There is a God

How the World's Most Notorious Atheist Changed His Mind

By ,

Publisher: HarperCollins Publishers Inc

3.7
(12)

Language: English | Number of Pages: 256 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Korean

Isbn-10: 0061335290 | Isbn-13: 9780061335297 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Do you like There is a God ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

In one of the biggest religion news stories of the new millennium, the Associated Press announced that Professor Antony Flew, the world's leading atheist, now believes in God.

Flew is a pioneer for modern atheism. His famous paper, Theology and Falsification, was first presented at a meeting of the Oxford Socratic Club chaired by C. S. Lewis and went on to become the most widely reprinted philosophical publication of the last five decades. Flew earned his fame by arguing that one should presuppose atheism until evidence of a God surfaces. He now believes that such evidence exists, and There Is a God chronicles his journey from staunch atheism to believer.

For the first time, this book will present a detailed and fascinating account of Flew's riveting decision to revoke his previous beliefs and argue for the existence of God. Ever since Flew's announcement, there has been great debate among atheists and believers alike about what exactly this "conversion" means. There Is a God will finally put this debate to rest.

This is a story of a brilliant mind and reasoned thinker, and where his lifelong intellectual pursuit eventually led him: belief in God as designer.

Sorting by
  • 2

    Dopo 100 pagine di noia mortale, impiegate a stabilire quanto fosse stato nella sua passata esperienza ateo davvero, con una serie di date e titoli di pubblicazioni che il nostro suppone tutti i letto ...continue

    Dopo 100 pagine di noia mortale, impiegate a stabilire quanto fosse stato nella sua passata esperienza ateo davvero, con una serie di date e titoli di pubblicazioni che il nostro suppone tutti i lettori abbiano sottomano, si passa all'argomento vero e proprio.
    Riassunto: la natura obbedisce a delle leggi, esiste la vita, esiste la natura stessa, quindi Dio c'è perché non mi so spiegare il perché di tutto ciò. Ci sarà qualche sottigliezza che mi sfugge, ma a me pare un ritorno al reverendo Paley...
    Esco veramente deluso da questa lettura, e questo sarebbe lo sguardo di un filosofo oggi sul problema di Dio?
    Per non parlare degli strafalcioni scientifici, delle affermazioni indimostrabili enunciate come vere e della parte finale in cui afferma che la rivelazione di Gesù è degna di essere presa in considerazione perché un ente onnipotente avrebbe certamente usato un personaggio carismatico (Cristo) ed un intellettuale (Paolo) per rivelarsi.
    Certamente. Un personaggio carismatico e un intellettuale... mah

    said on 

  • 4

    Coerenza ammirevole

    4 stelle più per il coraggio che per i contenuti. Aver predicato per mezzo secolo che Dio non esite, per poi dire pubblicamente che si è cambiato idea non per demenza senile o per ispirazione mistica, ...continue

    4 stelle più per il coraggio che per i contenuti. Aver predicato per mezzo secolo che Dio non esite, per poi dire pubblicamente che si è cambiato idea non per demenza senile o per ispirazione mistica, ma perché bisogna seguire l'evidenza, dovunque essa porti, mi sembra assai encomiabile, che si sia o meno in accordo con le conclusioni. Se a qualcuno interessa leggere questo libro mi scriva.

    said on