Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Treasure Island

Kelly's English Comics Simplified Characters

By Robert Lewis Stevenson

(1)

| Others | 9787563417315

Like Treasure Island ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

520 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Sono giunta a questo romanzo dopo aver letto il racconto di Michele Mari "Otto Scrittori". Nonostante i miei gusti, e le mie prime esperienze di lettura, fossero evidentemente diversi da quelli di Mari, quel racconto mi ha stregato. Chissà poi perché ...(continue)

    Sono giunta a questo romanzo dopo aver letto il racconto di Michele Mari "Otto Scrittori". Nonostante i miei gusti, e le mie prime esperienze di lettura, fossero evidentemente diversi da quelli di Mari, quel racconto mi ha stregato. Chissà poi perché.
    Avevo letto sì un po' di racconti di Edgar Allan Poe e mi erano piaciuti; ma di Conrad solo "Cuore di tenebra", che non posso dire mi avesse conquistata. Di Defoe avevo letto, spinta dai professori del liceo, "Robinson Crusoe" e "Moll Flanders", ma non ero riuscita ad apprezzarli (forse è quello che succede quando le letture vengono imposte); per il resto, niente Melville (e anche a questo dovrò rimediare), niente Salgari, Verne, London, Stevenson.
    Mi sono detta: non è mai troppo tardi per avere un'infanzia felice (almeno da un punto di vista letterario).
    E ho cominciato con Stevenson.
    Ho recuperato un'infanzia felice? No, direi di no, e forse i miei gusti sono davvero diversi da quelli di Mari.
    Tuttavia, continuo a pensare che non sia mai troppo tardi per leggere un classico, che ne valga sempre la pena.
    E poi devo ammettere che John Long Silver è un personaggio che non si dimentica.

    Is this helpful?

    zumurruddu said on Aug 26, 2014 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Un classico per ragazzi di Stevenson, "L'isola del tesoro". Illustrato da una matita altrettanto classica, quella di Hugo Pratt. Con una lunga sezione didattica estremamente ben studiata, e anch'essa disegnata da Pratt. In un volume cartonato e di gr ...(continue)

    Un classico per ragazzi di Stevenson, "L'isola del tesoro". Illustrato da una matita altrettanto classica, quella di Hugo Pratt. Con una lunga sezione didattica estremamente ben studiata, e anch'essa disegnata da Pratt. In un volume cartonato e di grande formato edito da Rizzoli nel 1988. Non ci stancheremo mai di ribadirlo: buona parte delle chicche editoriali si nascondono nella "sezioni" bambini/ragazzi.

    Is this helpful?

    marco enrico giacomelli said on Aug 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ha sido toda una sorpresa. Pensaba que iba a ser más infantil y me he encontrado con una obra maestra de la literatura. Poco a poco voy desterrando mis prejuicios con los clásicos.

    Is this helpful?

    Jiménez said on Aug 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro iniziato durante gli anni scolastici e visto negativamente, l'ho rivalutato recentemente a distanza di circa 20 anni. Lo ricordavo troppo ricco di gergo marinaro per essere scorrevole. Ora invece lo apprezzo anche per quello!

    Is this helpful?

    Mary said on Jul 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Godibilissima storia per ragazzi, fa rivivere le atmosfere avventurose dei pirati, anche se con una patina posticcia e artificiale, ma va bene così.

    Is this helpful?

    Argyll said on Jul 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non m'ha preso più di tanto. Gli è che lo Stevenson passa, con eccessiva disinvoltura e finanche un poco sbrigativamente, di palo in frasca. Ma è pur sempre un gran prosatore che sa descriverci quella favolosa isola, con la sua grigia macchia e la su ...(continue)

    Non m'ha preso più di tanto. Gli è che lo Stevenson passa, con eccessiva disinvoltura e finanche un poco sbrigativamente, di palo in frasca. Ma è pur sempre un gran prosatore che sa descriverci quella favolosa isola, con la sua grigia macchia e la sua avifauna in allerta, i suoi cavalloni mugghianti e la sua chiara rena, il sole cocente e la risacca, da par suo. I personaggi hanno più del tipo che non del carattere, con l'eccezione di quel Long John Silver, marpione di tre cotte, uno che potrebbe benissimo essere eletto presidente del consiglio nell'Italia postmoderna. Ben Gunn però è degno di nota per l'essere una parodia di Robinson Crusoe, rincoglionito dal troppo sole in testa e divenuto fanatico religioso che manco Paola Binetti.

    N.B.: l'ho letto nella classica (eufemismo che sta per vetusta) traduzione di A.S. Novaro, che secondo Roberto Cotroneo (Se una mattina d'estate un bambino) e Giovanni Battista Boccardo (Parlare 'per bocca di terzi'. Note sulle traduzioni dall'inglese di Piero Jahier) non rende adeguatamente i termini marinareschi.

    Is this helpful?

    emmelle said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

Improve_data of this book