Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tokio blues

Norwegian wood

By Haruki Murakami

(507)

| Paperback | 9788483835043

Like Tokio blues ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una historia de amor triangular que se convierte en el relato de una educación sentimental pero también de las pérdidas que implica toda maduración .

Toru Watanabe, un ejecutivo de 37 años, escucha casualme Continue

Una historia de amor triangular que se convierte en el relato de una educación sentimental pero también de las pérdidas que implica toda maduración .

Toru Watanabe, un ejecutivo de 37 años, escucha casualmente mientras aterriza en un aeropuerto europeo una vieja canción de los Beatles, y la música le hace retroceder a su juventud, al turbulento Tokio de finales de los sesenta. Toru recuerda, con una mezcla de melancolía y desasosiego, a la inestable y misteriosa Naoko, la novia de su mejor –y único– amigo de la adolescencia, Kizuki. El suicidio de éste les distancia durante un año hasta que se reencuentran en la universidad. Inician allí una relación íntima; sin embargo, la frágil salud mental de Naoko se resiente y la internan en un centro de reposo. Al poco, Toru se enamora de Midori, una joven activa y resuelta. Indeciso, sumido en dudas y temores, experimenta el deslumbramiento y el desengaño allá donde todo parece cobrar sentido: el sexo, el amor y la muerte. La situación, para él, para los tres, se ha vuelto insostenible; ninguno parece capaz de alcanzar el delicado equilibrio entre las esperanzas juveniles y la necesidad de encontrar un lugar en el mundo.
Con un fino sentido del humor, Murakami ha escrito el conmovedor relato de una educación sentimental, pero también de las pérdidas que implica toda maduración. Tokio blues supuso el reconocimiento definitivo del autor en su país, donde se convirtió en un best seller.

2713 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    secondo tempo

    sicuramente meglio del primo impatto con murakami ma ancora la sensazione di incompiutezza e quel sottile vuoto silenzioso rimangono in me dopo la lettura di questo libro.
    forse è un mio "blocco". cercavo più coinvolgimento, più "luce" nella trama, ...(continue)

    sicuramente meglio del primo impatto con murakami ma ancora la sensazione di incompiutezza e quel sottile vuoto silenzioso rimangono in me dopo la lettura di questo libro.
    forse è un mio "blocco". cercavo più coinvolgimento, più "luce" nella trama, più ispirazione. e avrei dovuto/potuto invece apprezzare di più il lato "cronachistico" (?). il racconto cioè di un'epoca che non ho vissuto, lontana da me nel tempo e nello spazio.
    a conti fatti, ci sta una mezza stella in più. per il finale, che regala un briciolo di speranza e che mi ha emozionato più di ogni altro passaggio del libro (c'era finalmente del sentimento vivo e positivo). e per midori (il verde è il mio colore preferito)perché mi ha fatto spesso sorridere, perché è la luce che ogni tanto fa capolino tra pagine spesse e grigie. e perché cucina bene.

    Is this helpful?

    elihime said on Aug 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Murakami proprio non mi convince. Libro osannato ma a me non ha convinto. Lento, a tratti monotono, un po scontato.

    Is this helpful?

    Anga said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sesso e Suicidio

    Il problema non è che uno, si svegli una mattina, e scriva un romanzo come questo.

    Il problema è che un mare di gente lo ritenga un capolavoro.

    Questo,
    è il vero problema.

    Is this helpful?

    Pagodina said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Può piacere o non piacere

    Trovo molto calzanti le parole presenti nel post scriptum di Murakami e le riporto qui di seguito...
    "Penso che questo libro possa piacere o non piacere proprio come posso piacere o non piacere io come individuo. Anche se naturalmente mi auguro che a ...(continue)

    Trovo molto calzanti le parole presenti nel post scriptum di Murakami e le riporto qui di seguito...
    "Penso che questo libro possa piacere o non piacere proprio come posso piacere o non piacere io come individuo. Anche se naturalmente mi auguro che abbia una sua vita autonoma al di la della mia persona." Il bello di questo libro sta proprio nell'autonomia, nel senso di indipendenza immaginifica che ne comporta. Nonostante la mia lentezza nel leggere, la mia pigrizia, è sempre stato molto semplice riprendere la lettura di questo testo, i personaggi mi sono entrati dentro. Da Watanabe, Midori e forse più di tutti Reiko che hanno preso forma con delicatezza. La mia critica sta forte nella storia, che non ha saputo prendermi fortemente quanto l'atmosfera e l'accompagnamento musicale. Un peccato che cozza con lo stile eccelso dello scrittore.
    Al prossimo libro
    Sergio

    Is this helpful?

    serscop said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Davvero bello...

    ...e molto inquietante: un viaggio in un Giappone che nella sua gioventù di fine anni sessanta é meno lontano di quanto sembri a prima vista. Un romanzo di formazione folgorante.

    Is this helpful?

    Paolopoi said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book