Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ti sto aspettando...

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Dark Passion, 28)

3.0
(33)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 163 | Formato: eBook

Isbn-10: 8852026126 | Isbn-13: 9788852026126 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback

Genere: History , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Ti sto aspettando...?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Samira è un demone succubo. La notte si insinua nei sogni degli uomini per avverare i desideri più carnali. Conosce ogni segreta fantasia erotica nascosta nei loro cuori, eppure non è mai stata toccata dalla mano di un amante. E nemmeno lo ha mai desiderato… finora. Nicolae, principe della Moldavia, è stato sconfitto in guerra ed è ora esiliato su un’isola in un monastero diroccato. In cerca di riscatto, si vota alle arti oscure e progetta di ricorrere ai poteri di Samira. Ma quando la bellissima succubo si presenta a lui con sembianze umane, tutti i pensieri di vendetta svaniscono. E quello che accadrà cambierà per sempre il loro mondo e i loro cuori…
Ordina per
  • 3

    "Perché cos'altro è l'anima, se non l'amore che gli umani provano gli uni per gli altri?"

    Samira è un succubo, un demone che soddisfa nei sogni gli uomini ricavando energia dal loro piacere. Per fare un favore ad un amico si insinua nei sogni di un regnante scatenando senza volere una ...continua

    Samira è un succubo, un demone che soddisfa nei sogni gli uomini ricavando energia dal loro piacere. Per fare un favore ad un amico si insinua nei sogni di un regnante scatenando senza volere una guerra. Vittima di insoliti rimorsi e dubbi, per la prima volta Samira comincia a riflettere sulla sua condizione di demone e su gli umani che ha osservato per tremila anni... quando Nix la regina della notte la punisce per le sue azione tramutandola per un mese in umana e assegnandole il compito di aiutare l'unico uomo che sia riuscito a resistere ai suoi sogni e a vederla davvero: il principe Nicolae sfigurato ed esiliato. L'idea di base era molto intrigante ma lo svolgimento si mantiene superficiale, anche la storia d'amore con Nicolae non è riuscita ad emozionarmi fino in fondo. Ci sono un paio di controsensi evidenti, capisco che sperimentare le cose e vederle sia ben diverso ma dopo 3000 anni di vita a contatto con i sogni umani, Samira, anche da umana, non dovrebbe essere così ignorante in tutto dai semplici bisogni fisiologici di base all'aspetto sessuale in cui si mostra quasi troppo intimidita; così come Nicolae che la pagina prima riesce a malapena a fare qualche trucchetto magico e la pagina dopo crea un intero paesaggio mutevole per la sua prima volta con Samira (classico cliché de "la magia nasce dal cuore e dal desiderio di proteggere chi ami e non dalla vendetta"... già sentito, già visto XD). La copertina comunque è molto bella e nel complesso è stata una lettura rapida e carina ^^

    ha scritto il 

  • 3

    Il vero sogno di Samira

    Prima di tutto, un enorme motivo di apprezzamento per questo romanzo è stata senza dubbio la copertina da urlo, che è diventata il mio screen saver del momento, capace di risollevarmi ...continua

    Prima di tutto, un enorme motivo di apprezzamento per questo romanzo è stata senza dubbio la copertina da urlo, che è diventata il mio screen saver del momento, capace di risollevarmi meravigliosamente il morale dopo una dura giornata. Gloria e onore a chi l’ha scelta, dunque, anche se, secondo me è stata “SCIPPATA” alla copertina originale di un vero superbo urban fantasy (Dark Needs at Night’s Edge di Kresley Cole).

    Venendo al contenuto in sé e per sé, ammetto che rispetto a certe letture infuocate a cui siamo abituati con la collana DARK PASSION della Mondadori, si tratta di un breve romanzo, con una storia d’amore che risulta un po’ ingenua, a tratti quasi con toni da favola. Però ho trovato comunque gradevole ( anche se non da grandi brividi) il tono delicato e sfumato con cui la Cach narra la vicenda di Samira, il demone dei sogni, che sogna a sua volta, segretamente, di vivere la vita dei comuni mortali. In passato, Samira e Theron, un incubo suo amico, hanno “giocato” con i sogni di un principe, senza pensare che le conseguenze della loro superficialità si sarebbero poi riversate, dolorosamente, nel mondo degli uomini. Proprio per questo, le Creature della Notte si erano date all’inizio dei tempi una regola fondamentale: non influenzare i sogni dei regnanti e degli uomini di potere, perché sogni sbagliati, ovvero incubi, possono davvero essere la miccia per scatenare guerre e rappresaglie nella realtà. Quando viene invocata nella notte da Nicolae, un principe che vive ritirato su un’isola sperduta, con solo cinque uomini ai propri ordini e con metà del corpo rovinata dalle ustioni, Samira non immagina che lui è proprio una delle vittime indirette di quello scherzo malvagio. Ho trovato molto bella la parte in cui Samira, per rimediare ai propri errori, viene trasformata in mortale da Nix, la regina delle Creature della Notte. Abituata ad essere un’ombra, senza corpo e senza emozioni, Samira è costretta a fare esperienza come essere umano, dal mangiare all’andare alla latrina, a farsi il bagno e a spazzolarsi, fino a imparare a piangere.

    E poi c’è Nicolae, questo principe ferito e scontroso che la crede un demonio e che sarà molto difficile da sedurre. Samira dovrà impegnarsi a fondo, anche senza i suoi poteri d’immortale, per poter finalmente dire: La notte è nostra!

    ha scritto il 

  • 1

    Paradossale! -.-"

    Da succubo a vergine inesperta, spaventata... Un demone che ha creato le più svariate fantasie sessuali nella mente di migliaia di uomini, diventa una donna illibata. E' semplicemente ASSURDO! E la ...continua

    Da succubo a vergine inesperta, spaventata... Un demone che ha creato le più svariate fantasie sessuali nella mente di migliaia di uomini, diventa una donna illibata. E' semplicemente ASSURDO! E la situazione stanca facilmente. Questo libro non mi è piaciuto affatto. L'ho trovato paradossale e senza senso oltre che sviluppato male.

    ha scritto il 

  • 3

    “Come to me”

    “Perché in realtà cos’era lei? Era una creatura priva di anima e di cuore, senza alcun futuro se non quello di spettatrice degli amori e delle passioni altrui, condannata a ...continua

    “Come to me”

    “Perché in realtà cos’era lei? Era una creatura priva di anima e di cuore, senza alcun futuro se non quello di spettatrice degli amori e delle passioni altrui, condannata a fingere di vivere, ma senza crescere o cambiare.”

    Primo libro di una miniserie senza nome, Come to me sarà seguito da un secondo volume intitolato Dream of Me con protagonista l’incubus Theron e da una novella – apparsa nell’antologia Blood & Moonlight – con protagonista Vlad Dracula, in cui si racconta come il principe della Valacchia, già nominato nei precedenti due libri, sia stato trasformato dall’amore e dalla tragedia nel primo vampiro. Nonostante la Cach sia un’autrice piuttosto seguita e apprezzata di romance, quasi all’unanimità le sue lettrici americane considerano questo libro poco convincente e meno riuscito delle altre sue opere. E, pur mancando l’esperienza delle precedenti letture, non è difficile credere loro, sia nell’apprezzamento per l’autrice sia nella perplessità per questo testo. Perché in Come to me emergono chiaramente le doti della Cach: l’originalità dell’idea, l’interessante intreccio della trama paranormal con i dati realmente storici, una mitologia semplice ma accattivante, due protagonisti piacevoli (abbastanza credibile lui, introspettiva lei), qualche brano particolarmente luminoso e quasi lirico (come quello in cui la protagonista, un succubus tramutato per punizione in un’umana, dopo secoli di esistenza notturna mira affascinata e commossa la sua prima alba).

    “Era un evento quotidiano per gli esseri umani; lo sapeva. Era normale come la pioggia o il pascolo del bestiame. Ma era una visione a cui nessuno del regno della Notte aveva mai né avrebbe mai in futuro assistito. Per tremila anni, lei stessa aveva visto l’alba solo nei ricordi degli uomini. Che deboli erano quei ricordi, in confronto alla realtà. Non erano altro che ombre appannate di ciò che percepiva in quel momento. Per un lungo istante s’immerse nella gloria dell’alba e dimenticò tutto il resto. Rosa e oro, azzurro chiaro, sfumature verdi la riempivano e la facevano espandere verso l’esterno, dissolvendosi nella bellezza del mattino. Era una scena travolgente. Avrebbe voluto assorbire ogni singolo istante di quell’evento, pur sapendo che era al di là di ogni comprensione per lei.”

    Ma sono altrettanto evidenti le pecche del libro: alcune forzature (come ad esempio lo sprovveduto candore della protagonista quando da sfrontata e maliziosa succubus si trasforma in una fragile e sparuta umana), diverse ingenuità (come la poco credibile riuscita del bizzarro piano di difesa dall’esercito nemico, o la poco comprensibile e testarda ricerca di una soluzione magica ai propri problemi, da parte di un uomo cresciuto nel pragmatismo militare), l’ammiccante scelta della natura della protagonista (che avrebbe potuto essere un qualunque altro genere di demone del sonno, mentre l’autrice sceglie proprio il succubus per poter inserire numerose scene ad alta carica erotica, per la maggior parte inutili per l’economia della trama), le varie ellissi narrative che rubano settimane intere al lettore e non consentono alla storia d’amore di mostrare la propria naturale evoluzione.

    Le poche pagine (più un racconto lungo che un romanzo), la semplice morale proposta e l’evoluzione dei due personaggi, conferiscono al libro l’atmosfera e la dimensione di una favola, innovativa e dai toni decisamente adulti. Non indimenticabile, ma comunque piacevole.

    “All’inizio c’era stato Chaos, poi era seguita Nyx. Buio era il suo consorte, Morte e Sonno i suoi figli. Nyx era l’origine di tutti gli esseri del regno della Notte. Samira, come Theron, faceva parte degli Oneironi, i Mille Sogni generati dal figlio di Nyx, Sonno.”

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Se dovessi utilizzare una parola per descrivere questo libro direi: insipido. Mi è piaciuto però devo dire che dalla trama mi aspettavo qualcosa di più. I punti che mi sono piaciuti sono ...continua

    Se dovessi utilizzare una parola per descrivere questo libro direi: insipido. Mi è piaciuto però devo dire che dalla trama mi aspettavo qualcosa di più. I punti che mi sono piaciuti sono l'originalità della trama e l'utilizzo del succubo come creatura del sovrannaturale (creatura pochissimo utilizzata nei libri). I punti che non mi sono piaciuti sono il comportamento, peggio di una neonata, di Samira dopo essere stata trasformata in umana, dalla scena del "come faccio a lavarmi" alla scena "c'è una bestiaccia dentro di me" ma il culmine è stato quando è dovuta andare in bagno, lì mi sono cadute le braccia, in secoli di vita non aveva imparato niente della vita umana???? Anche il rapporto creatosi tra Samira e Nicolae mi è piaciuto e non mi è piaciuto. In conclusione mi è piaciuto però ho avuto la sensazione che mancasse qualcosa e che, quello che c'era, potesse essere fatto meglio. Francamente non so se prenderò il seguito.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Divertente ed ironico, un libro diverso dal solito paranormal romance soprattutto per lo sguardo della protagonista che è un demone che influenza i sogni. Samira non è un demone importante, è una ...continua

    Divertente ed ironico, un libro diverso dal solito paranormal romance soprattutto per lo sguardo della protagonista che è un demone che influenza i sogni. Samira non è un demone importante, è una delle tante che, nella notte, influenzano i sogni degli uomini che hanno bisogni sessuali inappagati. E' attirata dalle loro emozioni e "regala" sogni in cambio di energia sessuale che la sostiene. l'incontro con uno stregone cambierà il corso della sua esistenza e lei si ritroverà, suo malgrado, a rivestire un corpo mortale e proverà emozioni e sentimenti sconosciuti. Un libro che fa sorridere per le situazioni assurde nelle quali si ritrova la piccola Samira e nello stesso tempo un libro che sa emozionare per la progressiva presa di coscienza della stessa di quanto desideri vivere la sua umanità ed i sentimenti che nascono nel suo cuore.

    ha scritto il 

  • 4

    una bella storia, in alcuni punti mi sono messa a ridere! Samira da demone (succube, che provoca sogni erotici agli uomini e a volte incubi) per punizione viene trasformata in essere umano, con tutto ...continua

    una bella storia, in alcuni punti mi sono messa a ridere! Samira da demone (succube, che provoca sogni erotici agli uomini e a volte incubi) per punizione viene trasformata in essere umano, con tutto quello che ne consegue, la scoperta del corpo umano con i sentimenti e la fame per mantenerlo eh si... prima non mangiava Samira ma poi scopre che per sopravvivere bisogna mangiare dormire e non solo quello ahahahah(spassosa la scena in cui pensa di avere un mostro in pancia e tutto quello che ne segue...) l'amore che nasce tra i due protagonisti e dolce e romantico un crescere pian piano un conoscersi!mi è piaciuto molto!

    ha scritto il 

  • 2

    Ho iniziato a leggere “Ti sto aspettando” di Lisa Cach piena di aspettative. Dell'autrice avevo letto recentemente “I segreti di una cameriera” (pubblicato sempre per i romanzi Mondadori) e ...continua

    Ho iniziato a leggere “Ti sto aspettando” di Lisa Cach piena di aspettative. Dell'autrice avevo letto recentemente “I segreti di una cameriera” (pubblicato sempre per i romanzi Mondadori) e mi era piaciuto moltissimo e se a questo si aggiunge una veste grafica del libro veramente molto bella (l'avrei comunque presa solo per questa), potete capire quanto erano alte le mie aspettative e invece... è stato una vera delusione. Dalla trama mi ero aspettata una coppia da scintille in quanto formata da Samira, un demone “succobo” che procura sogni erotici agli uomini e Nicolae , principe Mondavo in esilio con la passione per l'esoterismo, ma in realtà...così non è stato. I personaggi li ho trovati noiosi, scontati e fin da subito ho provato per loro solo antipatia. Essendo il primo libro di una mini serie, composta da due volumi ,penso che non prenderò neanche il successivo anche se aspetterò con curiosità il prossimo romance di quest'autrice, dato che in quel genere, la considero fantastica. Mi piacerebbe che qualcun altro esprimesse la sua opinione su questo libro, magari è piaciuto e uno scambio d'idee aiuterà sicuramente chi invece ancora deve leggerlo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Divertente inizialmente ma nel mezzo l'autrice esagera un pò troppo nel trasformare Samira da sensualissimo Succube a Virginella impaurita , rendendo il nocciolo della vicenda quasi comico e davvero ...continua

    Divertente inizialmente ma nel mezzo l'autrice esagera un pò troppo nel trasformare Samira da sensualissimo Succube a Virginella impaurita , rendendo il nocciolo della vicenda quasi comico e davvero poco credibile. Nel finale poi, perde decisamente punti diventanto noioso, scontanto e troppo veloce.

    Due stelline e mezzo.

    ha scritto il