Therese Raquin

di | Editore: Frassinelli
Voto medio di 2067
| 223 contributi totali di cui 210 recensioni , 10 citazioni , 1 immagine , 2 note , 0 video
E' il primo romanzo di Zola e racconta la storia di due amanti diabolici e di come la loro complicità di coppia, sposandosi al delitto, finisca per tradurre la passione d'amore in un odio reciproco e mortale. Dal bellissimo inizio, strutturato ...Continua
Alice
Ha scritto il 30/06/18

Scritto benissimo, la storia non mi è piaciuta. Molto tetro.

Tonino
Ha scritto il 04/06/18
Racconto molto forte. E' il primo libro di Zola che leggo e ho trovato sia il realismo che lo scavo psicologico sui due protagonisti molto, molto realistico e ben congegnato. In alcuni punti la descrizione della violenza fisica e soprattutto mentale,...Continua
Gunperga
Ha scritto il 06/04/18

Non so voi ma a me ha fatto venire in mente il racconto "il gatto nero" di Poe.

Simone Malizia
Ha scritto il 18/03/18
Il tempo sistema le cose

Romanzo che definirei grottesco. Ascesa e crollo di una coppia di amanti costretti a vivere e a morire con il peso della colpa. Unica pecca: in alcuni punti l'ho trovato ripetitivo.

Roberto
Ha scritto il 19/01/18
Due matrimoni e tre funerali
Quattro personaggi in questa storia incolore di Emil Zolà: Teresa e Camillo, che poi si sposano, e la madre e un amico di Camillo, Lorenzo. Quattro personaggi insoddisfatti, scialbi e con aspettative limitate che sopravvivono a fatica in una Parigi...Continua

Gianpaolo Geri
Ha scritto il Dec 16, 2017, 20:13
« [...] non riuscite a parlare per due minuti con un imbecille senza fargli capire che è un imbecille [...] »
Giannina Alchemilla
Ha scritto il Feb 06, 2014, 11:47
Era obbligato a riconoscere che l'ozio inaspriva i tormenti
Pag. 195
Giannina Alchemilla
Ha scritto il Feb 06, 2014, 11:47
Quando non c'è più speranza nel futuro, il presente acquista un'amarezza spaventosa.
Pag. 194
Giannina Alchemilla
Ha scritto il Feb 06, 2014, 11:47
- Era buono, sì, lo so - sogghignava Laurent, - vuoi dire che era stupido, non è vero? O ti sei dimenticata? Sostenevi che una sua minima parola ti irritava, che non poteva aprire bocca senza dire una sciocchezza.
Pag. 186
Stefano
Ha scritto il Dec 23, 2013, 18:14
Quando il futuro è privo di speranze, il presente acquista un'ignobile amarezza.
Pag. 155

Gianpaolo Geri
Ha scritto il Dec 16, 2017, 20:14
Thérèse Raquin
Thérèse Raquin

Biblioteche...
Ha scritto il Jul 11, 2016, 08:04
843.8 ZOL 16846 Letteratura Francese
Biblioteche...
Ha scritto il May 02, 2016, 07:14
843.8 ZOL 16846 Letteratura Framcese

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi