Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tragedie

Il Conte di Carmagnola­ - Adelchi

Di

Editore: Rizzoli (SuperBur Classici)

3.8
(19)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 273 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817100331 | Isbn-13: 9788817100335 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace Tragedie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Il Conte di Carmagnola", un grande condottiero passato al servigio di Venezia contro i Visconti di Milano; "Adelchi", il principe longobardo erede al trono che si batte disperatamente contro i Franchi di Carlo Magno. Due potenti che il gioco del destino e la fortuna si divertono, apparentemente, ad abbattere e umiliare, mentre tutto è regolato invece dall'imperscrutabile volontà di Dio, che persegue i suoi disegni a noi incomprensibili ma volti sempre alla giustizia.
Ordina per
  • 5

    Due tragedie, "il Conte di Carmagnola" e "l'Adelchi", basate su due fatti storici, assunti dall'autore a pretesto per descrivere in modo mirabile e intenso sentimenti di affetto familiare, coniugale, ...continua

    Due tragedie, "il Conte di Carmagnola" e "l'Adelchi", basate su due fatti storici, assunti dall'autore a pretesto per descrivere in modo mirabile e intenso sentimenti di affetto familiare, coniugale, di onore offeso e di orgoglio ferito, di tradimenti e ambizioni, ma anche per dichiarare il suo profondo amore per l'Italia (ancora da nascere) e gli Italiani, nonostante siano "gente che si scioglie", e per rimproverarli delle loro divisioni, delle loro guerre fratricide, delle inerzie delle popolazioni rispetto agli eserciti stranieri. Splendidi i tre cori, il coro dell'Adelchi e quello del 2° atto del "Conte del Carmagnola", potenti cori di guerra, e quello toccante, commovente e drammatico di Ermengalda.

    ha scritto il