Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Thud!

Discworld, Book 34

By

Publisher: Corgi

4.3
(191)

Language:English | Number of Pages: 309 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Czech

Isbn-10: 0552152676 | Isbn-13: 9780552152679 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , Paperback , Audio CD , eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like Thud! ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Vroom Valley? That was where the trolls ambushed the dwarfs, or the dwarfs ambushed the trolls. It was very far away. It was a long time ago. But if he doesn’t solve the murder of just one dwarf, Command Sam Vimes of Ankh-Morpork City Watch is going to see it fought again, right outside his office. With his beloved Watch crumbling around him and his war-drums sounding, he must unravel every clue, outwit every assassin and brave any darkness to find the solution. And darkness is following him. Oh . . . and at six o’clock every day, without fail, with no excuses, he must go home to read Where’s My Cow?, with all the right farmyard noises, to his little boy. There are some things you have to do!


From the Hardcover edition.
Sorting by
  • 4

    Where is my cow?

    Ottavo libro del ciclo delle guardie di Pratchett dopo il cupo e cittadino “Night Watch”.


    In questo libro che parte da Ankh Morpork per spaziare altrove, appare il gioco del Thud! ed il libro per infanti “Where is my cow?”, praticamente ispirato a quella serie reale di libri touch and feel ...continue

    Ottavo libro del ciclo delle guardie di Pratchett dopo il cupo e cittadino “Night Watch”.

    In questo libro che parte da Ankh Morpork per spaziare altrove, appare il gioco del Thud! ed il libro per infanti “Where is my cow?”, praticamente ispirato a quella serie reale di libri touch and feel come quello che avevo per mia figlia “Dov’è il mio drago?”. So che lo hanno poi realmente stampato nella serie Mondo Disco, che pucciosità! Certo che poi a pensare alla sua finale declamazione in “Thud” mette un poco i brividi…

    Trama: **** Questa volta sono di scena Troll e nani, con lo spettro della battaglia di Koom Valley che aleggia su tutto, mentre i vampiri esigono un rappresentante nella guardia! Vimes torna all’avventura in compagnia degli storici Angua, Carota, Nobby, Colon, Cheery (Felicia) e tutta la compagnia, maggiordomo Willikins compreso (che dopo Jingo! Non guardiamo più con lo stesso occhio), e si trova da subito nei guai: le sedute dal pittore per il ritratto di famiglia voluto da Sybil non sono certo congeniali per un poliziotto con la strada nelle scarpe, ed il fatto che i nani si siano ricavati una città sotterranea in Ankh-Morpork, apparentemente fuori dalla legge della città, non predispone certo Sam alla tolleranza. Per tacer del fatto che vogliono tenere segreto un delitto… Parte quindi un’indagine nel buio…in cui l’aiuto della bella vampira Sally sarà utile ma foriero di problemi…sentimentali! E la cui soluzione sarà più grande di quanto si pensi, metterà in pericolo Sybil ed il piccolo Sam e li trascinerà fuori dalla Città!

    Stile: **** Sempre ironico e ficcante, Pratchett scrive bene e mi strappa sempre più di una risata, anche in pubblico. Cioè, non di rado leggo sul treno le sue boutades e mi metto a ridere da sola come una sciocca! Peccato che la partenza sia lenta ad ingranare e quasi….blasfemia!....noiosa. Poi si ha un bel crescendo, che ha seminato indizi chiari per tutto il libro pronti ad essere colti da un occhio un minimo attento. Mi piace che con la scusa del fantasy il buon Terry ci parli di problemi universali: la tolleranza tra razze nella convivenza in una città sempre più cosmopolita ed in cui i confini si stanno restringendo mentre le risorse sono sempre le stesse, Il rispetto per l’altro, il contrasto famiglia-dovere. SPOILER (?) “Here in this cave at the end of the world peace is made between dwarf and troll and we will march beyond the hand of Death together. For the enemy is not Troll, nor is it Dwarf, but it is the baleful, the malign, the cowardly, the vessels of hatred, those who do a bad thing and call it good.” /SPOILER

    Piacevolezza: **** Ah, leggere questi libri che contengono così tanto è sempre un toccasana, poi si torna in compagnia di vecchi amici, personaggi vivi che sento vicini. Per esempio io adoro le donne del Mondo Disco: Sybil è una roccia, dolce ed insieme decisa, incrollabile appoggio in qualunque occasione; Angua è quanto di più desiderabile ci sia, bella, schietta, con la sua istintività ferina nel fisico e nella mentalità, col suo shampoo per cani che rende il pelo brillante e difende dalle pulci; Sally la vampira è una new entry interessante, soprattutto per il contrasto vampiro in tiro – mannaro selvatico e la complicità che si creano con Angua e le gag derivanti (cielo, loro nude nel fango!!). Ma anche come non adorare Cheery ormai di dichiarata femminilità, Vimes stesso Il Custode della Legge, Carota (che qui ha meno occasioni di essere figo, ma resta, comunque e imprescindibilmente, figo), il Patrizio seppure messo in disparte, e persino Nobby innamorato e Detritus che in questo libro diventa addirittura ironico!

    Consigliato: a chi piace l’ironia anche pungente e la critica sociale, nascoste in un fantasy comico scritto bene. Agli amanti di Pratchett e del ciclo delle guardie, di cui è ottavo libro dopo Night Watch, che non possono resistere all’attesa di vedere l’opera tradotta in italiano.

    Quest'opera di Mmorgana è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

    said on 

  • 4

    La storia continua ad approfondire il personaggio di Vimes. Questa volta a portare scompiglio in città è un gruppo di nani estremisti (Deep-downers). Quello che all'inizio è solo un fomentare gli animi, rivendicando la vera nanità come vita sotto terra ed odio profondo verso i troll, si complica ...continue

    La storia continua ad approfondire il personaggio di Vimes. Questa volta a portare scompiglio in città è un gruppo di nani estremisti (Deep-downers). Quello che all'inizio è solo un fomentare gli animi, rivendicando la vera nanità come vita sotto terra ed odio profondo verso i troll, si complica quando uno di questi leader viene ucciso. A rendere la situazione ancora più tesa, tutto questo avviene a ridosso del memoriale di Koom Valley, quella che è stata la più grande battaglia tra nani e troll, iniziata non si sa come e finita senza vinti né vincitori, che ogni anno viene rievocata con reali scontri armati tra le due fazioni. In realtà un segreto si cela nel sottosuolo della città, un segreto vecchio come la battaglia tanto importante e per cui qualcuno crede valga la pena di uccidere.

    said on 

  • 0

    Sentaos, poneos cómodos y armaos de paciencia porque, queridos, Terry es mi Hombre y voy a intentar con todas mis fuerzas y mi dialéctica que también se convierta en el vuestro.


    En sí, el libro es fácilmente resumible en: “Guerra entre dos razas que se remonta a cientos de años atrás y que ...continue

    Sentaos, poneos cómodos y armaos de paciencia porque, queridos, Terry es mi Hombre y voy a intentar con todas mis fuerzas y mi dialéctica que también se convierta en el vuestro.

    En sí, el libro es fácilmente resumible en: “Guerra entre dos razas que se remonta a cientos de años atrás y que ninguna de las dos partes recuerda qué ocurrió o por qué sucedió”
    .
    No sé si alguno, o todos, estaréis familiarizados con el Universo Paralelo que Pratchett ha creado, pero por si acaso y porque así comprenderéis mejor mi fascinación hacia él y hacia todos sus personajes voy a explicaros en qué consiste toda la colección del Mundodisco.

    Todos los libros de Terry Pratchett tienen lugar en el Mundodisco, un mundo plano sujetado por cuatro elefantes gigantes y que a su vez viajan por todo el espacio a lomos de la Gran A’Tuin, la tortuga gigante. A partir de aquí ya podéis imaginaros qué es lo que os vais a encontrar entre las páginas...

    (Reseña completa en: http://www.librosyliteratura.es/thud-sir-terry-pratchett.html )

    said on 

  • 4

    Very nice, observant book by Pratchett...
    The topic here is racism: in this case the hatred between Dwarfs and Trolls, which is slowly building up tension in Ankh-Morphork, thanks to a Dwarf preaching the superiority of Dwarfs over Trolls.
    At one point, a crime gets committed, and Vimes ...continue

    Very nice, observant book by Pratchett...
    The topic here is racism: in this case the hatred between Dwarfs and Trolls, which is slowly building up tension in Ankh-Morphork, thanks to a Dwarf preaching the superiority of Dwarfs over Trolls.
    At one point, a crime gets committed, and Vimes and the Watch (which includes humans, dwarfs, werewolves, trolls and vampires) will have to investigate it.

    What I appreciated most in this book, more than the story, is actually Pratchett's observations about the slow build-up of tensions, how he makes fun of this world's obsession with politically correct language, and how he describes affirmative action policies in the Discworld...

    His creating a parallel of our world, mostly to make fun of it in his great, ironic way... I just love it :) Very nice read!

    said on 

  • 5

    Never read a Discworld novel before, but I must say it was great! It's funny, witty, and exciting all rolled into a neat little book.

    said on 

  • 4

    Di tutti i filoni del mondo disco quello che amo di piu' è la serie delle guardie. Mi piace questa accozzaglia di emarginati che fanno di tutto per evitare guai ma che ovviamente ci finiscono dentro fino al collo.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    E che devo dire, un bel libro col comandante Vimes come protagonista.

    Se devo dirne una forse è un po' troppo buonista.

    said on 

  • 4

    Pemessa fondamentale:
    io non sono un patito della fantasy anzi...
    Thud è in pieno stile Pratchett, immaginario einteressante per l'uso narrativo non scontato che fà del mondo che lui stesso ha creato. E' il suo primo libro che leggo e l'ho trovato divertente per un umorismo non troppo ...continue

    Pemessa fondamentale:
    io non sono un patito della fantasy anzi...
    Thud è in pieno stile Pratchett, immaginario einteressante per l'uso narrativo non scontato che fà del mondo che lui stesso ha creato. E' il suo primo libro che leggo e l'ho trovato divertente per un umorismo non troppo velato sia nei dialoghi che nella trama e nelle descrizioni. Interessante è stato leggere i diversi modi e linguaggi che attribuisce ai personaggi... io l'ho lettto in inglese non so' quanto siano resi nelle traduzioni....
    Direi che è un libro arguto e che certo non stanca neppure che di solito è allergico al fantasy come me.... ma si lo consiglio a chi ha voglia di scoprire un autore non così esaltato in Italia ma che sicuramente vale la pena di conoscere.

    said on 

  • 3

    Piacevole, come al solito, ma un gradino sotto ad altri: Nightwatch mi e' piaciuto di piu'; probabilmente non ho colto vari riferimenti al Codice Da Vinci (che pure ho tentato di leggere), ma pazienza. Si riprende quasi del tutto nel finale con alcune scene molto sopra la media.

    said on