Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Transmaniacon

Urania 834

Di

Editore: Mondadori (Urania)

3.9
(22)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000011202 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Laura Serra ; Illustrazione di copertina: Karel Thole

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Transmaniacon?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
E' normale che il protagonista di questa storia, che si svolge negli Stati Uniti del XXII secolo, si sposti per le strade di Denver in hover-taxi (o tassì a cuscino d'aria). Meno normale (e più preoccupante) è il fatto che il suo tassì sia seguito da quattro neri figuri in giubbotto di cuoio, su quattro mastodontiche motociclette Harley Davidson che, nel XXII secolo, dovrebbero "essere estinte come i dinosauri". Su questa ambigua premessa si sviluppa l'avventuroso "Transmaniacon" di John Shirley, un nuovo autore che R. Silverberg ha salutato come la voce più promettente per la fs americana degli anni '80.
Ordina per
  • 3

    Provocatore professionnista

    Gran bel lavoro quello del protagonista... peccato gli procuri una marea di guai proprio quando inizia il meritato pensionamento. Romanzo gradevole di Shirley, ricco di azione mai fine a se stessa. ...continua

    Gran bel lavoro quello del protagonista... peccato gli procuri una marea di guai proprio quando inizia il meritato pensionamento. Romanzo gradevole di Shirley, ricco di azione mai fine a se stessa. L'unico neo sono i personaggi di contorno, poco delineati e sicuramente non memorabili, a differenza de "Il rock della città vivente" dello stesso autore. Una lettura discreta.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Uno dei miei libri feticcio, in gioventù...e anche ora non se la cava male...

    Il solo fatto che il Mentrore del protagonista si chiami "Vecchio Spino" è un valido motivo per leggerlo :D

    ha scritto il