Treno di notte per Lisbona !! INCOMPLETA !!

Di

3.8
(1182)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Francese , Olandese , Inglese , Spagnolo , Portoghese , Svedese , Chi tradizionale , Chi semplificata

Isbn-10: A000005920 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Filosofia , Viaggi

Ti piace Treno di notte per Lisbona !! INCOMPLETA !!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Scheda INCOMPLETA, da non aggiungere in libreria.

Le schede corrette delle edizioni Mondadori, dotate di codice ISBN, si trovano qui:

http://www.anobii.com/books/01b78a932b04e183e9/

http://www.anobii.com/books/011cd4c2616e63a380/
Ordina per
  • 1

    l'idea di base poteva anche essere carina, ma è solo un pretesto per un soliloquio interminabile. l'ho abbandonato dopo 200 pagine perchè altre 200 di questo tono non le avrei potute reggere. ci sono ...continua

    l'idea di base poteva anche essere carina, ma è solo un pretesto per un soliloquio interminabile. l'ho abbandonato dopo 200 pagine perchè altre 200 di questo tono non le avrei potute reggere. ci sono vari modi di essere profondi, riempire fogli e fogli con gli stessi concetti non è uno di questi, a mio avviso.

    ha scritto il 

  • 4

    Filosofico

    Berna, giorni nostri. Raimund Gregorius è un erudito insegnante di lingue classiche. Un giorno, passeggiando per la città, vede una giovane donna che sta per buttarsi da un ponte e la salva; sconcerta ...continua

    Berna, giorni nostri. Raimund Gregorius è un erudito insegnante di lingue classiche. Un giorno, passeggiando per la città, vede una giovane donna che sta per buttarsi da un ponte e la salva; sconcertato, in seguito non riesce a sapere nulla della donna e dei motivi che l’hanno portata a quel gesto, scopre solo che è di nazionalità portoghese. Il giorno dopo, in una libreria antiquaria, Raimund scopre il libro di un enigmatico autore portoghese, Amadeu Prado, amante della parola, medico suo malgrado e intellettuale impegnato nella resistenza contro Salazar: colpito dalla personalità complessa che emerge dalle sue parole e dalla sua vita personale, difficile e tormentata, decide di prendere il primo treno notturno da Berna per Lisbona, per rintracciare i passi di questa figura tanto misteriosa quanto affascinante e per avere una risposta ai tanti quesiti che improvvisamente affollano la sua mente. Un viaggio alla ricerca di quel mistero che tutto a un tratto ha risvegliato i suoi sensi, un viaggio alla ricerca e alla riscoperta di se stesso.
    Non è un romanzo facile, questo. Pascal Mercier, che poi è lo pseudonimo di Peter Bieri, è un docente di filosofia, e si sente: la lettura, soprattutto nelle parti che riportano gli scritti di Amadeu, colpisce per la profondità del pensiero, per la ricercatezza dello stile, per la molteplicità di riflessioni che solleva. Riflessioni sul potere della parola e sulla possibilità di “rifondarla”, sulle nostre relazioni familiari, sul tradimento, sul vero senso di ogni esperienza. E Raimund ne è colpito quanto noi, tanto da abbandonare la sua routine, che gli appare così insignificante, e iniziare un percorso dentro di sé, alla ricerca di qualcosa che nemmeno lui riesce pienamente a capire: si mette sulle orme di Prado, rintraccia i luoghi in cui ha vissuto, parla con le persone che l’hanno conosciuto, cerca di ricomporre, in maniera sempre più febbrile, quel grosso e complicato puzzle che è stata la sua vita.
    Romanzo difficile da leggere, romanzo difficile da spiegare, ma che colpisce per l’aria di mistero che lo avvolge, per il portamento raffinato, filosofeggiante col quale si accompagna e per il ritratto psicologico, complesso e profondo, dei due personaggi maschili (Raimundus e Amadeu) che stanno al suo centro.
    E’ un romanzo che richiede mente e impegno ma che ripagherà con un fascino tutto suo.
    Simile a “L’ombra del vento”, come qualcuno ha ipotizzato? Anche no. Questo l’ho trovato più impegnativo, più “elitario”. Da scoprire e da leggere a mente completamente libera e spoglia.

    ha scritto il 

  • 4

    Curioso

    Un romanzo che da tempo mi ripromettevo di acquistare.
    Letto in poco tempo, ricordando quel "Sostiene Pereira", ambientato anch'esso in Portogallo, che tanto mi aveva affascinato.
    Una storia surreale, ...continua

    Un romanzo che da tempo mi ripromettevo di acquistare.
    Letto in poco tempo, ricordando quel "Sostiene Pereira", ambientato anch'esso in Portogallo, che tanto mi aveva affascinato.
    Una storia surreale, un personaggio non personaggio, che riesce a divenire protagonista di una vicenda umana particolare nella sua estrema semplicità.
    Un viaggio dalla Svizzera al Portogallo di un uomo senza pretese, spettatore silenzioso dello scorrere della propria vita. Finché non è la vita stessa di un altro uomo a dare la scossa anche alla sua intera esistenza.
    Un buon libro che offre la possibilità di riflettere su quelle che sono le questioni anche più semplici della vita di ciascuno di noi.

    ha scritto il 

  • 3

    Ingredienti: un incontro che cambia una vita, un viaggio che porta alla consapevolezza, una città (Lisbona) che contiene tracce di un uomo straordinario, un libro scoperto per caso che porta ad altri ...continua

    Ingredienti: un incontro che cambia una vita, un viaggio che porta alla consapevolezza, una città (Lisbona) che contiene tracce di un uomo straordinario, un libro scoperto per caso che porta ad altri incontri, viaggi, città.
    Consigliato: a chi coltiva nella propria memoria semi di letteratura, filosofia e storia, a chi innaffia la propria vita con riflessioni e pensieri.

    ha scritto il 

  • 4

    Che viaggio!
    Il treno di notte per Lisbona non porta solamente da Berna alla capitale del Portogallo, ma affronta anche il viaggio che il protagonista, Mundus, compie dentro sé, attraverso le parole e ...continua

    Che viaggio!
    Il treno di notte per Lisbona non porta solamente da Berna alla capitale del Portogallo, ma affronta anche il viaggio che il protagonista, Mundus, compie dentro sé, attraverso le parole e le riflessioni contenute in un libretto trovato casualmente di un autore portoghese: Amadeu de Prado. Un autore alquanto misterioso che incrocia la sua vita con la vita di altri misteriosi personaggi, tutti interessanti che con i loro racconti compongono quasi un romanzo dentro il romanzo.
    Splendide le riflessioni che fa sulla famiglia, sulla religione, sull'etica e sull'amore...a volte estremamente crude ma non per questo non interessanti.

    ha scritto il 

  • 3

    mundus

    E' un'opera totale e a anticipare questo suo carattere c'è il soprannome, "Mundus" di una delle due figure protagoniste del romanzo. E' un'opera in cui confluiscono, attraverso un intreccio accattivan ...continua

    E' un'opera totale e a anticipare questo suo carattere c'è il soprannome, "Mundus" di una delle due figure protagoniste del romanzo. E' un'opera in cui confluiscono, attraverso un intreccio accattivante, le riflessioni dell'autore sul senso del linguaggio, della memoria e dunque sulla definizione dell'essere e di tutto ciò che rientra nella sua esperienza sensibile, intellettuale, morale. Ci sono definizioni bellissime, tra le tante, una della solitudine.

    ha scritto il 

  • 2

    Questo libro è una palla clamorosa.
    Ecco l'ho detto.
    Letto perchè sono andata in Portogallo e dopo Sostiene Pereira volevo leggere qualcos'altro che mi accompagnasse per le vie di Lisbona. E in effett ...continua

    Questo libro è una palla clamorosa.
    Ecco l'ho detto.
    Letto perchè sono andata in Portogallo e dopo Sostiene Pereira volevo leggere qualcos'altro che mi accompagnasse per le vie di Lisbona. E in effetti questo libro è proprio adatto e lo ringrazio tanto per le continue citazioni di quartieri, vie e piazze di Lisbona che mi hanno permesso di localizzare la storia con tanta precisione, facendomi immergere ben bene nell'atmosfera di questa decadente ma vivace città europea.
    Però no, no tutto il resto. Scrittura lenta e noiosissima e personaggi odiosi. Non c'è un solo personaggio incontrato che sia mediocre, sono tutti fantastici, incredibili, riservati ma che nascondono il mondo, per i quali si deve provare ammirazione e che hanno sempre un rosario composto di perle di saggezza nelle tasche da sgranare non appena se ne ha l'occasione. Non sono mai riuscita a immergermi nella storia, che tra l'altro raccontata all'osso è non dissimile da L'ombra del vento, cioè il protagonista che entra in contatto con un libro e viene attratto dall'autore, cercando di conoscerlo e ripercorrere la sua storia durante la sua avventura. Quindi una vicenda che dovrebbe far nascere curiosità e che invece è costellata solo di noia, tedio e un latente desiderio suicida del lettore. Peccato.

    ha scritto il 

  • 4

    Era da un pò he non mi capitava un libro così bello e intenso, scritto meravigliosamente bene. Un viaggio di scoperta di sè fatto alle soglie della pensione, un romanzo di formazione al contrario, una ...continua

    Era da un pò he non mi capitava un libro così bello e intenso, scritto meravigliosamente bene. Un viaggio di scoperta di sè fatto alle soglie della pensione, un romanzo di formazione al contrario, una poetica straordinaria pervasa dal languore portoghese che incontra la metodicità svizzera. Da assaporare pagina per pagina e gustare nella sua visione d'insieme.

    ha scritto il 

  • 4

    Un treno verso sè stessi...

    Un libro malinconico e melanconico in grado di affascinare e interessare alla storia di un personaggio che, alla pari di un santo, segue una vita carica di emotività e martirio. Un po' triste, ma vale ...continua

    Un libro malinconico e melanconico in grado di affascinare e interessare alla storia di un personaggio che, alla pari di un santo, segue una vita carica di emotività e martirio. Un po' triste, ma vale la pena di leggere, almeno per quelli che sentono torturarsi per un destino inconciliabile con i propri stati d'animo.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per