Tokyo Express

Voto medio di 235
| 33 contributi totali di cui 29 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In una cala rocciosa della baia di Hakata, i corpi di un uomo e di una donna vengono rinvenuti all’alba. Entrambi sono giovani e belli. Il colorito acceso delle guance rivela che hanno assunto del cianuro. Un suicidio d’amore, non ci sono dubbi. La p ...Continua
Murasaki
Ha scritto il 30/11/18
Un giallo breve, scorrevole, intrigante e che trasuda Giappone da ogni poro. Solo in Giappone, con la sua secolare tradizione a riguardo, il suicidio di due amanti su una spiaggia desolata può essere considerato un evento se non banale comunque all'o...Continua
Betty Flanagan
Ha scritto il 29/11/18

Breve e stiloso ... non conoscevo lo stile nippo-classico del giallo ...
Mi ha ricordato i ragionamenti investigativi della serie anime tv "Deathnote" ... quindi bello!
(un appunto: le mappe non a fine libro ... mannaggia!)

danimerolone
Ha scritto il 21/10/18
Solo chi ama il Giappone e i giapponesi saprà davvero apprezzare questo libro, che esprime perfettamente nello stile narrativo parecchie peculiarità di questo popolo. Personalmente l'asetticità e la quasi totale assenza di pathos, mi hanno fatto inna...Continua
Gab (the girl...
Ha scritto il 24/09/18
Ho veramente faticato a finirlo, l'ho trovato lento (il che non è sempre un difetto, ma in questo caso, per me, sì), ripetitivo e prevedibile. Non sono una lettrice di gialli e quando ne leggo qualcuno non sono tra quelli che riescono a capire subito...Continua
Fabio
Ha scritto il 17/09/18
Storia gialla, di stampo classico, ma originale, forse un po’ pedante nell’estrema precisione della trama che si dipana intorno agli orari ferroviari e alle possibilità corrispondenti di trovarsi in luoghi diversi rispetto agli alibi. Emerge, come sp...Continua

Amico Fritz
Ha scritto il Jul 07, 2018, 09:58
A Mihara piaceva andare in tram senza una destinazione precisa. (...) Ogni volta che il tram si fermava poi ripartiva, lui si stringeva nel suo sedile, si chiudeva in se stesso e si abbandonava al fluttuare dei propri pensieri.
Pag. 115
Amico Fritz
Ha scritto il Jul 04, 2018, 20:32
Era un posto tranquillo. Le case avevano ancora i tetti di paglia. La montagna da un lato, oltre i tetti l'azzurro del mare.
Pag. 92
Amico Fritz
Ha scritto il Jul 02, 2018, 22:11
Nell'attesa si infilò le mani nelle tasche e, in piedi davanti all'entrata, si mise a guardare fuori. Il solito scenario malinconico e sempre uguale delle stazioni. C'era una mensa, un piccolo emporio e una frutteria. Nella piazzetta antistante era p...Continua
Pag. 43
Amico Fritz
Ha scritto il Jul 02, 2018, 21:35
Chi ha più motivi per farla finita di solito non lascia spiegazioni.
Pag. 34

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi