Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tim Burton

Di

Editore: Cahiers du cinéma

4.0
(32)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 103 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo

Isbn-10: 2866425774 | Isbn-13: 9782866425777 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Art, Architecture & Photography , Biography

Ti piace Tim Burton?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Tim Burton (USA, 1958) è il più giovane tra i grandi registi hollywoodiani. La sua facilità nel realizzare film di grande fascino è radicata nella capacità di rappresentare il fiabesco sfrondandolo dagli aspetti stucchevoli e restando sempre in contatto con il fanciullo che è in lui e nello spettatore. Burton si afferma come regista e narratore dopo aver lavorato come animatore per la Disney. L’incontro con Johnny Depp gli permette di dare un volto ai personaggi dei suoi mondi immaginari, dove la paura si mescola al riso, ciò che è fuori dell’ordinario diventa normale e chi non rientra nella norma, come “Edward mani di forbice” (1990), va protetto e tutelato. Dopo “Beetlejuice – Spiritello porcello” (1988) e “La fabbrica di cioccolato” (2005), Tim Burton, un fanciullo di oltre cinquant’anni, ha da poco rivisitato le avventure dell’Alice carrolliana nel suo “Alice in Wonderland” (2010).
Ordina per
  • 4

    Al solito una monografia dal ricco apparato iconografico, essenziale nel testo, pregevole nella stampa

    Il volume descrive la filmografia del regista di Burbank sino alla sua - bislacca, infedele e ridicola quanto fracassona - versione dell'Alice in Wonderland di Carrolliana memoria.
    Restano pertanto fuori per ovvi motivi il recente Dark Shadows, il dimenticabile Frankenweenie e quel Big Eyes ...continua

    Il volume descrive la filmografia del regista di Burbank sino alla sua - bislacca, infedele e ridicola quanto fracassona - versione dell'Alice in Wonderland di Carrolliana memoria.
    Restano pertanto fuori per ovvi motivi il recente Dark Shadows, il dimenticabile Frankenweenie e quel Big Eyes uscito quest'anno.
    Bisogna ammettere che l'autore, nel trattare ciascuna opera di Burton contestualizzandola con la sua biografia, si mostra adeguatamente spietato nel descriverne le pecche quanto obiettivo nel glorificarne gli stranoti meriti.
    Ennesimo volume che conferma l'ormai certificata qualità della collana di monografie cinematografiche.

    ha scritto il 

  • 4

    un libro che ho letto con vero piacere, sul mio regista cinematografico preferito il grande e mitico Tim Burton.
    Un opera che parla di tutta la sua carriera dagli esordi accompagnata da bellissime fotografie tratte dai suoi film, una buona idea questa della collana dei Cahiers du cinema.

    ...continua

    un libro che ho letto con vero piacere, sul mio regista cinematografico preferito il grande e mitico Tim Burton.
    Un opera che parla di tutta la sua carriera dagli esordi accompagnata da bellissime fotografie tratte dai suoi film, una buona idea questa della collana dei Cahiers du cinema.

    ha scritto il 

  • 4

    Un saggio breve ma esaustivo che riporta in poche pagine gli highlights della carriera di Burton. Molte foto e qualche articolo comparso nel corso degli anni completano il testo.

    ha scritto il