Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tito Andronico

By William Shakespeare

(39)

| Paperback | 9788817173070

Like Tito Andronico ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Vendetta, sangue, mutilazioni, delitti in uno dei testi più violenti e intensi del teatro di Shakespeare.

30 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Cinque splendidi atti

    Molto bella questa tragedia Shakespeariana, prima di questo ho solamente letto Giulietta e Romeo di Shakespeare, che ho trovato molto bella, ma tornando a Titus credo che sia ingiustamente poco conosciuta, e il motivo non mi è molto chiaro, si ...(continue)

    Molto bella questa tragedia Shakespeariana, prima di questo ho solamente letto Giulietta e Romeo di Shakespeare, che ho trovato molto bella, ma tornando a Titus credo che sia ingiustamente poco conosciuta, e il motivo non mi è molto chiaro, si, è un pelo sanguinolenta, ma è anche vero che si tratta di una tragedia. Poi sono proprio gli atti di vendetta e di rivalsa, legati alla perfidia di un diavolo moro, che danno spessore a questa tragedia, e per questo la trovo perfettamente avvincente, dove quando non si trama alle spalle di qualcuno, si piange di disperazione qualcun altro.

    Is this helpful?

    Luis / Usil said on Jan 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    titus andronicus

    non avrei mai pensato che parole scritte su carta potessero essere così crude, feroci, cariche di dolore. è raro e forse impensabile che una tragedia, ambientata in un contesto così lontano da noi, la roma tardo imperiale, possa colpire, riempire d ...(continue)

    non avrei mai pensato che parole scritte su carta potessero essere così crude, feroci, cariche di dolore. è raro e forse impensabile che una tragedia, ambientata in un contesto così lontano da noi, la roma tardo imperiale, possa colpire, riempire di rabbia e tristezza un lettore del ventunesimo secolo. eppure lo fa, magistralmente lo fa.

    Is this helpful?

    frannie said on Aug 6, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Il saggio introduttivo mi invita a considerare il Tito Andronico una specie di farsa, un'opera che è allo stesso tempo citazione e parodia della tragedia greco-romana e di contemporanei di Shakespeare, come Marlowe. Mi spiace, ma non riesco pr ...(continue)

    Il saggio introduttivo mi invita a considerare il Tito Andronico una specie di farsa, un'opera che è allo stesso tempo citazione e parodia della tragedia greco-romana e di contemporanei di Shakespeare, come Marlowe. Mi spiace, ma non riesco proprio a ridere di una giovane che viene stuprata e mutilata per poi finire uccisa dal suo stesso padre per un atto di presunta pietà, o di figli che vengono cucinati e serviti alla madre durante un banchetto. Non ritrovo nulla del mio adorato Bardo in questo testo, ma, fortunatamente, questo per lui era soltanto l'inizio e col tempo ha saputo fondare le trame delle sue tragedie sulle passioni e sui moti dell'animo umano, piuttosto che su teste e mani mozzate.

    Is this helpful?

    Crispilla said on Apr 20, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Vendetta? Altro che Conte di Montecristo...

    Ho letto questa tragedia sull'onda emotiva suscitatami dall'omonimo film con Anthony Hopkins. All'inizio sono rimasto estasiato dall'immaginazione del Vate; poi, facendo delle ricerche, la mia estasi è molto rientrata perché ho scoperto che ha ripres ...(continue)

    Ho letto questa tragedia sull'onda emotiva suscitatami dall'omonimo film con Anthony Hopkins. All'inizio sono rimasto estasiato dall'immaginazione del Vate; poi, facendo delle ricerche, la mia estasi è molto rientrata perché ho scoperto che ha ripreso un mito (dell'antica Grecia, se non erro) e l'ha adattato alla sua storia.
    Comunque rimane l'impareggiabile maestria nel fondere prosa e poesia come solo lui sa fare.
    Io adoro il Conte di Monte Cristo, però la sua vendetta, benché tremenda, a confronto di Tito pare quasi una cosa da dilettanti...

    Is this helpful?

    Streetcar said on Apr 12, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Grande testo, come non poteva essere altrimenti trattandosi del divino Shakespeare. Qui sa raggiungere vette assolute di pathos e verità.

    Is this helpful?

    Sara Pavolini said on Sep 16, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book