Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Timbuktu

By Paul Auster

(3)

| Softcover | 9789724122311

Like Timbuktu ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

128 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    3* un po' stiracchiate. Amo gli animali e di solito mi appassiono alle loro storie, ma questo l'ho trovato un po' noioso! Spero che questo non sia uno dei migliori Auster!

    Is this helpful?

    Mari said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Breve pero con encanto

    Es un libro sencillo que habla de un perro y su dueño. Ambos, habitantes de la calle, se tienen el uno al otro. Una historia sobre los escarceos de uno, la locura del otro, sus conversaciones y sus miedos. En fin: sobre la vida.
    Se lee de un tirón y ...(continue)

    Es un libro sencillo que habla de un perro y su dueño. Ambos, habitantes de la calle, se tienen el uno al otro. Una historia sobre los escarceos de uno, la locura del otro, sus conversaciones y sus miedos. En fin: sobre la vida.
    Se lee de un tirón y deja buen sabor de boca. Recomendable.
    Valoración: 7/10.

    Is this helpful?

    merops_apiaster said on May 23, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Capita raramente che un romanzo che abbia come protagonista un animale non provochi una forte emozione nel lettore. Sempre che ami gli animali è chiaro. E che non sia Cujo o Pet Semetary :). In questo caso le emozioni sono tante, soprattutto se si pe ...(continue)

    Capita raramente che un romanzo che abbia come protagonista un animale non provochi una forte emozione nel lettore. Sempre che ami gli animali è chiaro. E che non sia Cujo o Pet Semetary :). In questo caso le emozioni sono tante, soprattutto se si pensa che a raccontare questa storia è il cane, Mr Bones che ripercorre le tappe della sua vita passata insieme a Willy il suo padrone con il cervello bruciato dalle droghe. Questa, che definirei la prima parte mi ha fatto ridere davvero! Ma sapevo che l'avrei pagata con la "seconda parte" che stringe il cuore e soprattutto con il finale. Scorrevole, ben scritto e coinvolgente, questo mio primo Auster mi è proprio piaciuto.

    Is this helpful?

    CriSting said on Apr 11, 2014 | 4 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Recensione

    La trama, per sommi capi.
    Le avventure di un cane e del suo padrone scrittore, che poi lo lascia per altri padroni, fino al ricongiungimento finale, a Timbuctù.

    Fuori l’autore.
    Paul Auster (Newark, USA, 1947) ha fatto un'enormità di cose di grande l ...(continue)

    La trama, per sommi capi.
    Le avventure di un cane e del suo padrone scrittore, che poi lo lascia per altri padroni, fino al ricongiungimento finale, a Timbuctù.

    Fuori l’autore.
    Paul Auster (Newark, USA, 1947) ha fatto un'enormità di cose di grande livello, e non ha finito. Impegnerà lettori e critici per tutto questo secolo, e non è detto sia un merito. Intanto direi di godercelo.

    La recensione in senso stretto.
    Onestamente, devo ammettere che è molto difficile accostarsi a questo romanzo per chi, come me, ha avuto e amato molti cani. Non posso non lasciarmi andare sull'empatia, e questo rende piacevole la lettura ma meno obiettiva la recensione. Ci provo.
    Prima di tutto questo è un romanzo che rispetta il mandato più classico di tutti i romanzi: parlare anche della scrittura, del ruolo della letteratura. Mr. Bones è anche lui uno scrittore, come Willy, il suo unico vero padrone, anche se non lascia nulla di scritto perché non ha neanche le mani. Ma sa costruire un mondo perfettamente autosufficiente, un bildungsroman coi fiocchi, e che è anche un impietoso ritratto di una società poco attenta a chi osserva e racconta - tanto da ignorare sia gli scrittori che i cani, entrambi sistematicamente fraintesi.
    Sì, lo so, non l'ha scritto il cane, il romanzo - ma non è la cosa importante.
    Dice un critico: "in linea di massima gli americani non sanno chi sia Paul Auster e non lo leggono. Auster è estremamente popolare in Europa". Posso solo aggiungere che, leggendo queste pagine, la mente m'è andate a Indagini di un cane di Kafka. Forse vuol dire qualcosa, forse no. In entrambi i casi abbiamo due ottimi romanzieri che tentano di stravolgere la loro e la nostra sensibilità, sfidando l'abitudine a vedere il mondo in un certo modo e filtrandolo attraverso un corpo non umano. Non mi pare poco.

    Perché dovrei leggerlo.
    Perché anche se non avete mai avuto un cane, dovreste sapere chi è; questo libro ve ne regala la possibilità.
    Perché una sensibilità diversa dalla nostra può essere molto più istruttiva di cento uguali alla nostra.
    Perché abbiamo tutti a che fare con fenomeni letterari, quali che siano, e qui si parla di alcuni dei meno facili da individuare.

    Is this helpful?

    Lorenzo Gasparrini said on Mar 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    「我是個笨蛋。我浪費我們太多的時間在無聊的尋歡作樂上,那些嘲弄挖苦和怪異念頭,那些不切實際的瑣碎小事,那些不近情理的吵鬧爭執,把大好的歲月都熔掉了。」

    生於憂患,死於安樂。由狗的眼光來看人類的世界有多荒謬。

    Is this helpful?

    Holf91 said on Nov 12, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book