che lascia un po’ di confusione nel lettore su come le cose siano andate e andate a finire o non finire, si capisce che si dovrà approfondire la questione nel successivo romanzo del ciclo, ma un finale un po’ più chiaro, anche se aperto come già in Hyperion, non avrebbe fatto male.

    Is this helpful?

    Accipiter said on Feb 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La brusca virata verso la fantascienza militare e guerresca non compromette la sostanza del prezioso volume.
    Magistralmente si tirano le fila del romanzo, come si dice in letteratura, i personaggi si incontrano con il loro destino, e la fantasia a br ...(continue)

    La brusca virata verso la fantascienza militare e guerresca non compromette la sostanza del prezioso volume.
    Magistralmente si tirano le fila del romanzo, come si dice in letteratura, i personaggi si incontrano con il loro destino, e la fantasia a briglia sciolta crea un mondo indimenticabile, bellissimo e coreograficamente memorabile.
    Sarebbe bello farne un film, e come regista vedrei ben Peter Jackson o Cameron anche se la complessità della storia dovrebbe essere supportata da una grande produzione.

    Is this helpful?

    Sorbetto said on Feb 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Arriva lo Shrike per i pellegrini di Hyperion. E per l'universo umano si palesa il conflitto più disastroso di tutti i tempi.
    Il racconto è parecchio complicato e chi dice che può essere goduto anche da chi non ha letto "Hyperion" è un bugiardo. A 3/ ...(continue)

    Arriva lo Shrike per i pellegrini di Hyperion. E per l'universo umano si palesa il conflitto più disastroso di tutti i tempi.
    Il racconto è parecchio complicato e chi dice che può essere goduto anche da chi non ha letto "Hyperion" è un bugiardo. A 3/4 del libro ho sinceramente arrancato, tutto era contorto e nervosamente statico, ma il finale è una meraviglia.

    Is this helpful?

    Claire Zachanassian said on Feb 5, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non c' ho capito niente, però mi è piaciuto un sacco!i Per sta volta il gran caos di personaggi, sotto trame e intrecci (tutti di troppo, ridondanti e spesso inutili ai fini della trama) mi ha comunque spronato ad andare avanti con curiosità, non sol ...(continue)

    Non c' ho capito niente, però mi è piaciuto un sacco!i Per sta volta il gran caos di personaggi, sotto trame e intrecci (tutti di troppo, ridondanti e spesso inutili ai fini della trama) mi ha comunque spronato ad andare avanti con curiosità, non solo con confusione.

    Is this helpful?

    Sung said on Feb 3, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection