Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Thinking Fast and Slow

By

Publisher: Allen Lane

4.1
(402)

Language:English | Number of Pages: 512 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Dutch , Italian , Chi simplified , German , Spanish , Chi traditional , Korean , Portuguese , Swedish

Isbn-10: 1846140552 | Isbn-13: 9781846140556 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: eBook , Paperback , Others

Category: Health, Mind & Body , Philosophy , Social Science

Do you like Thinking Fast and Slow ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Entusiasmante

    La psicologia come scienza esatta, con tutto il suo seguito di metodologie, esperimenti, applicazioni pratiche della statistica (e non il solito guazzabuglio di parole ed astrazioni soggettive cui pur ...continue

    La psicologia come scienza esatta, con tutto il suo seguito di metodologie, esperimenti, applicazioni pratiche della statistica (e non il solito guazzabuglio di parole ed astrazioni soggettive cui purtroppo siamo abituati): non saprei utilizzare un aggettivo diverso. E la contaminazione tra psicologia ed economia (la "scienza delle decisioni"), ecco un'altra materia di cui non immaginavo nemmeno l'esistenza.
    Insomma, con questo libro si apre un mondo: a livello intuitivo l'autore scopre l'acqua calda (un qualsiasi pubblicitario, ad esempio, applica più o meno consciamente parecchie delle tecniche descritte), ma la scopre inventando la scala delle temperature, il termometro, e studiando il punto d'ebollizione in funzione di diversi parametri fisici.

    said on 

  • 0

    "La nostra consolatoria fiducia che il mondo sia dotato di senso poggia su un fondamento sicuro: la nostra capacità pressoché illimitata di ignorare la nostra stessa ignoranza."

    said on 

  • 4

    Interessantissimo e ben scritto. Lascia a bocca aperta rendersi conto di quanto siamo influenzabili nonostante il nostro ego ed il nostro pensare di essere indipendenti. Ogni pagina, almeno per me è u ...continue

    Interessantissimo e ben scritto. Lascia a bocca aperta rendersi conto di quanto siamo influenzabili nonostante il nostro ego ed il nostro pensare di essere indipendenti. Ogni pagina, almeno per me è una scoperta e, senza entrare nel merito, lo consiglio a chiunque sia curioso ed abbia voglia di conoscere meglio la mente umana.

    said on 

  • 5

    Conoscevo Kahnemann e il suo maestro Tversky perché menzionati decine di volte in altri testi di scienze sociali e di economia da autori che poi spesso cadevano negli errori e nei bias che i due hanno ...continue

    Conoscevo Kahnemann e il suo maestro Tversky perché menzionati decine di volte in altri testi di scienze sociali e di economia da autori che poi spesso cadevano negli errori e nei bias che i due hanno scoperto inficiare molte delle analisi e delle ricerche pubblicate. La prima cosa che colpisce è la scrittura di Kahnemann: chiara, gradevole, ironica persino nel paper che ha consentito loro l'assegnazione del Nobel. Il libro è proprio uno sviluppo e una spiegazione di quel paper. Si parla di previsioni degli esperti nel medio lungo termine non più corrette di quelle di un uomo comune, di inganni che i nostri sistemi percettivi e cognitivi ci tendono per un'indispensabile semplificazione delle informazioni reali, di scherzi che la statistica gioca agli stessi statistici, dell'assurdità di tutta l'economia politica fondata sull'ipotesi della razionalità del comportamento umano, non perché gli uomini siano irrazionali, ma perché adottano criteri di razionalità e ragionevolezza che nulla hanno a che fare con la coerenza delle funzioni di utilità. Gli uomini si contraddicono e sono influenzati nelle scelte da elementi inconsapevoli, numeri e dati con cui per caso sono venuti a contatto, per esempio.
    Ottimo anche il riferimento alla selezione delle persone e all'addestramento: la critica è feroce, la formazione è fondata su una narrazione, la leadership e il talento sono funzioni dell'intervallo di tempo in cui un individuo viene osservato e valutato. A una performance eccezionale segue sempre una inferiore e a una mediocre ne segue una superiore per una questione di regressione alla media.
    Vi assicuro, un libro consistente e rivoluzionario da assaporare per difendersi da molti racconti cialtroni che ci fanno è che tendiamo a farci.

    said on 

  • 5

    5 estrellas, creo que falla un poco en como expone ciertos temas, asi como algunos los expone de forma increiblemente simple en otros veo que se complica demasiado para explicarlos, pero es un libro t ...continue

    5 estrellas, creo que falla un poco en como expone ciertos temas, asi como algunos los expone de forma increiblemente simple en otros veo que se complica demasiado para explicarlos, pero es un libro tremendamente interesante y útil. Absorbente e interesante como pocos libros de divulgación. Baturecomendado

    said on 

  • 4

    The author described numerous experimental designs and how researchers came to the conclusion, particularly helpful for people interested in a slightly more in-depth understanding toward how our minds ...continue

    The author described numerous experimental designs and how researchers came to the conclusion, particularly helpful for people interested in a slightly more in-depth understanding toward how our minds work.

    The boundary of certain theories seems vague to me, perhaps partially reflecting the evolving dynamics of we ourselves as observers and subjects at the same time, and partially reflecting the continuum in certain psychological aspects. Overall it is a good book but by no means an easy read.

    said on 

  • 4

    Difficile, ma bello

    Difficile perchè non è sempre scorrevole vista la complessità e il dettaglio con cui vengono porposti gli argomenti, ma bello perchè illumina sui meccanismi di funzionamento del nostro cervello, sull' ...continue

    Difficile perchè non è sempre scorrevole vista la complessità e il dettaglio con cui vengono porposti gli argomenti, ma bello perchè illumina sui meccanismi di funzionamento del nostro cervello, sull'equilibrio instabile con cui conviviamo compresi tra il sistema 1 (la nostra parte più impulsiva) e il sistema 2 (la parte razionale, che riconosce e elabora).
    Ci sono tantissimi spunti per la nostra contabilità mentale.

    said on 

  • 5

    La nostra consolatoria fiducia che il mondo sia dotato di senso poggia su un fondamento sicuro: la nostra capacità pressoché illimitata di ignorare la nostra stessa ignoranza.

    said on 

Sorting by