Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Trappola per topi

Di

Editore: Mondadori

4.0
(1350)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 160 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: 8804218398 | Isbn-13: 9788804218395 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: I. Omboni

Disponibile anche come: Paperback , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Trappola per topi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    "Trappola per topi" mi ha lasciata delusa per gli standard della Christie. Il mistero non è brillante come tanti altri e il fatto che sia un'opera scritta per il teatro non mi ha entusiasmata.

    ha scritto il 

  • 3

    Carino, ma trovo che altri libri della Christie siano molto più belli.


    Attenzione! Non leggere la prefazione prima di leggere il libro: si svela chi è il colpevole...
    Ma dico: se è un libro della Christie ci sarà un omicidio, almeno, e si dovrà scoprire il colpevole...Perchè fai spoiler ne ...continua

    Carino, ma trovo che altri libri della Christie siano molto più belli.

    Attenzione! Non leggere la prefazione prima di leggere il libro: si svela chi è il colpevole... Ma dico: se è un libro della Christie ci sarà un omicidio, almeno, e si dovrà scoprire il colpevole...Perchè fai spoiler nella prefazione?!!!

    ha scritto il 

  • 4

    dal blog GIramenti

    Nella versione che ho scovato al banchetto dell’usato sicuro – edizione speciale per il Corriere della Sera, correva l’anno 2011 – si respira l’aria polverosa dei camerini.
    Con traduzione di Ida Omboni e una pagina e mezza del primo atto dedicata a raccontarti della scena, del mobilio, di dove so ...continua

    Nella versione che ho scovato al banchetto dell’usato sicuro – edizione speciale per il Corriere della Sera, correva l’anno 2011 – si respira l’aria polverosa dei camerini. Con traduzione di Ida Omboni e una pagina e mezza del primo atto dedicata a raccontarti della scena, del mobilio, di dove sono posizionate le porte, le sedie…

    SEGUE su http://gaialodovica.wordpress.com/2014/04/10/trappola-per-topi-commedia-in-due-atti-di-agatha-christie/

    ha scritto il 

  • 4

    Molto bello e soprattutto molto suggestivo: l'atmosfera è quella del giallo classico, con luogo chiuso assediato dalla neve e omicidio misterioso. Solo due pecche: troppo stringato (allungare un po' il brodo non avrebbe guastato) e alcune incongruenze temporali nella storia dei personaggi (ma a q ...continua

    Molto bello e soprattutto molto suggestivo: l'atmosfera è quella del giallo classico, con luogo chiuso assediato dalla neve e omicidio misterioso. Solo due pecche: troppo stringato (allungare un po' il brodo non avrebbe guastato) e alcune incongruenze temporali nella storia dei personaggi (ma a quanto pare le ho viste solo io). Consigliato

    ha scritto il 

  • 4

    Famosissimo spettacolo teatrale scritto dalla Christie che ha tenuto il cartellone per più di 20anni di cui esiste anche il racconto giallo. In alcune edizioni si trovano entrambe le versioni una di seguito all’altra, non essendo due testi particolarmente lunghi. Personalmente ho preferito il rom ...continua

    Famosissimo spettacolo teatrale scritto dalla Christie che ha tenuto il cartellone per più di 20anni di cui esiste anche il racconto giallo. In alcune edizioni si trovano entrambe le versioni una di seguito all’altra, non essendo due testi particolarmente lunghi. Personalmente ho preferito il romanzo al copione, non sono un fan del ‘teatro scritto’, anche se la versione teatrale è leggermente più intrigante per una migliore resa sul palcoscenico.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro molto, molto carino. Commedia teatrale sui toni del giallo (non per niente si tratta della Christie) con un vago retrogusto noir (sarà per l'atmosfera che si è andata a ricreare nella mia mente); una pensione gestita da una coppia di giovani coniugi, quattro pensionanti_ognuno con un passat ...continua

    Libro molto, molto carino. Commedia teatrale sui toni del giallo (non per niente si tratta della Christie) con un vago retrogusto noir (sarà per l'atmosfera che si è andata a ricreare nella mia mente); una pensione gestita da una coppia di giovani coniugi, quattro pensionanti_ognuno con un passato misterioso_,una bufera di neve che li intrappola, una serie di oscuri omicidi che ne complica la convivenza. Il finale un bel colpo di scena, più o meno intuibile. Questa la trama in poche parole. I personaggi sono ben caratterizzati anche se un pò troppo standardizzati, ma ciò non fa che rendere la commedia ancora più classica e quindi piacevole per me, assieme ovviamente a tutta l'ambientazione: una pensioncina di tutto rispetto, abbracciata dal buio e dal gelo della neve fuori, riscaldata dal tepore del fuoco acceso nel camino dentro, il mistero delle morti dentro e fuori. Il testo è appunto teatrale, che di per sé trovo meno coinvolgente rispetto a un romanzo, ma basta armarsi di un pò d'immaginazione per immergersi completamente nell'atmosfera e vedere coi propri occhi la scena. Trovo che sia una lettura piacevole per passare una bella serata rilassante; non fate l'errore che ho fatto io, leggetela d'inverno, meglio ancora se quando è già buio e fuori impervia una bella tempesta di neve!

    ha scritto il 

  • 2

    la storia è una breve e (molto) sbiadita variazione sul tema Dieci Piccoli Indiani. l'edizione è il solito furto Mondadori: su 150 pagine 70 sono occupate dalla petulante prefazione, che ovviamente anticipa metà della commedia, e dall'inutile postfazione

    ha scritto il 

  • 4

    Rispetto alle opere "classiche" della Christie, questa a primo acchito potrebbe essere giudicata sottotono. In realtà dobbiamo pur sempre considerare che si tratta di una piece teatrale, di un testo riadattato per farne teatro, su modello dell'originale racconto "tre topolini ciechi". Ad ogni mod ...continua

    Rispetto alle opere "classiche" della Christie, questa a primo acchito potrebbe essere giudicata sottotono. In realtà dobbiamo pur sempre considerare che si tratta di una piece teatrale, di un testo riadattato per farne teatro, su modello dell'originale racconto "tre topolini ciechi". Ad ogni modo, leggendolo alla stregua di un copione e immaginando i personaggi sul palco, nell'unica stanza in cui si svolge il tutto, il soggiorno di una locanda, ho trovato una lettura molto gradevole, coi tipici ingredienti della Christie: Omicidio, suspense e leggerezza. Presenti inoltre alcuni elementi che adoro, primo tra tutti il luogo chiuso (la locanda), caratteristico delle atmosfere che più amo e spesso ricorrente nei romanzi di Agatha, in primis nel suo capolavoro più assoluto, "Dieci piccoli indiani" che condivide con "Trappola per topi" alcuni aspetti: Oltre al già citato luogo chiuso, ed isolato, i personaggi. Ciascuno, pare, con qualcosa da nascondere, e tutti sconosciuti tra loro tranne i padroni della locanda, marito e moglie. Un po' come tra la coppia di maggiordomi e il resto degli ospiti di Mr.Owen a Nigger Island! Qui il fatto che lo scenario si riduca ad una sola stanza è sublime. Per quanto riguarda la trama, anche se ben elaborata, poco importa! Ci sono già tutti gli elementi a definire un piccolo capolavoro.. del teatro!!! Mi ripropongo, semmai dovessi capitare a Londra, in cui è in palinsesto ininterrottamente dagli anni '40, di recarmi a teatro per un'ora di piacere. Promosso!

    ha scritto il 

  • 5

    Uno dei miei preferiti, da cui è stata tratta anche un'opera teatrale che in Inghilterra ha avuto infinite repliche. La storia è tutta un brivido dall'inizio alla fine, davvero straordinaria.

    ha scritto il