Toute passion abolie - Édition Christian Lacroix

By

Editeur: Le Livre de Poche

3.9
(176)

Language: Français | Number of pages: 220 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , Spanish

Isbn-10: 2253157686 | Isbn-13: 9782253157687 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Health, Mind & Body

Aimez-vous Toute passion abolie - Édition Christian Lacroix ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    il romanzo coglie la vita di Lady Slane fra due eventi : la morte dell'illustre marito, vicerè delle Indie , e la sua, in un sobborgo londinese. L'autrice delinea con grande finezza, nelle prime pagin ...continuer

    il romanzo coglie la vita di Lady Slane fra due eventi : la morte dell'illustre marito, vicerè delle Indie , e la sua, in un sobborgo londinese. L'autrice delinea con grande finezza, nelle prime pagine, i rapporti che intercorrono fra la anziana vedova e i figli, relazioni interessate, convenzionali, stereotipate. Tutti si aspettano che la anziana mamma 88enne si lasci condurre verso un finale già scritto , del tutto passivamente. Invece, già nel silenzio riflessivo davanti alle spoglie del marito , pur molto amato, Vita ci fa intuire che qualcosa si muove nell'animo dell'anziana signora. Tutta la sua vita è stata dedicata ad altri. Deborah ha accettato da giovanissima di abbandonare il suo sogno, diventare pittrice, per diventare Lady Slane, compito al quale il suo lignaggio e le sue capacità, affinate da una educazione conforme ,l'avevano destinata. Lady Slane ha assolto ai suoi compiti, familiari e mondani, impegnandosi con tutta se stessa, brillantemente, per tutta la vita, amando, riamata , il marito. Solo una volta uno sguardo sfuggente,di un giovane, aveva toccato la sua antica anima negata, custodita segretamente. Lady Slane ha adempiuto a tutte le sue promesse verso il mondo e verso gli altri con intelligenza e devozione. Ora la morte del marito la restituisce a se stessa, pur sull'orlo della fine della vita. Scandalizzando i figli, abituati a considerarla una appendice della figura paterna, Lady Slane va alla ricerca di una vecchia casa di cui si era innamorata 30 anni prima , un rifugio adatto per i suoi ultimi giorni, con un delizioso arcaico giardino dove profumano i meli, e la ritrova, come se la dimora la avesse aspettata. Nascono con anziani signori, il proprietario della casa e il vecchio artigiano che le rimette in sesto l'abitazione, intuendo le sue necessità e i suoi desideri, rapporti rispettosi e autentici. Si inventano nuovi linguaggi , conversazioni lievi, piccoli gesti attenti, la luce su un bicchere di cristallo che contiene un fiore su un davanzale. La consapevolezza della brevità dela vita , sua e dei nuovi amici , non impedisce a Lady Slane di godere pienamente della sua nuova libertà, senza nessuno strappo, senza rinnegare la sua esistenza precedente, ma continuamente rinnovandola,attraverso di sè nei suoi ricordi. Lady Slane ricorda con amore , ma anche con una divertita ironia,i suoi rapporti familiari; la lealtà verso il suo passato non le impedisce un garbato distacco, come se finalmente potesse riconoscere la legittimità dei suoi giudizi, che aveva sempre tenuto conservati per sè, segreti. Lady Slane è impegnata nell'ultima formulazione della sua identità. In questo autunno della vita assennato, garbato e intelligente torna , come un dono imprevisto, un antico ignoto innamorato, che rivela alla vecchia signora i suoi sentimenti e la sua storia , e le fa riconoscere, incredibile, una antica parte di sè.
    Questo amore tardivo, mai vissuto , trova la forma di una amicizia senile, piena di riguardi e di intimità.
    Alla fine Lady Slane si potrà lasciare andare all'abbraccio di una morte leggera dopo aver ricevuto l'ultimo dono dalla vita : scoprire che, per vie del tutto inaspettate, la sua intelligenza, rettitudine e fedeltà a se stessa, sono trasmigrati in una giovane nipote .
    Il compito di Lady Slane è davvero terminato. .

    dit le 

  • 3

    Così in un batter d’occhio, si era trasformata dalla ragazza che era in un’altra, completamente diversa.

    2012:
    Lady Slane ha speso tutta la sua vita a seguire il marito, Henry Holland viceré delle Indie e uomo politico influente nella Londra dei primi del novecento. Ma ora, alla veneranda età di ottantot ...continuer

    2012:
    Lady Slane ha speso tutta la sua vita a seguire il marito, Henry Holland viceré delle Indie e uomo politico influente nella Londra dei primi del novecento. Ma ora, alla veneranda età di ottantotto anni, rimasta vedova, può finalmente liberarsi dalle convenzioni, dagli obblighi richiesti dall’etichetta, da ogni compromesso, anche nei confronti dei numerosi figli che l’hanno sempre considerata una donna fragile, bisognosa di sostegno, una donna “semplice” senza aspirazioni. In realtà Lady Slane ha sempre trattenuto dentro di sé la ragazza Deborah che amava la natura e voleva diventare una pittrice. Ora che è vecchia e sola decide di riprendere in mano la sua vita e va a vivere in una villetta alla periferia di Londra in compagnia dell’anziana governante Genoux e qui ripercorrerà la sua vita, e godrà della compagnia di nuovi amici, anziani come lei e anch’essi ormai liberi da orpelli e ipocrisie, i quali l’aiuteranno anche a disvelare la sua vera essenza. Quasi comico, sul finale del romanzo, lo scambio di battute fra Bucktrout e Gosheron, alla morte della bella Lady Slane, in presenza della figlia Carrie, che nulla mai ha capito della madre e che insiste nel rifugiarsi nelle convenzioni; loro invece, perfettamente liberi da sovrastrutture, le rendono omaggio e la trovano bella: "bella nella vita e bella nella morte", la bellezza è una questione di carattere e lei non è mai venuta a patti con il mondo. Con tutto che dal mondo ha avuto il meglio che potesse darle – tutte cose di cui poi lei non sapeva che farsene.

    dit le 

  • 4

    Lady Slane è rimasta vedova dopo 65 anni al fianco del marito, aristocratico, diplomatico agli ordini di Sua Maestà la Regina Vittoria, viceré in India, esponente del Congresso, rappresentante degli i ...continuer

    Lady Slane è rimasta vedova dopo 65 anni al fianco del marito, aristocratico, diplomatico agli ordini di Sua Maestà la Regina Vittoria, viceré in India, esponente del Congresso, rappresentante degli ideali e delle virtù del nobile britannico.
    Lady Slane è rimasta vedova in una grande e lussuosa casa nel centro di Londra, attorniata da tanti figli, nipoti e pronipoti, a ricevere messaggi di cordoglio e condoglianze da tutti i pari d'Inghilterra ed a sentirsi ricordare i molti esemplari pregi del defunto marito.
    Lady Slane è ormai anziana ed ha passato la vita diligentemente accanto al proprio sposo, degna consorte di un così mirabile uomo, bella, elegante, sempre cortese e pacata. Ha messo al mondo 6 figli, ha partecipato a balli e cene di rappresentanza ed ha seguito Lord Slane in tutti gli angoli del vasto impero britannico.
    Ma Lady Slane ha anche un nome, ed insieme al nome un'identità, messa docilmente da parte per gran parte della vita, come richiesto dalle convenzioni sociali. Un'identità che non ha dimenticato e che ad 88 anni è decisa a far riaffiorare, pacatamente e caparbiamente, con una garbata rivoluzione finale.
    Da leggere non solo per la splendida rappresentazione di una certa figura femminile nell'Ottocento, ma per tutti noi che spesso dimentichiamo il nostro nome e la nostra identità in nome dei ruoli in cui ci caliamo ed a cui siamo costantemente richiamati dalla società.

    dit le 

  • 5

    Una scrittura tersa, serena, come serena è la presa di coscienza di questa donna che si schiude a se stessa e agli altri dopo una lunghissima attesa, paziente e leale verso tutti.
    Rivelarsi con maturi ...continuer

    Una scrittura tersa, serena, come serena è la presa di coscienza di questa donna che si schiude a se stessa e agli altri dopo una lunghissima attesa, paziente e leale verso tutti.
    Rivelarsi con maturità, permette di guardare al passato in ogni suo chiaroscuro; perché la consapevolezza rende obiettivi e coraggiosi, capaci di comprendere ma anche, finalmente di “volere”.
    Certamente Lady Slane é una donna privilegiata, vissuta in un benessere destinato a pochi, e che tuttavia è stato la sua gabbia; tuttavia lei è stata amata per quegli aspetti nei quali non si riconosceva; tuttavia ha vissuto secondo un modello non suo. Colpisce, per questo, la serenità con cui si apre alla sua trasformazione molto tardiva. Non c’é rabbia in lei, non permette al rimpianto di avvelenarla, riesce a trovare e conservare la dignità di certi aspetti del passato, si regala un viaggio leggero.
    È un bellissimo e incoraggiante esempio di donna che sceglie la sua autenticità, che si concede spazio, verità (la sua), che si assume la sua parte di responsabilità, che getta uno sguardo sull’esperienza, e la traduce da pesante zavorra in slancio verso il futuro, verso le passioni.

    dit le 

  • 4

    bookshelves: published-1931, winter-20132014, radio-4x, lit-richer, classic, those-autumn-years, play-dramatisation, britain-england, families, fradio, lifestyles-deathstyles, filthy-lucre
    Read from J ...continuer

    bookshelves: published-1931, winter-20132014, radio-4x, lit-richer, classic, those-autumn-years, play-dramatisation, britain-england, families, fradio, lifestyles-deathstyles, filthy-lucre
    Read from January 12 to 17, 2014

    R4x

    Description: Adaptation of the 1931 novel by Vita Sackville-West about an old widow who defies her children to embark on an independent life after her husband dies.

    Lady Slane ...... Honor Blackman
    Mr FitzGeorge ...... Alec McCowen
    Herbert Holland ...... John
    Nicholas Carrie ...... Phyllida Nash
    Kay Holland ...... Patrick Romer
    Mr Bucktrout ...... Paul Nicholson
    Mr Gosheron ...... Peter Ellis
    Genoux ...... Sonia Elliman
    Police Inspector ...... Russell Boulter
    Deborah Holland ...... Annabel Scholey

    Directed by Sara Davies.

    1. An 88-year-old woman defies her children to embark on an independent life after her husband dies. Stars Honor Blackman.

    2. Rejecting her children's plans for her old age, Lady Slane embarks on a new life and makes two eccentric friends in Hampstead.

    3. Lady Slane's retirement is interrupted when she is visited by a figure from her past, whose memories force her to take stock of her own life.

    4. Lady Slane's newfound friendship with Mr FitzGeorge ends suddenly, leaving a legacy that comes as a shock to her children.

    5. Lady Slane's decision about what to do with Mr FitzGeorge's vast fortune outrages her family, but a visitor brings hope for the future.

    Because of the social hats Lady Slane has worn over a lifetime, her colony of vultures think they know best how to deal with her when, in her late eighties, she becomes a widow. Contrary to this looming organisation, Lady Slane decides to cast away the now redundant head gear and strike off on her own to Hampstead.

    "What would mother want to be secretive about at her age!"

    dit le 

  • 5

    Victoria Mary Sackville-West, Lady Nicolson apparteneva al Circolo di Bloomsbury ed è più nota per la relazione burrascosa con Virgina Woolf che per la sua produzione letteraria che invece è molto int ...continuer

    Victoria Mary Sackville-West, Lady Nicolson apparteneva al Circolo di Bloomsbury ed è più nota per la relazione burrascosa con Virgina Woolf che per la sua produzione letteraria che invece è molto interessante e di grande spessore.
    Solo una donna con una personalità particolare come quella della Sackville poteva concepire un romanzo così pregno di riflessioni sulla condizione femminile, con una scrittura leggera e scorrevole e con un tono di lieve umorismo.
    E’ la storia di una donna ormai anziana, fresca di vedovanza, che decide per i pochi anni che le sono rimasti di riprendere in mano la sua vita, a dispetto del parere dei figli (ben sei). Decide quindi di trasferirsi in un piccolo appartamento a Hampstead (allora considerato periferia rispetto a Londra) insieme alla sua fedele cameriera francese. Qui condurrà una vita ritirata con la compagnia di tre nuovi amici, un po’ bizzarri, con i quali intratterà piacevoli conversazioni inframezzate dai ricordi della sua vita. Uno di questi tre amici le riserverà una sorpresa davvero sorprendente, le confesserà un segreto intimo e la porterà allo scoperto avendo egli da sempre intuito la sua vera natura.
    Lady Slane, era stata la moglie di un vicerè in India, una delle massime cariche, prestigiosa e impegnativa, e con grandi responsabilità e impegni come moglie, non era questo quello che avrebbe voluto fare nella vita, avrebbe voluto dipingere, ma come dire ai propri familiari che aveva una vocazione diversa da quella che l’opinione comune riteneva l’unica aspirazione per una donna, sposarsi e fare una vita domestica. Comunque lei vive la vita che le è stata destinata con grande serietà, con impegno e dedizione, al massimo del suo potenziale, e infatti il marito Henry che è un uomo buono, innamorato, la stima profondamente e pensa di essere stato oltremodo fortunato, anche se mai si pone il problema che a lei forse sarebbe piaciuto essere qualcosa di diverso.
    Ma non sa, nessuno lo sa, che lei ha messo da parte per decenni la sua vocazione e personalità, per fare tutto ciò che gli altri si aspettavano da lei e lo ha fatto nel migliore dei modi, non ha nulla da rimproverarsi, ma ha tanti rimpianti e in questo ripercorrere la sua vita sono tante le considerazioni e le riflessioni che permeano i suoi pensieri e che la rendono così amabile.
    Il suo riscatto avverrà tramite una nipote, che andrà da lei a confidarle di aver rotto un fidanzamento prestigioso perché vuole dedicarsi alla musica, e poiché nessuno la comprende e l’approva, spera che almeno la nonna possa sostenerla e capirla.

    E’ questo il tema centrale della storia, la condizione femminile, la propria affermazione, la possibilità di essere se stesse e non quello che la società e le convenzioni si aspettano, di poter vivere le proprie passioni e realizzare i propri desideri.

    dit le 

  • 4

    L’ho preso d’istinto. Il nome Sackville-West mi ricordava qualcosa ma non mi sono neppure soffermata sulla quarta di copertina. Dopo aver terminato il libro ho scoperto che Lady Nicolson (Vita Sackvil ...continuer

    L’ho preso d’istinto. Il nome Sackville-West mi ricordava qualcosa ma non mi sono neppure soffermata sulla quarta di copertina. Dopo aver terminato il libro ho scoperto che Lady Nicolson (Vita Sackville-West) aveva avuto una burrascosa relazione con Virginia Woolf, una passione per le piante e per il giardinaggio e una vita sentimentale turbolenta. In fondo, solo una forte personalità femminile poteva elaborare una storia dalle riflessioni impegnative, scritte con tono leggero e un pizzico d’umorismo. Si legge velocemente e si sorride parecchio. Poi ci si ferma un attimo e si scopre che non è un romanzetto. E anche nel 2013 si resta a meditare sulla condizione femminile e su quanto sia faticoso arginare i luoghi comuni.
    A dispetto del titolo, le passioni non sono affatto spente, hanno cercato di spegnerle; sono state messe da parte perché così doveva essere; perché, all’inizio del Novecento, una donna non poteva avere le sue idee, una sua volontà, desideri suoi diversi dal maritarsi e procreare. Tutte cose eccentriche. E l’eccentricità in un uomo era mal vista ma sopportabile. In una donna inconcepibile.
    Da leggere in un weekend d’autunno, con l’aria ancora tiepida, le foglie rossicce e la malinconia dei pomeriggi dalla luce soffusa.

    dit le 

  • 5

    Una lettura breve e intensa. Ricca di rimpianti e di emozioni. Una donna riprende in mano la sua vita e decide, per la prima volta, di esistere così come vuole. Lo fa a 88 anni e con una energia tale ...continuer

    Una lettura breve e intensa. Ricca di rimpianti e di emozioni. Una donna riprende in mano la sua vita e decide, per la prima volta, di esistere così come vuole. Lo fa a 88 anni e con una energia tale da risultare perfettamente ragionevole. Si è suoi complici fino alla fine, fino all'ultima riga.
    No, neanche io mi sarei tolta il cappello davanti a chi, finalmente, anche se solo per un momento, è riuscita a fare prepotentemente di testa sua buttando a mare ciò che è giusto e ragionevole.

    dit le 

Sorting by