Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

To

By Stephen King

(0)

| 9788070231487

Like To ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Hrůza v podobě démonického vraždícího klauna Pennywise se do Derry vrací každých sedmadvacet let. V roce 1957 se zkázu podařilo odvrátit skupině sedmi dětí, outsiderů, jimž se každý vysmíval. Koktající Bill, černoch Mike, obézní Ben, astmatický Richi Continue

Hrůza v podobě démonického vraždícího klauna Pennywise se do Derry vrací každých sedmadvacet let. V roce 1957 se zkázu podařilo odvrátit skupině sedmi dětí, outsiderů, jimž se každý vysmíval. Koktající Bill, černoch Mike, obézní Ben, astmatický Richie, zakřiknutý Eddie, židovský chlapec Stanley a Beverly, dcera věčně opilého žebráka. Všichni už mají své životy, rozprchli se do všech stran, někteří jsou úspěšní, jiní ne. Musí se ale znovu setkat a splnit dávný slib, na který už zapomněli, z něhož však přesto mají podvědomě hrůzu. Po letech se vracejí do Derry, aby se s Pennywisem utkali ještě jednou. Jenom oni jsou schopni společnými silami, zlo sídlící v kanálech pod městem, porazit. Postupné rozpomínání s n minulost, která rozhodně nebyla harmonická, je bolestivé a parta bývalých dětí ví, že ve zkoušce, jíž se nemůže vyhnout, půjde o všechno...
To je možná nejsugestivnější román krále hororu a děs v něm je natolik reálný, že už vždycky budete obcházet kanálové mřížky s mrazením v zádech.

1004 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Un titolo in cui King è riuscito a esprimere meglio le sua qualità

    Ho cominciato a conoscere la lettura americana grazie a Stephen King e a questo romanzo. Ricordo che quando lo lessi, a 13 anni, mi terrorizzò come poche altre cose erano riuscite a fare però, oltre alla paura, era elettrizzante leggere che un gruppe ...(continue)

    Ho cominciato a conoscere la lettura americana grazie a Stephen King e a questo romanzo. Ricordo che quando lo lessi, a 13 anni, mi terrorizzò come poche altre cose erano riuscite a fare però, oltre alla paura, era elettrizzante leggere che un gruppetto di ragazzini stesse combattendo il male con ogni mezzo a loro disposizione.

    L'ho riletto pochi mesi fa, da adulto, e devo dire che le sensazioni sono rimaste immutate: c'è un paura ancestrale che vive in quella cittadina e che si nutre di male perpretato da e sugli abitanti; è come una creatura che cresce e matura finchè non è pronta per mostrarsi in tutta la sua terribile potenza. Poi ci sono dei ragazzi, semplici ragazzi, che si accorgono della cosa e intervengono per salvare la città ma, di fatto, riescono solo a rimettere a dormire la bestia.

    Perchè King scelga dei ragazzi come protagonisti è presto detto: quando si comincia a crescere insieme ad un gruppo di veri amici si impara ad affrontare le difficoltà della vita contando gli uni su gli altri e non c'è bene più grande di questo per affrontare un'entità maligna.

    Is this helpful?

    Mick Paolino said on Sep 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'inquietudine...

    Ho messo l'etichetta Horror ma in realtà si tratta solo di una sfumatura..
    Era da tanto che volevo leggere questo libro, se non altro perché la miniserie che ne è stata tratta fu l'unico film che mi spaventò davverò.. La scena di Georgie che fa l'occ ...(continue)

    Ho messo l'etichetta Horror ma in realtà si tratta solo di una sfumatura..
    Era da tanto che volevo leggere questo libro, se non altro perché la miniserie che ne è stata tratta fu l'unico film che mi spaventò davverò.. La scena di Georgie che fa l'occhiolino dalla foto che poi secerne sangue mi colpì come un fulmine. E dopo quella scena mai nessun film del terrore riuscì ad impressionarmi.
    Il libro è decisamente migliore della mini serie cinematografica. Tutta la spiegazione della storia di Derry, di It come presenza incombente e intrisa nella cittadina stessa, la visione onirica dell'incontro dei ragazzi col mostro: tutto questo va oltre ogni possibile immaginazione. Un capolavoro, non di terrore, ma di angoscia si. Immagini cruente che non sono fini a se stesse ma descrivono la pazzia e il delirio di persone disturbate e oppresse dalla presenza di It oppure impazzite per conto proprio.. ammetto che qualche notte l'ho passata in compagnia di incubi. Incubi catartici, che ti svegli e ti stringi al tepore delle lenzuola che ti avvolgono.
    Capolavoro. Mi rammarico solo di non averlo letto prima.

    Is this helpful?

    Dennissima said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La inocencia de la niñez casi siempre va acompañada de cierta malicia, la malicia de no tener responsabilidades totales de los actos realizados, de la ignorancia de las consecuencias y de lo liberador que es no tener una visión completa de las cosas. ...(continue)

    La inocencia de la niñez casi siempre va acompañada de cierta malicia, la malicia de no tener responsabilidades totales de los actos realizados, de la ignorancia de las consecuencias y de lo liberador que es no tener una visión completa de las cosas. La historia de ESO gira en torno a eso para mi, la maldad aprovechándose de la ignorancia, pero que al mismo tiempo ese puede derrotar a la maldad, la ignorancia vuelta inocencia, la inocencia de creer todo de no cuestionar nada y dar las cosas por hecho. La fuerza o poder de eso radica en una minúscula parte de la tierra, donde a pesar de su antigüedad, se conforma con gobernar una parte pequeña del mundo, de forma mezquina y cobarde se apropia de la conciencia de la gente que vive en su mundo, gente en su mayoría cobarde que le da poder sin saberlo. Dentro de este sitio malsano, llegan Los 7 un grupo que a pesar de estar dentro de la podredumbre, se atreve a soñar, a salir de esa sociedad conformista y mala, nada mas peligroso para ESO que los sueños y el creer. La novela es una historia sumamente inquietante donde los mejores elementos de King surgen e incluso son piedra angular para futuras novelas dentro de tu litografía, las descripciones terroríficas en algunos casos pueden ser exageradas y caer en lo absurdo, pero la mayoría de las escenas escabrosas son de una repulsión absoluta y que tocan fibras de horror y asco. Para mi decae un poco las ultimas 40 paginas con una confrontación entre el bien y el mal que me hubiera gustado fuera mas impactante y una inercia final que se podría haber ahorrado sin problemas. Pero en general sigue siendo una obra muy entretenida que la versión televisiva definitivamente no le hace justicia.

    Is this helpful?

    Alexa21 2001 said on Sep 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    i peggiori incubi che si materializzano, in un posto "sbagliato", Derry. 1300+ pagine che ho voluto finire, ma senza la spinta degli altri libri del re. una lettura che non consiglierei. ognuno ha i suoi limiti nell'accettare il surreale, ed IT ha de ...(continue)

    i peggiori incubi che si materializzano, in un posto "sbagliato", Derry. 1300+ pagine che ho voluto finire, ma senza la spinta degli altri libri del re. una lettura che non consiglierei. ognuno ha i suoi limiti nell'accettare il surreale, ed IT ha decisamente superato i miei.

    Is this helpful?

    Maurizio Berti said on Sep 3, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    It è una grande libro sui bambini, sulla difficoltà di crescere. Sull'amicizia. E solo in ultimo luogo sulla paura.

    Certo, fa paura, e tanta. A tratti è proprio terrificante. Ma la cosa che mi resterà, girata l'ultima pagina (ormai manca poco!) sar ...(continue)

    It è una grande libro sui bambini, sulla difficoltà di crescere. Sull'amicizia. E solo in ultimo luogo sulla paura.

    Certo, fa paura, e tanta. A tratti è proprio terrificante. Ma la cosa che mi resterà, girata l'ultima pagina (ormai manca poco!) saranno loro. Bill che balbetta, Ben che è grasso, Beverly che il padre la picchia "con amore", Mike che è l'unico nero in città, Eddie e le sue malattie, Stan serio ed ebreo fino al midollo, Richie inarrestabile.

    Questo libro mi ha fatto davvero ricordare cosa voglia dire essere bambini. Ed anche cosa voglia dire essere adulti, e dimenticare piano piano, non in un giorno solo, ma inesorabilmente.

    "L'energia che si scialacqua con tanta profusione da ragazzi, l'energia che si ritiene non debba mai esaurirsi, si dilegua fra i diciotto e i ventiquattro anni per essere sostituita da qualcosa di assai più opaco, una sensazione fittizia come quella che ti dà una sniffata: aspirazione, forse, o traguardi, o comunque voglia chiamarla un qualsiasi universitario rampante. Niente di sconvolgente. Non se ne va tutta d'un colpo, con un grande scoppio. E forse è proprio questo l'aspetto più inquietante, pensa adesso. Non si smette di essere piccoli tutt'a un trat- to, con una grande esplosione, come uno di quei palloncini pubblicitari con gli slogan. Il bambino che hai dentro cola fuori, trapela come aria da una foratura in una gomma. E un giorno ti guardi allo specchio e ti trovi a faccia a faccia con un adulto. Puoi continuare a portare i blu jeans, puoi continuare ad andare ai concerti di Springsteen e Seger, ti puoi tingere i capelli, ma la faccia che c'è nello specchio è lo stesso quella di un adulto. Ed è successo tutto mentre dormivi, forse, come la visita della fatina dei denti."

    King è un re, nonostante non sia sempre all'altezza di sè stesso ( e chi lo è?). King è un re e questo lo sapevamo già.

    Is this helpful?

    Zaide Noll said on Sep 1, 2014 | 5 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book