Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Torino è casa mia

By Giuseppe Culicchia

(1282)

| Paperback | 9788842075844

Like Torino è casa mia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Oltre a essere la mia città, Torino è anche la mia casa. E come ogni casa contiene un ingresso, la stazione di Porta Nuova, una cucina, il mercato di Porta Palazzo, un bagno, il Po, e poi naturalmente il salotto di Piazza San Carlo, e quel terrazzo Continue

"Oltre a essere la mia città, Torino è anche la mia casa. E come ogni casa contiene un ingresso, la stazione di Porta Nuova, una cucina, il mercato di Porta Palazzo, un bagno, il Po, e poi naturalmente il salotto di Piazza San Carlo, e quel terrazzo che è il Parco del Valentino, e il ripostiglio del Balon, e una quantità di altre cose e di altre storie. Aprire questo libro è un po' come entrare in casa nostra. Mia. Vostra."

174 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Torino è casa mia, di Giuseppe Culicchia

    http://www.meloleggo.it/recensione-torino-e-casa-mia-di… Come me lo sono potuta perdere, questo piccolo gioiello alla sua prima edizione, nel 2005? E che giustificazioni posso addurre per il 2006? Vogliamo invece parlare del 2 ...(continue)

    http://www.meloleggo.it/recensione-torino-e-casa-mia-di…

    Come me lo sono potuta perdere, questo piccolo gioiello alla sua prima edizione, nel 2005? E che giustificazioni posso addurre per il 2006? Vogliamo invece parlare del 2007? E magari è meglio se vi risparmio tutta la conta fino a quest’anno, ne?

    Il “ne” è la chiave della questione, perché io sono torinese e Torino e casa mia (Editori Laterza), questa piccola guida del capoluogo, della magnifica Augusta Taurinorum, me l’ero vergognosamente persa.

    A colmare la mia lacuna ci ha provvidenzialmente pensato un’amica che in un magico pomeriggio di maggio, dopo una scampagnata per Superga – Cremagliera inclusa – ha tirato questo piccolo rettangolino di carta meglio conosciuto come libro e se ne è... [continua a leggere su www.MeLoLeggo.it]

    Is this helpful?

    MeLoLeggo.it said on May 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dai, se vivi o hai vissuto a Torino tra il 2000 e il 2005 non puoi non leggerlo!

    Is this helpful?

    Valedania said on Apr 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    divertente ma puntuale rappresentazione di una città che non è altro che l'insieme di chi l'ha popolata nei secoli conferendole le sue carattestiche e nel contempo venendone caratterizzato a propria volta.
    Fra i tanti, manca solo un personaggio che, ...(continue)

    divertente ma puntuale rappresentazione di una città che non è altro che l'insieme di chi l'ha popolata nei secoli conferendole le sue carattestiche e nel contempo venendone caratterizzato a propria volta.
    Fra i tanti, manca solo un personaggio che, a mio avviso, non avrebbe dovuto essere dimenticato: l'ambulante marocchino che, da almeno una ventina d'anni,in Via Po o davanti al Cinema Massimo o Lux, sorridendo ti approccia: "cerea madamin.."

    Is this helpful?

    Stefisword said on Mar 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Torino ormai è un po' anche casa mia: da un anno la frequento spesso, ne vivo il contesto universitario, ne giro il centro, ne assaggio i sapori. Ed è una casa nella quale sto bene, bella da vedere e comoda da abitare, almeno per chi ci arriva sbrogl ...(continue)

    Torino ormai è un po' anche casa mia: da un anno la frequento spesso, ne vivo il contesto universitario, ne giro il centro, ne assaggio i sapori. Ed è una casa nella quale sto bene, bella da vedere e comoda da abitare, almeno per chi ci arriva sbrogliandosi dal caos romano. Ora non so, in queste pagine di Culicchia - scritte, bisogna dirlo, in gran parte prima delle Olimpiadi invernali del 2006 - ritrovo solo in parte ciò che di questa città rende piacevole e sereno il soggiorno. Come spesso accade, gli abitanti di un luogo sono in genere i suoi peggiori detrattori. E qui, nonostante il riconoscimento di tanti elementi positivi, resta un fondo di amaro, una critica sempre pronta a scattare rispetto a ciò che ti circonda da una vita. Fenomeno che conosco bene attraverso i miei amici genovesi che, della città che più amo in assoluto in Italia, sanno solo notare i difetti. O, anche, in me, che Roma non la amo per niente. Chissà, forse queste guide letterarie dovrebbero essere affidate non a scrittori residenti ma a scrittori 'turisti' o viaggiatori, capaci di posare su un luogo uno sguardo ancora innocente e benevolo.

    Is this helpful?

    Chicca said on Dec 15, 2013 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    librino ok

    Bello, ma troppo corto, un pò snob (come del resto i torinesi) e con uno stile troppo ripetitivo...peccato.

    Is this helpful?

    Viollka said on Aug 19, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Guida decisamente sui generis a Torino, è consigliato a chi vive o ha vissuto almeno per un po' in quella città, dati i numerosi riferimenti a dettagli che un non residente coglie meno, se non perde addirittura. Soprattutto, però, è consigli ...(continue)

    Guida decisamente sui generis a Torino, è consigliato a chi vive o ha vissuto almeno per un po' in quella città, dati i numerosi riferimenti a dettagli che un non residente coglie meno, se non perde addirittura. Soprattutto, però, è consigliato a chi, per un motivo o per l'altro, Torino l'ha nel cuore...

    Is this helpful?

    Nefertari83 said on Feb 23, 2013 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (1282)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 163 Pages
  • ISBN-10: 8842075841
  • ISBN-13: 9788842075844
  • Publisher: Laterza
  • Publish date: 2005-01-01
  • Also available as: Mass Market Paperback , Others
Improve_data of this book