Tra donne sole

Voto medio di 274
| 29 contributi totali di cui 17 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Clelia, il personaggio che dice "io", protagonista di "Tra donne sole", è una donna non più giovane, che vive orgogliosamente del proprio lavoro, in ruvida e scontrosa solitudine, e guarda e giudica la società irrequieta della buona borghesia del pri ...Continua
Ha scritto il 11/05/16
https://antoniodileta.wordpress.com/2016/05/11/tra-donne-sole-cesare-pavese/

“- Non per sapere i fatti tuoi, - disse guardandomi, - ma se tu ti sposassi, vorresti fare dei figli?
- Tu ne hai fatti? - dissi ridendo. - La gente si sposa pe
...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 08/02/16
In una vecchia recensione che avevo scritto su internet dissi che Pavese mi piace e mi annoia, e ciò che più mi piace di lui, è che mi annoia. Quel che è certo è che di questo libro non mi è rimasto nulla: trama ed entusiasmo se ne sono andati.
Ha scritto il 15/10/13
"E allora perchè si è avvelenata? - dissi - Alla sua età?
Non per amore, ne sono certa - disse Momina corrugandosi. - Lei fa la vita che ho fatto io, che fanno tutte...Sappiamo bene cos'è il cazzo...
Tacque per un poco, attenta alla strada. ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 25/03/13
"M'ero detta tante volte in quegli anni,che lo scopo della mia vita era proprio di riuscire,di diventare qualcuna,per tornare un giorno in quelle viuzze dov'ero stata bambina e godermi il calore,lo stupore,l'ammirazione di quei visi familiari,di quel ...Continua
Ha scritto il 08/09/12
Mi ricordavo dai tempi della scuola che Pavese non mi piaceva, ma ci ho voluto riprovare. Questo libro ha confermato il mio giudizio. Magari non l'avrò capito io, ma......che noia!!!!!!!!!!

Ha scritto il May 24, 2015, 09:09
-Noi sono gli altri- dissi guardando Rosetta. -Basta far a meno degli altri, tenerli a distanza, e allora anche vivere diventa una cosa possibile.-
Ha scritto il Mar 19, 2014, 21:46
Non s'impara a bastar da soli se non si è fatta l'esperienza in due.
Pag. 123
Ha scritto il Mar 19, 2014, 21:44
Momina che mi stava raccontando quanto forte la prendesse a volte il disgusto - non la nausea di questo o di quello, di una serata o di una stagione, ma lo schifo di vivere, di tutto e di tutti, del tempo che va così presto eppure non passa mai.
Pag. 76
Ha scritto il Mar 19, 2014, 21:42
Pensavo a mia madre se era stata così - se è mai possibile vivere con qualcuno e comandarlo, senza lasciargli il segno.
Pag. 59
Ha scritto il Mar 19, 2014, 21:41
Chi fa figli, - disse fissando il bicchiere, - accetta la vita. Tu l'accetti la vita? (…) La questione è che una donna se fa un figlio non è più lei. Deve accettare tante cose, deve dire di sì. E vale la pena di dir di sì? (…) Tornò a chiedermi se ac ...Continua
Pag. 53

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi