To Kill a Mockingbird

By

Publisher: Infobase Publishing (Facts on File/Chelsea House)

4.4
(10913)

Language: English | Number of Pages: 107 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi traditional , German , Spanish , French , Italian , Portuguese , Dutch , Catalan , Swedish , Korean , Polish , Indonesian

Isbn-10: 1604138114 | Isbn-13: 9781604138115 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Paperback , Audio Cassette , School & Library Binding , Library Binding , Audio CD , Others , Unbound , Leather Bound , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Social Science

Do you like To Kill a Mockingbird ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Discusses the setting, characters, plotline, and themes of the novel, and includes a short biography of Harper Lee and an analysis of the book compared to the ...
Sorting by
  • 5

    Volevo leggerlo perché si sente nominare spesso, poi mi è stato consigliato e l'ho iniziato subito. Devo dire che è fantastico.
    Parla di temi importanti in modo semplice, questo secondo me lo rende an ...continue

    Volevo leggerlo perché si sente nominare spesso, poi mi è stato consigliato e l'ho iniziato subito. Devo dire che è fantastico.
    Parla di temi importanti in modo semplice, questo secondo me lo rende ancora più bello: dà ottimi spunti di riflessione senza appesantire la lettura e lo rende adatto anche ai più giovani.
    È stato scritto molto tempo fa, però i temi sono ancora attuali. Si parla di razzismo, ma questo tema non può essere limitato a questo. Bisogna riflettere sulle origini di esso, sul pregiudizio, sulla paura del diverso, sulla conoscenza limitata (o perfino assente) dell'uomo. Al giorno d'oggi si sono fatti dei passi avanti, ma decisamente passi molto corti.
    Importante, secondo me, è anche il fatto che siano proprio i figli di Atticus ad avere una mentalità così aperta. I genitori hanno il potere di insegnare, di influenzare i figli nel loro agire. Scout non giudica Tom solo per il suo aspetto, inoltre cerca un contatto con Boo. Quest'ultimo fa ragionare sul fatto che si teme ciò che non si conosce.
    Molto bello, offre molti spunti.

    said on 

  • 3

    letto con attenzione.
    un libro un po' datata ma fine ed intelligente.
    una storia semplice ma importante.
    da consigliare ad un figlio di oggi, per spiegare anche la banalità del razzzismo ...continue

    letto con attenzione.
    un libro un po' datata ma fine ed intelligente.
    una storia semplice ma importante.
    da consigliare ad un figlio di oggi, per spiegare anche la banalità del razzzismo

    said on 

  • 0

    C'è qualcosa che rende questo libro speciale, la semplicità. La semplicità con cui è scritto, la semplicità dei personaggi ma soprattutto la semplicità di chi racconta, una bambina, la piccola Scout. ...continue

    C'è qualcosa che rende questo libro speciale, la semplicità. La semplicità con cui è scritto, la semplicità dei personaggi ma soprattutto la semplicità di chi racconta, una bambina, la piccola Scout. Ai suoi occhi tutto assume un tono diverso, meno duro, addirittura meno spaventoso e doloroso di quel che potrebbe essere a volte, ma non per questo meno incisivo, meno vero, anzi. E' proprio l'ingenuità di una bambina che, col suo sguardo inconsapevole rivolto al mondo che la circonda, rende tutto più autentico e lo riporta alla verità, quella più pura, più trasparente...
    L'argomento è sempre di un'attualità disarmante e deve farci riflettere, non solo sul razzismo che oggi non sfocia unicamente nel colore della pelle ma sulla cattiveria dell'uomo, sull'ignoranza... e deve essere un monito per migliorare noi stessi.
    Ho amato tantissimo il personaggio di Atticus ma anche Scout e Jem, ancora piccoli ma desiderosi di capire e far parte di quel mondo che li circonda.
    A chi non lo avesse ancora visto consiglio il film con Gregory Peck. Molto fedele al libro e veramente stupendo!

    said on 

  • 5

    Una storia importante raccontata in modo semplice.
    Una semplicità disarmante e potentissima.
    Un libro che tutti dovremmo leggere, un racconto pieno di valori morali. Ho provato simpatica e ammirazione ...continue

    Una storia importante raccontata in modo semplice.
    Una semplicità disarmante e potentissima.
    Un libro che tutti dovremmo leggere, un racconto pieno di valori morali. Ho provato simpatica e ammirazione per la famiglia Finch (comprendo nella famiglia anche Calpurnia).
    Atticus è superbo come personaggio, sia come avvocato, ma anche e soprattutto come padre. I suoi figli sono degni del padre, mi hanno fatto sorridere molte volte durante la lettura.
    Scout, la narratrice, è straordinaria.
    Ho amato questo libro. Una storia che non si dimentica...e che parla a tutte le coscienze.

    said on 

  • 5

    Una denuncia all'ignoranza che genera il pregiudizio e, di conseguenza, alimenta il razzismo, in qualsiasi sua forma. Un libro che, per quanto se ne senta parlare, sembra già di conoscere. Leggendolo ...continue

    Una denuncia all'ignoranza che genera il pregiudizio e, di conseguenza, alimenta il razzismo, in qualsiasi sua forma. Un libro che, per quanto se ne senta parlare, sembra già di conoscere. Leggendolo ci si ricrede, fortunatamente: non ne avrete avuto abbastanza quando, al termine di questo impeccabile romanzo di formazione, tutti i pezzi si incastreranno e voi sarete maturati assieme a Scout Fich. Il padre, Atticus Finch, è un uomo magistrale, un esempio genitoriale e sociale. I personaggi secondari sono una degna cornice di quest'opera, ne ho trovati raramente di così umanamente completi.

    Da quando ho terminato questo romanzo mi domando se mai avrò il piacere e la fortuna di leggere qualcosa che saprà catturarmi ed emozionarmi tanto quanto Il buio oltre la siepe.

    said on 

  • 5

    Un salto nel buio (oltre la siepe)

    Non sapevo cosa aspettarmi da questo romanzo. Ne conoscevo solo il titolo e non avevo assolutamente idea di dove come e quando collocare la storia, la sua pubblicazione e l'autore.

    Quindi inizio a le ...continue

    Non sapevo cosa aspettarmi da questo romanzo. Ne conoscevo solo il titolo e non avevo assolutamente idea di dove come e quando collocare la storia, la sua pubblicazione e l'autore.

    Quindi inizio a leggere e mi ritrovo nella mente di Scout, questa ragazzina simpatica e pimpante che ci racconta tutto quello che le capita attorno e pensa al riguardo. Non mi è ancora ben chiaro quale sarà il filo conduttore, che cosa mi racconterà Scout, ma proseguo affezionandomi subito alla signorina Finch.

    Il punto di vista è quello proprio di un bambino, un pò come il famoso "fanciullino" di Pascoli, perciò siamo alle prese con i dubbi sulle questioni che vanno oltre l'ordinario, tutti i perchè delle "stranezze" altrui,il tutto tra le avventure con il suo fidato fratello Jem, le ramanzine della domestica Calpurnia, l'amico estivo Dill, tutti gli interessanti personaggi del quartiere con le loro storie e "pettegolezzi" e primo fra tutti Atticus, il suo supereroe.

    All'inizio bisogna affrontare questo alone di mistero che aleggia intorno alla casa e alla persona di Boo Radley, perchè non esce mai di casa, è morto non è morto, qualcuno l'ha mai visto, ecc ecc, poi ci sono i i vari stereotipi/pregiudizi sulle famiglie Cunningam, Ewell, l'Approdo dei Finch, Ms Maudie, tutte cose che rappresentano dei capisaldi per le idee della bambina. Quando vede avvicinarsi qualche minaccia a mettere in discussione queste sue certezze c'è sempre il porto sicuro di Atticus pronto a spiegarle e a dissipare ogni suo dubbio.
    Le cose si complicano quando la comunità inizia ad additare Atticus, che è un avvocato, perchè scelto come difensore di un negro accusato di violenza carnale. Da qui una serie di avvenimenti ed episodi che interessano la stessa Scout che si vede presa di mira e maltrattata per via del padre, definito "negrofilo", a seguito del lavoro intrapreso.
    Scout, per la prima volta, si ritrova a dover fronteggiare l'ostilità di bambini ed adulti senza capirne il motivo. E soprattutto cosa significa negrofilo? "è un bene o un male? E perchè non posso darle di santa ragione a chi offende Atticus?"

    Da qui iniziano le vicende processuali di Atticus, e con esse Scout è costretta ad affrontare le questioni legate a "giusto e sbagliato" della condizione umana (bianco è migliore del nero) perchè la comunità pensa in una maniera e Atticus in un'altra, allora quale seguire....

    Nel complesso una bella lezione civica che troverà la sua conclusione in una sorta di lezione di "giustizia e coscienza".

    Una storia da leggere. La narrazione "fanciullesca" alleggerisce e rende più divertente il racconto. Personaggi sublimi e una certa dose di moralità che non fa mai male.

    said on 

  • 5

    "Quasi tutte le persone sono simpatiche quando si riescono a capire"

    "Un classico senza tempo" mi dicevano: era proprio per quello che non volevo leggerlo, per la paura che fosse, come spesso accade, un mattone sopravvalutato. E invece. Invece avevano ragione, perchè p ...continue

    "Un classico senza tempo" mi dicevano: era proprio per quello che non volevo leggerlo, per la paura che fosse, come spesso accade, un mattone sopravvalutato. E invece. Invece avevano ragione, perchè pur essendo ambientato nel profondo sud degli Stati Uniti negli anni '30, è più attuale che mai.
    La famiglia Finch, con la tanto piccola quanto astuta Scout, il coraggioso e inseparabile fratello Jem e il padre Atticus, che con sensibilità e intelligenza lotta contro i pregiudizi mettendo a serio pericolo la sua vita e quella dei suoi figli, è il prototipo di una famiglia contemporanea, in cui la mancanza della madre è sopperita dalle faticose attenzioni di un padre impegnato che cerca di insegnare ai figli il rispetto verso ciò che è ignoto o disprezzato a priori.
    Facendo raccontare la storia dalla voce innocente e disincantata di Scout, le pagine scorrono veloci e incalzanti, facendoci rimpiangere di raggiungerne così presto la fine.
    Consigliatissimo inserirlo come libro di lettura nelle scuole, ma soprattutto nelle librerie degli adulti.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by