Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tokio blues

Norwegian wood

By Haruki Murakami

(508)

| Paperback | 9788483835043

Like Tokio blues ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una historia de amor triangular que se convierte en el relato de una educación sentimental pero también de las pérdidas que implica toda maduración .

Toru Watanabe, un ejecutivo de 37 años, escucha casualme Continue

Una historia de amor triangular que se convierte en el relato de una educación sentimental pero también de las pérdidas que implica toda maduración .

Toru Watanabe, un ejecutivo de 37 años, escucha casualmente mientras aterriza en un aeropuerto europeo una vieja canción de los Beatles, y la música le hace retroceder a su juventud, al turbulento Tokio de finales de los sesenta. Toru recuerda, con una mezcla de melancolía y desasosiego, a la inestable y misteriosa Naoko, la novia de su mejor –y único– amigo de la adolescencia, Kizuki. El suicidio de éste les distancia durante un año hasta que se reencuentran en la universidad. Inician allí una relación íntima; sin embargo, la frágil salud mental de Naoko se resiente y la internan en un centro de reposo. Al poco, Toru se enamora de Midori, una joven activa y resuelta. Indeciso, sumido en dudas y temores, experimenta el deslumbramiento y el desengaño allá donde todo parece cobrar sentido: el sexo, el amor y la muerte. La situación, para él, para los tres, se ha vuelto insostenible; ninguno parece capaz de alcanzar el delicado equilibrio entre las esperanzas juveniles y la necesidad de encontrar un lugar en el mundo.
Con un fino sentido del humor, Murakami ha escrito el conmovedor relato de una educación sentimental, pero también de las pérdidas que implica toda maduración. Tokio blues supuso el reconocimiento definitivo del autor en su país, donde se convirtió en un best seller.

2716 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    “Quello che lei cercava non era il mio braccio, ma il braccio di qualcuno.
    Quello che cercava non era il mio calore, ma il calore di qualcuno.
    Mi sentivo quasi in colpa a essere io a occupare quel posto.”

    Is this helpful?

    Dimitja said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una canzone dei Beatles ascoltata in aereo risveglia nel protagonista il ricordo di quando, vent'anni prima, aveva amato una ragazza... Murakami si mette alla prova con un'opera più tradizionale delle precedenti, e secondo me vince la scommessa.

    Is this helpful?

    Prettysilvia said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ricordi evocati dalle note di una canzone ( a chi non accade?). La melodia della splendida Norwegian Wood dei Beatles che fa riemergere dalle zone d'ombra episodi del passato con tutta la loro carica emotiva. Quello che torna alla luce è un periodo p ...(continue)

    Ricordi evocati dalle note di una canzone ( a chi non accade?). La melodia della splendida Norwegian Wood dei Beatles che fa riemergere dalle zone d'ombra episodi del passato con tutta la loro carica emotiva. Quello che torna alla luce è un periodo particolare della vita del narratore: il passaggio dall' adolescenza all'età adulta. Periodo difficile per tutti, un po' di più se sei un adolescente giapponese. Di fatto, il Giappone detiene il triste record di suicidi tra i giovani.
    Nel corso del romanzo sono narrati ben tre suicidi. Tutti senza una apparente ragione se non quella riconducibile a un generico, quanto devastante “ male di vivere”.
    Tutti i personaggi del romanzo sembrano troppo fragili per reggere il peso di un mondo in perenne conflitto tra rigida tradizione e sfrenata modernità.
    Il giovane protagonista, Toru, assomiglia, nel suo sforzo di decifrare il caos del mondo, a un novello Holden asiatico. Non a caso proprio il romanzo di Salinger è una delle sue letture preferite. Come lo è “La Montagna incantata”, simbolo dell'isolamente da un mondo ostile ed estraneo in cui si rifugia Naoko, la giovane adolescente amata da Toru.
    Insomma, l'arte che imita l'arte che imita la vita.
    Solo col dolore e lo strazio della morte delle persone più care Toru riuscirà a compiere il percorso di crescita che lo porterà alla piena coscienza di sé.
    Il romanzo si chiude senza una vera fine, lasciando aperta la porta a personali suggestioni.
    A me non dispiace immaginare che Toru, dopo tanto penare, passi un po' del suo tempo a guardare divertito le anatre del laghetto, assieme al suo alter-ego Holden Caulfield.

    Is this helpful?

    Alberto Zeni said on Sep 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    secondo tempo

    sicuramente meglio del primo impatto con murakami ma ancora la sensazione di incompiutezza e quel sottile vuoto silenzioso rimangono in me dopo la lettura di questo libro.
    forse è un mio "blocco". cercavo più coinvolgimento, più "luce" nella trama, ...(continue)

    sicuramente meglio del primo impatto con murakami ma ancora la sensazione di incompiutezza e quel sottile vuoto silenzioso rimangono in me dopo la lettura di questo libro.
    forse è un mio "blocco". cercavo più coinvolgimento, più "luce" nella trama, più ispirazione. e avrei dovuto/potuto invece apprezzare di più il lato "cronachistico" (?). il racconto cioè di un'epoca che non ho vissuto, lontana da me nel tempo e nello spazio.
    a conti fatti, ci sta una mezza stella in più. per il finale, che regala un briciolo di speranza e che mi ha emozionato più di ogni altro passaggio del libro (c'era finalmente del sentimento vivo e positivo). e per midori (il verde è il mio colore preferito)perché mi ha fatto spesso sorridere, perché è la luce che ogni tanto fa capolino tra pagine spesse e grigie. e perché cucina bene.

    Is this helpful?

    elihime said on Aug 29, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Murakami proprio non mi convince. Libro osannato ma a me non ha convinto. Lento, a tratti monotono, un po scontato.

    Is this helpful?

    Anga said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sesso e Suicidio

    Il problema non è che uno, si svegli una mattina, e scriva un romanzo come questo.

    Il problema è che un mare di gente lo ritenga un capolavoro.

    Questo,
    è il vero problema.

    Is this helpful?

    Pagodina said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book