Tractatus logico-philosophicus

Quaderni 1914-1916

Voto medio di 353
| 43 contributi totali di cui 39 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
cheremone
Ha scritto il 08/06/18
Ci sono libri, come il Tractatus logico-philosophicus di Wittgenstein (che ho provato a ri-leggere, dopo aver fatto finta di leggerlo da piccolo), in cui già solo la prima ed ultima frase (anzi, Satze) meritano bibliografia a parte... Continua qua: h...Continua
Andrea
Ha scritto il 15/10/17
Dietro i simboli logici si nasconde una personalità umana.
Invece, la verità dei pensieri qui comunicati mi sembra intangibile ed irreversibile. Io ritengo, dunque, d'aver definitivamente risolto nell'essenziale i problemi. E, se qui non erro, il valore di quest'opera consiste allora, in secondo luogo, nel m...Continua
Andrea Samorini
Ha scritto il 03/02/17

Voto molto basso perché ho compreso poche parti del libro, e quindi la lettura mi è stata oltremodo faticosa.
Colpa mia

Masetto
Ha scritto il 17/07/16
Un testo davvero difficile e complessissimo, a tratti oscuro e intriso di mistero. Eppure resta un imprescindibile capolavoro che tenta di fondare matematicamente, o almeno con un linguaggio matematico, il linguaggio stesso e le sue fondamenta logich...Continua
Leopold Dedalus
Ha scritto il 07/07/15
Mostra e racconta
A “I bambini, che giocavano nel viale, si scansarono per far passare un motorino.” B “I bambini che giocavano nel viale si scansarono per far passare un motorino.” Alcuni professionisti — filosofi, traduttori, filosofi che traducono testi di altri fi...Continua

Davide Giandonato
Ha scritto il Apr 25, 2017, 19:44
Il linguaggio traveste i pensieri. E precisamente così che dalla forma esteriore dell'abito non si può concludere alla forma del pensiero rivestito; perché la forma esteriore dell'abito è formata per ben altri scopi che quello di far riconoscere la f...Continua
Pag. 21
Davide Giandonato
Ha scritto il Apr 25, 2017, 19:43
La totalità dei pensieri veri è un'immagine del mondo.
Pag. 11
Davide Giandonato
Ha scritto il Apr 25, 2017, 19:42
Quanto può dirsi, si può dir chiaro; su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere.
Pag. 3
Davide Giandonato
Ha scritto il Apr 25, 2017, 19:41
Questo libro, forse, comprenderà solo colui che già a sua volta abbia pensato i pensieri ivi espressi -, o almeno, pensieri simili -. Esso non è dunque un manuale. Conseguirebbe il suo fine se piacesse ad uno che lo legga e comprenda.
Pag. 3

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi