Trans Europa Express

Voto medio di 375
| 54 contributi totali di cui 45 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Thomas Javier...
Ha scritto il 13/06/18
storie di luoghi incredibili, sconosciuti, di gente tanto povera quanto ospitale e interessante, un viaggio lunghissimo tra treni affollati, bus paurosi, navi giocattolo e auto derelitte, conoscendo e parlando con chiunque fosse minimamente interessa...Continua
Omar
Ha scritto il 04/01/18
Racconto di un viaggio in "verticale" lungo la frontiera tra Europa ed Asia, tra l'occidente della globalizzazione e l'oriente dei piccoli villaggi, delle campagne sconfinate, delle antiche tradizioni. Il punto di vista è quello dello scrittore, che...Continua
mansion
Ha scritto il 27/12/17
La scrittura di Rumiz non è proprio il massimo, e/o manca un buon lavoro di revisione (ripetizioni, refusi, frasi incomprensibili), tuttavia il libro riesce sicuramente nell'intento di "rendere la densità umana" dello straordinario viaggio che segue...Continua
Andante con moto
Ha scritto il 30/09/17
Sulle persone estranee all'ambiente, ovvero dello snobismo di chi snobba
Un po' come Rumiz sento da qualche anno la chiamata verso est. I Balcani, i Carpazi, la Russia sterminata che ci spia dalla destra della carta geografica. Avendo già letto di Rumiz un interessante e ben fatto reportage sul conflitto serbo-bosniaco-cr...Continua
Mau
Ha scritto il 29/09/17
L'Europa in verticale dall'estremo nord (Rovaniemi - Finlandia) per salire fino al circolo polare artico e poi scendere in un continuo zigzagare fino al sud (Odessa - Ucraina) cercando e percorrendo i nuovi confini dell'Unione Europea con Schengen e...Continua

Sidner
Ha scritto il Jun 30, 2013, 20:02
Non ho mai amato le religioni trionfanti, preferisco quelle minoritarie e perdenti, le catacombe, le periferie o gli avamposti dove le gerarchie non ficcano il naso e le lotte di potere sono assenti. Il cattolicesimo luccica più intensamente sugli al...Continua
Pag. 149
Sidner
Ha scritto il Jun 28, 2013, 19:44
Sento uno scricchiolio che conosco. È la finestra di un nuovo viaggio che si apre. Un viaggio da fare il prima possibile.
Pag. 60
Sidner
Ha scritto il Jun 28, 2013, 19:43
Quando un triestino si siede in cima ad un molo e guarda il tramonto con una buona bottiglia in mano, ebbene quella è preghiera, grandie e santissima preghiera.
Pag. 24
Sidner
Ha scritto il Jun 28, 2013, 19:42
Le mappe non servono a orientarsi, ma a sognare il viaggio nei mesi che precedono il distacco.
Pag. 13
Michele Pizzi
Ha scritto il May 18, 2013, 10:24
È il duende, cantato da García Lorca; lo spirito che si impossessa dell'uomo quando rinuncia agli algidi perfezionismi ė all'ansia della prestazione.
Pag. 147

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi