Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ti amo

Di

Editore: CDE

3.3
(110)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 358 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000033282 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Philosophy , Da consultazione

Ti piace Ti amo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    DELUSA E INCAVOLATA TANTO

    abbandono la lettura per mille motivi
    non credo al silenzio delle persone ammantato di chissà quali interpretazioni
    il silenzio è foriero solo di addii, che non si riescono a dire arriva il momento che non abbiamo più nulla da dirci e allora vigliaccamente il silenzio prende parola
    ...continua

    abbandono la lettura per mille motivi
    non credo al silenzio delle persone ammantato di chissà quali interpretazioni
    il silenzio è foriero solo di addii, che non si riescono a dire arriva il momento che non abbiamo più nulla da dirci e allora vigliaccamente il silenzio prende parola
    l'altro che capisca ciò che vuole che me ne importa
    al contrario si resta in silenzio con qualcuno o perchè pensiamo che quella persona non ci può capire o ancora peggio non merita di sapere
    allora perchè restare se la fiducia manca
    mi dispiace ma non mi affeziono ai silenzi di chi amo, facciamola finita, per me è solo un disinteresse e scarsa attenzione
    il silenzio è un gesto di addio lento e inesorabile
    ricordiamocelo

    ha scritto il 

  • 4

    Fa riflettere molto sul concetto di amore e sui comportamenti che abbiamo se siamo realmente innamorati...amore non solo tra uomo e donna ma anche tra genitori e figli, tra amici, tra amanti...da leggere per me!

    ha scritto il 

  • 3

    Alberoni è uno scienziato sociale che riesce a trasformare la sociologia in una chiacchiera tra suocere, rendendola poco credibile. Troppo freudiano per i miei gusti.

    ha scritto il