Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tormenta

Pazienza con L'Espresso Vol.2

Di

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

4.2
(167)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 160 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000035045 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Tormenta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Il gigante e Pompeo.

    Io non lo capisco a fondo, Pazienza. E' uno dei miei limiti. Ne riconosco le doti di disegnatore fuori dall'ordinario e dai canoni, ma spesso non ne apprezzo appieno le doti di narratore, quasi come se il disegno fosse come scorporato dalla narrazione, come se fosse puro pretesto, come se se la m ...continua

    Io non lo capisco a fondo, Pazienza. E' uno dei miei limiti. Ne riconosco le doti di disegnatore fuori dall'ordinario e dai canoni, ma spesso non ne apprezzo appieno le doti di narratore, quasi come se il disegno fosse come scorporato dalla narrazione, come se fosse puro pretesto, come se se la mangiasse in un boccone. E a volte penso che forse è il suo bello, non so, però spesso mi manda un po' in crisi. Lo capisco di più in Pertini che in Zanardi, ecco, o nelle storie brevi, perché forse è nelle microsituazioni che dà il suo meglio. Questo avevo deciso. Poi ho letto Pompeo, e ho capito che quel che pensavo di Pazienza fino a quel momento aveva scoperto solo l'unghia di un piede. Pompeo è stata una scossa, uno smottamento, e ai miei occhi è apparso finalmente il profilo di un gigante.

    ha scritto il 

  • 2

    Così così

    Non ci sono personaggi memorabili.

    Beh, mica tutto quello che faceva era memorabile.

    Tutta sta santificazione postuma ogni tanto mostra i suoi limiti. Come ad esempio qui.

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta di storie brevi di Pazienza, niente di particolarmente eclatante, ma vale citare un paio di passi della perla di questo volume: "Il segno di una resa invincibile", in collaborazione con Marcello D'Angelo.


    " (...) Credevo di sapere il perché. Per quel contatto fervido con la n ...continua

    Una raccolta di storie brevi di Pazienza, niente di particolarmente eclatante, ma vale citare un paio di passi della perla di questo volume: "Il segno di una resa invincibile", in collaborazione con Marcello D'Angelo.

    " (...) Credevo di sapere il perché. Per quel contatto fervido con la natura umana che lo rendeva capace di comprendere la vostra essenza più intima, senza arrecarvi dolore o fastidio... Per quella sensibilità vana ed esasperata che lo faceva soffrire di tutto come D'AMORE....

    Se almeno il suo destino gli avesse concesso di lasciare dietro di sè una traccia, un segno, se si fosse imbattuto in un animo affine d'artista che ritraendolo gli potesse sgravare il fardello...
    Invece niente! niente!"

    "Mi chiesi se il cuore fosse davvero un muscolo involontario e se quella morte non fosse il segno di una resa invincibile"

    Mi hanno colpita molto.

    ha scritto il