Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare

Voto medio di 689
| 211 contributi totali di cui 190 recensioni , 21 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
enzo
Ha scritto il 18/08/18
L’unico neo di questo scorrevole saggio è che l’autrice, in alcuni passaggi, sembra incarnare il classico stereotipo della donna d’altri tempi che guarda alle nuove generazioni con fare giudicante. Criticare con un’ironia non sempre velata il fatto c...Continua
Ebenti
Ha scritto il 15/10/17
Se anche si possono condividere alcune osservazioni della scrittrice sulla società e sul mondo giovanile, poco indirizzato e invogliato alla "fatica" dello studio, ho trovato molto superficiali e poco costruttive le sue critiche verso qualsiasi forma...Continua
Max Crudo
Ha scritto il 26/09/17
Non lo faremo più...
Forse il punto chiave del libro di Paola Mastrocola si trova a pag. 46 quando scrive: «Siamo spietati? Sì, siamo spietati. Stiamo esagerando? Forse sì, ci piace da pazzi esagerare. È probabile che per questo scriviamo libri…». La critica spietata non...Continua
Signorino...
Ha scritto il 20/05/17

Un punto di vista serio dall'interno dell'apparato scolastico.

Angebet
Ha scritto il 07/03/17
Ingredienti: un'istituzione (la scuola) che pare in crisi irreversibile, i suoi rappresentanti (docenti) costretti ad insegnare materie del passato seguendo riforme fin troppo futuristiche, i suoi frequentatori (gli studenti) più interessati ad assis...Continua

Ebenti
Ha scritto il Oct 15, 2017, 13:47
p.53 "... questa generazione a scuola ci va, sì, ma a dispetto della sostanza stessa della scuola, che sarebbe il fatto di dover studiare. Vanno a scuola e non studiano. E' una specie di avversativa-concessiva: vanno a scuola ma, ciò nonostante, non...Continua
The Lizard
Ha scritto il Aug 08, 2013, 18:19
Si leggeranno comunque libri sull’iPad? Sì, certo. Ma non credo proprio che apriremo un libro a pagina 1 e lo leggeremo tutto fino a pagina 321, per esempio, mettendoci il tempo necessario. Credo che l’iPad cambierà la nostra lettura. E che i libri n...Continua
Pag. 2261
The Lizard
Ha scritto il Aug 08, 2013, 18:18
Voglio dire che una società del piacere ha bisogno di una scuola del piacere, non certo di una scuola della sofferenza o della fatica! Cioè, se la società adulta a un certo punto ha cominciato a intendere la vita come divertimento-intrattenimento, sv...Continua
Pag. 1729
The Lizard
Ha scritto il Aug 08, 2013, 18:17
Adorno criticava la condiscendenza per gli uomini come sono, vista come falsa virtù, come virtù piccolo-borghese: «Il borghese (...) è tollerante. Il suo amore per la gente com’è nasce dall’odio per l’uomo come dovrebbe essere».
Pag. 1450
The Lizard
Ha scritto il Aug 08, 2013, 18:16
Si usa il Web, l’infinito patrimonio ora a disposizione di tutti, si manipola, si linka, si copia, si compila. Esistono le griglie, gli schemi, i fac-simile preconfezionati. Non importa nemmeno conoscere la propria lingua. Non esiste più lo scrivere...Continua
Pag. 1036

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi