Tre uomini in barca, Tre uomini a zonzo

Di

Editore: Newton & Compton

3.9
(715)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 258 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8879833952 | Isbn-13: 9788879833950 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Silvio Spaventa Filippi , Mariagrazia Oddera Bianchi

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , eBook , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Viaggi

Ti piace Tre uomini in barca, Tre uomini a zonzo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Spassoso!

    Letto riletto straletto e letto ancora. Ogni volta c'è almeno un pezzo che mi fa ridere di gusto, sia il piantare la tenda sotto la pioggia, sia il farsi trainare dalle ragazze, il preparare i bagagli ...continua

    Letto riletto straletto e letto ancora. Ogni volta c'è almeno un pezzo che mi fa ridere di gusto, sia il piantare la tenda sotto la pioggia, sia il farsi trainare dalle ragazze, il preparare i bagagli la sera prima della partenza o altro.

    L'ho letto per la prima volta in edizione Rizzoli degli anni 50, e per me quella è LA traduzione. Questa non è male ma non altrettanto buona. Ovviamente se potete leggerlo in originale fatelo.

    ha scritto il 

  • 5

    Un classico dell'umorismo anglosassone! Lo rileggerei mille volte e continuerei a ridere sempre come uno scemo in egual modo. <br />Almeno una volta nella vita andrebbe letto!

    ha scritto il 

  • 3

    Il problema di questo libro è l'aspettativa che creano i lettori che raccontano di aver riso dall'inizio alla fine.
    A me non è successo. O meglio: in alcuni punti ho riso davvero molto e ad alta voce, ...continua

    Il problema di questo libro è l'aspettativa che creano i lettori che raccontano di aver riso dall'inizio alla fine.
    A me non è successo. O meglio: in alcuni punti ho riso davvero molto e ad alta voce, altre volte ho sorriso e in generale mi aspettavo qualcosa di più.

    ha scritto il 

  • 5

    «Non nello stile o nell’abbondanza e nell’utilità delle sue notizie, ma nella sua veracità assoluta consiste la bellezza di questo libro.»
    Così scriveva Jerome nella prefazione alla prima edizione.
    Si ...continua

    «Non nello stile o nell’abbondanza e nell’utilità delle sue notizie, ma nella sua veracità assoluta consiste la bellezza di questo libro.»
    Così scriveva Jerome nella prefazione alla prima edizione.
    Si tratta di pagine che narrano eventi realmente accaduti, aventi per protagonisti esseri di carne e ossa. Non è un libro che si distingue per la profondità dei contenuti o per l’originalità della trama o per la brillantezza della forma, «ma nulla ancora è stato scoperto che possa sorpassarlo in incurabile sincerità».
    Tre amici, J., Harris e George, in compagnia del fido cane Montmorency, decidono di concedersi qualche giorno di riposo dal troppo lavoro, partendo per un viaggio in barca sul fiume Tamigi. Scene di una goliardia esilarante attendono il lettore, a cominciare dallo sketch del malato immaginario che con tragicomica certezza si autodiagnostica ogni possibile malattia identificandone i sintomi nei trattati di medicina. Tanta sana autoironia ed un pizzico di esagerazione catastrofica a condire il tutto.
    Una lettura spassosissima!

    ha scritto il 

  • 5

    Inizialmente concepito come una guida turistica, "tre uomini in barca" è una lettura divertente che fa luce contemporaneamente nei valori della vita e dell'amicizia. A tratti ho riso da solo come uno ...continua

    Inizialmente concepito come una guida turistica, "tre uomini in barca" è una lettura divertente che fa luce contemporaneamente nei valori della vita e dell'amicizia. A tratti ho riso da solo come uno scemo.

    ha scritto il 

  • 5

    n Wonderland (e non solo): Tre uomini in barca

    Se vi piace il sottile umorismo inglese, Tre uomini in barca, per tacere del cane (1889) di Jerome K. Jerome (1859-2927), è il libro che fa per voi.

    La trama è semplice...

    La nostra recensione su Inkb ...continua

    Se vi piace il sottile umorismo inglese, Tre uomini in barca, per tacere del cane (1889) di Jerome K. Jerome (1859-2927), è il libro che fa per voi.

    La trama è semplice...

    La nostra recensione su Inkbooks: http://www.inkbooks.it/?p=483

    ha scritto il 

  • 2

    "Tre...idioti in barca" sarebbe il titolo più corretto, perché fondamentalmente di idioti si tratta. E' un po' come leggere delle scenette comiche ben scritte, ma solo per chi ama il genere. Non è che ...continua

    "Tre...idioti in barca" sarebbe il titolo più corretto, perché fondamentalmente di idioti si tratta. E' un po' come leggere delle scenette comiche ben scritte, ma solo per chi ama il genere. Non è che si rida a crepapelle, anzi, in più di un'occasione vien voglia di affogarli nelle acque del Tamigi con le proprie mani. Gli unici aneddoti divertenti sono quelli che avvengono al di fuori della barca, come il racconto dell'amico che canta senza conoscere le parole delle canzoni, o dello zio che fa dell'appendere un quadro una questione di stato.
    La parte ad uso guida turistica diventa addirittura noiosa, un semplice elenco di posti più o meno famosi, scelti da Cesare per piantare le tende dell'accampamento o da Enrico VIII per i suoi tête-à-tête con Anna Bolena.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per