Tonio Kröger

Voto medio di 1468
| 103 contributi totali di cui 87 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Scritto nel 1903, il racconto è la storia del lento pervenire del giovane Kröger alla coscienza della propria diversità dai coetanei. In una condizione di totale isolamento la sua sensibilità si dibatte nell'antinomia tra origini borghesi e attrazion ...Continua
Cxr
Ha scritto il 15/10/17
Il dramma di scoprirsi artista
Racconto di formazione, Tonio Kroger sembra partire da dove i Buddenbrock avevano lasciato: il giovane Tonio, rampollo alto borghese di una famiglia di commercianti di Lubecca a causa delle inclinazioni artistiche, alla morte del padre chiude l’atti...Continua
Claudia
Ha scritto il 05/10/17

E' molto bello, ma non so spiegare perché.

Luciano
Ha scritto il 23/11/16
Forse uno dei più bei romanzi di Thomas Mann. Credo che sia assolutamente indispensabile per comprendere il valore sociale, morale e etico che per Mann è sotteso al significa delle parola arte e nello stesso tempo quanto per lui rappresenti l'artista...Continua
NashFriedrich
Ha scritto il 20/10/16
Sto fra due mondi, non mi sento a casa mia in nessuno di essi.
Recensire Thomas Mann richiede umile dedizione, profonda conoscenza del personaggio, una padronanza assoluta della letteratura e una panoramica della storia letteraria che lo circonda. Cose che io non mi sento di possedere in toto, nonostante il mio...Continua
Lorenzo A.
Ha scritto il 16/09/16
Evanescente
Raramente mi capita che un libro non mi dica nulla. Ma proprio nulla, né in positivo né in negativo. Eppure è questo che è capitato con "Tonio Kroger". Scritto né bene né male, racconta una storia né interessante né noiosa. Se questo è un capolavoro...Continua

Daniela
Ha scritto il Sep 28, 2017, 15:44
La felicità infatti, lui si diceva, non è l'essere amati; questa è una soddisfazione della vanità, mista a disgusto. La felicità è amare e forse ghermire piccli illusori approcci all'oggetto amato.
NashFriedrich
Ha scritto il Oct 20, 2016, 12:08
Sto fra due mondi, non mi sento a casa mia in nessuno di essi (...)
NashFriedrich
Ha scritto il Oct 20, 2016, 12:07
Alcuni non possono fare a meno di sbagliare la strada, perché per essi non esiste una strada giusta.
NashFriedrich
Ha scritto il Oct 20, 2016, 12:07
(...) la "vita" - come eterna antitesi allo spirito e all'arte - non è una visione di sanguinosa grandezza, di beltà selvaggia, non rappresenta l'anormalità per noi anormali. Il paese della nostra nostalgia è proprio la normalità, il decoro, la grazi...Continua
NashFriedrich
Ha scritto il Oct 20, 2016, 12:07
Non lasciarsi sopraffare dalla tristezza del mondo: osservare, notare, combattere anche le cose più angosciose, e tuttavia essere di buon umore, nella piena coscienza della propria superiorità morale sull'abominevole invenzione dell'essere - sì, cert...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi