Trilogia dell'impero

La fine della libertà­. Le menzogne dell'impero. ­Democrazia tradita.

Di

Editore: Fazi

4.1
(29)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 449 | Formato: Altri

Isbn-10: 8881126702 | Isbn-13: 9788881126705 | Data di pubblicazione: 

Genere: Storia , Politica

Ti piace Trilogia dell'impero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
La "Trilogia dell'Impero" raccoglie in unico volume i tre pamphlet politicipubblicati in prima mondiale da Fazi e tradotti in decine di lingue: "La finedella libertà" (2001), "Le menzogne dell'impero e altre tristi verità" (2002)e "Democrazia tradita" (2004); e include, sempre in anteprima, una nuovaintroduzione dell'autore, in cui affronta l'attuale situazione della politicaestera e interna americana e annuncia le sue "predizioni" per la secondapresidenza Bush. Una lezione di storia e di politica per chiunque vogliacomprendere a fondo, con occhio critico, la storia recente della nuova potenzaimperiale.
Ordina per
  • 5

    Gore Vidal racconta gli Stati Uniti meglio di chiunque altro con uno stile di scrittura che dovrebbe essere insegnato nelle scuole di tutto il mondo. Un maestro in tutto per tutto. Solo quando non ci ...continua

    Gore Vidal racconta gli Stati Uniti meglio di chiunque altro con uno stile di scrittura che dovrebbe essere insegnato nelle scuole di tutto il mondo. Un maestro in tutto per tutto. Solo quando non ci sarà più se ne sentirà la mancanza.

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro fondamentale per chi voglia avere un punto di vista non ortodosso sulla storia e sulla società americana degli ultimi 50 anni.

    Molto sarcastico e pungente, non risparmia critiche a nessuno de ...continua

    Un libro fondamentale per chi voglia avere un punto di vista non ortodosso sulla storia e sulla società americana degli ultimi 50 anni.

    Molto sarcastico e pungente, non risparmia critiche a nessuno degli ultimi presidenti, mettendoli in relazione con i "padri fondatori" del grande stato americano per evidenziare la loro pochezza ed il loro rifiuto delle leggi fondamentali scritte nella costituzione.

    Imperialismo, stato di guerra permanente, limitazione delle libertà personali, sottomissione dei mass-media e della politica alle lobby economiche, ingiustizia sociale sono solo alcuni dei temi affrontati dallo storico americano.

    Un libro da leggere assolutamente per avere un quadro critico che ci permetta di comprendere anche ciò che sta avvenendo anche nel nostro paese.

    L'unica pecca del libro sta nel fatto di essere una raccolta di discorsi e quindi risulta molto ripetitivo e alla fine un po' noioso.

    ha scritto il