Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The stars my destination

By

4.1
(323)

Language:English | Number of Pages: 212 | Format: Others | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , Japanese , German , Dutch , French , Polish , Czech

Isbn-10: 0739435566 | Isbn-13: 9780739435564 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , School & Library Binding

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like The stars my destination ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Non riesco a condividere l'entusiasmo di altre recensioni per questo romanzo. Rapido da leggere, nello stile cinematografico di Bester, ma non è altro che un'ossessionante ricerca di vendetta da parte di un uomo divenuto folle. Con un seguito di personaggi e situazioni improbabili e grottesche. E ...continue

    Non riesco a condividere l'entusiasmo di altre recensioni per questo romanzo. Rapido da leggere, nello stile cinematografico di Bester, ma non è altro che un'ossessionante ricerca di vendetta da parte di un uomo divenuto folle. Con un seguito di personaggi e situazioni improbabili e grottesche. E un finale troppo "comodo" e costruito, e troppa sospensione dell'incredulità.
    Il romanzo è noto anche come "Destinazione stelle", titolo alquanto fuorviante rispetto alla trama.

    said on 

  • 4

    Per aspera ad astra

    http://clarkevivo.blogspot.it/2014/04/alfred-bester-la-tigre-della-notte.html


    Lo stile di Bester si conferma ancora coinvolgente fin da subito. Dopo un inizio che ha richiesto una certa dose di sospensione dell'incredulità, la trama prende una piega decisamente diversa, proseguendo in un i ...continue

    http://clarkevivo.blogspot.it/2014/04/alfred-bester-la-tigre-della-notte.html

    Lo stile di Bester si conferma ancora coinvolgente fin da subito. Dopo un inizio che ha richiesto una certa dose di sospensione dell'incredulità, la trama prende una piega decisamente diversa, proseguendo in un intreccio che da una questione puramente personale si trasforma presto coinvolgendo il mondo politico ed economico.

    L'unico difetto che posso contestare a Bester è l'aver dato solo un abbozzo di quella che è una società completamente stravolta da una specie di teletrasporto ("jaunto"). Non mancano alcuni dettagli e le conseguenze del jaunto sono visibili fin da subito, ma sembrano rimanere sfocate, date solo per accontentare la trama e i personaggi e comunque destinate a non essere approfondite al massimo.

    In generale un ottimo romanzo, completo e godibile, con lo stile di Bester che rende tutto più piacevole.

    Gully Foyle is my name
    And Terra is my nation
    Deep space is my dwelling place
    The stars my destination

    said on 

  • 4

    Cultone

    Il romanzo di Bester si legge che è un piacere e il protagonista Gully Foile è davvero formidabile nella sua doppia veste.
    Romanzo che esprime concetti sf con 30 anni di anticipo.
    Tanti colpi di scena per un finale al fulnicotone che avrebbe meritato un seguito.

    said on 

  • 5

    “... I went too far. I went beyond simplicity. I turned myself into a thinking creature... The tiger’s gone.”

    Che storia incredibile e spettacolare – e Gully Foyle... che personaggio!
    —Come spesso accade colla fantascienza, non ostante mi sia piaciuto moltissimo, son davvero poche le parole che riesco a trovare: le piú efficaci potrei usarle per evidenziare la densità del romanzo... – Perché tra l’ ...continue

    Che storia incredibile e spettacolare – e Gully Foyle... che personaggio!
    —Come spesso accade colla fantascienza, non ostante mi sia piaciuto moltissimo, son davvero poche le parole che riesco a trovare: le piú efficaci potrei usarle per evidenziare la densità del romanzo... – Perché tra l’immaginario descritto, lo sviluppo della trama, gli aspetti (per noi) retrò, la caratterizzazione dei personaggi, lo stile e l’approccio linguistico – c’è davvero, davvero molto in queste pagine.
    —E per usare parole altrui, in mancanza di mie migliori: «Alterazione del corpo, intrighi tra grandi compagnie, ambientazioni e personaggi baroccheggianti, un viaggio sull’incerto confine che separa criminali e gente perbene. Ma ciò che rende straordinario questo libro è la fede assolutamente anarchica del protagonista nell’umanità. Si tratta d’uno dei pochi romanzi realmente sovversivi prodotti dalla fantascienza.»

    Né stupisce che sia considerato uno dei migliori romanzi di fantascienza di sempre; né che sia uno degli antenati –e uno affatto privilegiato e di primo piano, forse il principale– del Cyberpunk, lodato senz’appello da William Gibson!

    P.S. Unica nota negativa in quest’edizione –per fortuna di ben poco peso– è la postfazione di Neil Gaiman – che deve mostrare la grandezza del romanzo mettendo da parte ciò che è «datato»... e che terribile noia!
    Non solo non accetto che si forzi datato a rimar con inferiore – ma ancor di piú ritengo che ciò sia parte della fantascienza, e del suo fascino, ben piú che le impossibili visioni del futuro. E è chiaro dove Gaiman vuol andare a parare: s’infila in un vicolo e si lamenta di non vedere nulla... oggi, dice (e lo dà come avvertimento!), il sesso sarebbe descritto, allora no; il che fa cosí anni 50...
    Ah ecco! c’era bisogno che qualcuno finalmente mi spiegasse il grande motivo per cui si legge un romanzo di fantascienza!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    L'autore dimostra una notevole capacità inventiva nel delineare i dettagli di questo mondo futuro, creando una serie di situazioni che si impongono all'immaginazione del lettore: la lotta per la vita del protagonista a bordo di un relitto spaziale, il popolo scientifico col suo bizzarro miscuglio ...continue

    L'autore dimostra una notevole capacità inventiva nel delineare i dettagli di questo mondo futuro, creando una serie di situazioni che si impongono all'immaginazione del lettore: la lotta per la vita del protagonista a bordo di un relitto spaziale, il popolo scientifico col suo bizzarro miscuglio di scienza e superstizione, la prigione, i dipendenti di una grande catena di negozi che si fanno la plastica facciale per essere tutti uguali (meditate, gente, meditate...), l'audace messaggio politico finale, il trionfo psichedelico (ante litteram) con cui si conclude. I personaggi sono abbastanza ben delineati, considerando che si tratta di un libro breve e con tanta azione; forse tutti troppo cupi e presentati con eccessiva enfasi, specialmente il protagonista; ma in tanta generosità narrativa i difetti sono perdonabili.

    said on 

  • 4

    Futuro conte di Montecristo

    In questo romanzo c'è di tutto: la vendetta, che porta il protagonista a diventare un futuribile conte di Montecristo, il teletrasporto, tradimenti, colpi di scena, paradossi temporali, e tutto quello che è necessario affinchè ci si immerga nella lettura senza mollarla mai. Ne potrebbe uscire un ...continue

    In questo romanzo c'è di tutto: la vendetta, che porta il protagonista a diventare un futuribile conte di Montecristo, il teletrasporto, tradimenti, colpi di scena, paradossi temporali, e tutto quello che è necessario affinchè ci si immerga nella lettura senza mollarla mai. Ne potrebbe uscire un bel film.

    said on 

  • 3

    Difficile per me dare un giudizio univoco a questo romanzo in quanto accomuna meraviglie e abissi, secondo me.
    Sul lato meraviglie abbiamo una vicenda poco comune nel genere sci-fi (per ammissione dello stesso autore pesantemente inspirata al conte di montecristo), ciononostante piena di in ...continue

    Difficile per me dare un giudizio univoco a questo romanzo in quanto accomuna meraviglie e abissi, secondo me.
    Sul lato meraviglie abbiamo una vicenda poco comune nel genere sci-fi (per ammissione dello stesso autore pesantemente inspirata al conte di montecristo), ciononostante piena di intuizioni sociali e tecnologiche affascinanti e che sfruttano saggiamente il genere per il proseguire della trama.
    Anche il finale che pare sconcertare molti mi è apparso molto interessante, magari un po' asincrono rispetto al resto del libro ma comunque efficace. Se poi si pensa agli anni in cui è stato scritto ben si comprende il numero di premi che il libro si è portato a casa.
    Sul lato "abissi" si possono annoverare a mio avviso dei personaggi blandi e dei dialoghi che sfiorano il ridicolo, ed infine il giocare troppo con la trama, fino ad arrivare alla "rottura del giocattolo".
    Consigliato quindi solo a chi è disposto ad inquadrare il libro nelle coordinate temporali in cui è stato scritto: negli anni seguenti (forse anche seguendo l'esempio di Bester) é stato scritto sicuramente di meglio, rimanendo negli stessi registri...

    said on 

  • 5

    Jauntear y vengar

    Muy buena novela del género sin duda, lo he pasado muy bien. El argumento me recordaba un poco a El conde de Montecristo, siempre me han gustado las historias de venganza y esta historia es de las buenas. Además los personajes son muy atractivos, hay acción trepidante, cantidad de sorpresa ...continue

    Muy buena novela del género sin duda, lo he pasado muy bien. El argumento me recordaba un poco a El conde de Montecristo, siempre me han gustado las historias de venganza y esta historia es de las buenas. Además los personajes son muy atractivos, hay acción trepidante, cantidad de sorpresas, muchos detalles que harán las delicias de los amantes de la ciencia ficción, si hasta hay "tiempo bala" tipo Matrix. No parece una novela escrita en los 50

    said on 

  • 4

    Bella l'idea di fondo del romanzao e anche la caratterizzazione del personaggio. Vivace e ben studiata la trama. In alcuni tratti si sentono i molti anni passati dalla data di pubblicazione. Comunque rimane una testimonianza della buona fantascienza dell'epoca.

    said on 

Sorting by