Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tokyo Vice

An American Reporter on the Police Beat in Japan

By Jake Adelstein

(18)

| Hardcover | 9780307378798

Like Tokyo Vice ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

28 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Per essere una lettura piacevole questo libro libro doveva finire molte pagine prima. All'inizio incuriosisce per gli aneddoti sulla società giapponese. A metà gli aneddoti scarseggiano e l'ultima pagina arriva quando ormai la noia è diventato l'ulti ...(continue)

    Per essere una lettura piacevole questo libro libro doveva finire molte pagine prima. All'inizio incuriosisce per gli aneddoti sulla società giapponese. A metà gli aneddoti scarseggiano e l'ultima pagina arriva quando ormai la noia è diventato l'ultimo ricordo di questa lettura.

    Is this helpful?

    Vulpixinrome said on Dec 4, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    l'avevo adocchiato molto tempo fa, mi interessava perchè sono amante del giappone, l'ho comprato appena trovato usato.
    la quarta di copertina fa pensare a qualcosa di più duro, teso, in realtà la narrazione a volte è quasi noiosa.
    ma descrive il giap ...(continue)

    l'avevo adocchiato molto tempo fa, mi interessava perchè sono amante del giappone, l'ho comprato appena trovato usato.
    la quarta di copertina fa pensare a qualcosa di più duro, teso, in realtà la narrazione a volte è quasi noiosa.
    ma descrive il giappone, gli usi, i modi di pensare e di comportarsi e tanto mi basta per soddisfarmi.
    interessante

    Is this helpful?

    Paolo70 said on Sep 7, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Cos'è? Un pamphlet? Un testo di antropologia culturale giapponese? A volte noioso, altre accorato. Certamente curioso.

    Is this helpful?

    Kin said on Jun 9, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Descrizioni giornalistiche, a tratti interessanti a tratti un po' noiose. Rappresentano però un Giappone oscuro e tutt'altro che rassicurante, sconosciuto alla maggior parte dei visitatori e di superficiali appassionati di quel mondo.

    Is this helpful?

    Nicus said on Apr 20, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Se si desidera un libro scorrevole che tratti di yakuza (meno di quanto comunque ci si aspetta dalla quarta di copertina) e del sistema che intercorre tra spampa/polizia rispetto ai fatti che rientrano della 'cronaca nera' questo e' il libro giusto. ...(continue)

    Se si desidera un libro scorrevole che tratti di yakuza (meno di quanto comunque ci si aspetta dalla quarta di copertina) e del sistema che intercorre tra spampa/polizia rispetto ai fatti che rientrano della 'cronaca nera' questo e' il libro giusto.
    veloce, diretto, forse un po'troppo spiccato il carattere egocentrico di Adelstein, ma non stona.
    avrei preferito alcuni dettagli in piu' dei casi trattati ma, comunque, il senso di solitudine e le contraddizioni dei giapponesi si vedono eccome

    Is this helpful?

    Barbara said on Oct 31, 2012 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Informato, morboso, divertente.

    Tokyo Vice è un'opera di non-fiction che si legge come un romanzo noir degli anni'30, i cui protagonisti sono reporter stakanovisti sempre alla ricerca di uno scoop, che si aggirano per la metropoli con gli occhi arrossati per il sonno arretrato, gli ...(continue)

    Tokyo Vice è un'opera di non-fiction che si legge come un romanzo noir degli anni'30, i cui protagonisti sono reporter stakanovisti sempre alla ricerca di uno scoop, che si aggirano per la metropoli con gli occhi arrossati per il sonno arretrato, gli abiti sgualciti, e l'alito che sa di caffè.

    L'autore è stato per una decade corrispondente di nera del primo quotidiano giapponese e ha seguito numerosi casi importanti. Dal suo resoconto viene fuori un Giappone molto meno ordinato di quanto l'occidentale medio dia di solito per scontato, peccaminoso e profondamente infiltrato dalla Yakuza. La polizia giapponese, pur piuttosto efficiente, risulta essere paralizzata da leggi inadeguate, da influenze politiche, e da inconfessabili pregiudizi, come quello che vuole che qualunque cosa succeda a una lavoratrice dell'industria del sesso se la sia andata a cercare lei, e che ogni gaijin (straniero) sia, per dirla con Jake Adelstein, "colpevole fino a quando provato colpevole".

    Nel complesso, un interessante e ben informato sguardo sul mondo della criminalità e del giornalismo del sol levante, e sulla società giapponese in generale.

    Is this helpful?

    Wellington-L'Antieroe said on Sep 24, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book