Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Toccato dal fuoco

Di

Editore: TEA

3.8
(23)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 397 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8850206496 | Isbn-13: 9788850206490 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Serra

Genere: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Medicine

Ti piace Toccato dal fuoco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Esiste davvero un legame tra genio pittorico, musicale, poetico e follia? Edove nasce l'immaginazione artistica, ribollente crogiolo di creatività in cuisi fondono tormento ed eccitazione, umori tempestosi e sfrenata ebbrezza? Aqueste domande risponde "Toccato dal fuoco", affascinante viaggio sul mareinquieto dell'arte e dei suoi rapporti con quella che un tempo si definiva la"bella follia" e che oggi porta il nome assai meno romantico di sindromemaniaco-depressiva. Basandosi sui progressi della genetica, delle neuroscienzee della farmacologia, ma anche sul lavoro di ricerca nelle lettere, nei diaridi Vincent Van Gogh, Robert Schumann, Ernest Hemingway, Virginia Woolf e dialtri artisti, l'autrice individua i presupposti biologici della depressione.
Ordina per
  • 4

    Sarebbe bello che lo leggessero tutti quelli che "così curi il sintomo, non la malattia", quelli che "se in una famiglia ci sono due o più depressi, si spiega con l'influsso ambientale/culturale dell'uno sull'altro", ma a volte non vale la pena sprecare fiato.


    Si fa un po' fatica a seguire ...continua

    Sarebbe bello che lo leggessero tutti quelli che "così curi il sintomo, non la malattia", quelli che "se in una famiglia ci sono due o più depressi, si spiega con l'influsso ambientale/culturale dell'uno sull'altro", ma a volte non vale la pena sprecare fiato.

    Si fa un po' fatica a seguire il linguaggio tecnico, soprattutto nei passaggi più statistici, ma è un saggio bello e curioso, approfondito e che dà spazio a varie teorie sulle cause degli eventi della mente. Un intero capitolo è dedicato a Lord Byron, e opportunamente, visto che il personaggio e l'aggettivo derivante dal suo nome finirono per diventare sinonimi di recita, gigantismo, megalomania... nulla di più falso. Molto validi anche i capitoli sull'ereditarietà e sul rapporto bipolarismo-creatività.

    ha scritto il 

  • 2

    alti e bassi

    lettura fatta a morsi, perché tutto insieme è troppo un dubbio sul capitolo dell'ereditarietà: non manca molto a isolare il gene del genio folle...torniamo al talento innato?

    ha scritto il 

  • 3

    Toccati dal fuoco

    Come l'esperienza soggettiva e mentale affonda le proprie radici nell'attività del Sistema Nervoso e nella sintesi genetica di cui ogni essere umano è ignaro custode? Annosa domanda... un fuoco ardente a cui questo libro aggiunge legna da ardere.

    ha scritto il