Trilogia della città di K.

Il grande quaderno. La prova. La terza menzogna.

Voto medio di 9938
| 1.998 contributi totali di cui 1.808 recensioni , 190 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando "Il grande quaderno" apparve in Francia a metà degli anni Ottanta, fu una sorpresa. La sconosciuta autrice ungherese rivela un temperamento raro in Occidente: duro, capace di guardare alle tragedie con quieta disperazione. In un Paese occupato ...Continua
Jacoposgammini
Ha scritto il 05/02/18
CRUDO E ORIGINALE; MEGLIO LA PRIMA PARTE
Questo romanzo diviso in una trilogia è sicuramente di forte impatto; ho letto che qualcuno prima di me l'ha definito "un pugno nello stomaco" e non posso non concordare con questa definizione. Ho trovato la seconda e la terza parte invece inferiori...Continua
  • 1 mi piace
lasegnalibri
Ha scritto il 21/01/18
In sottofondo le parole dei Baustelle create apposta per non essere canticchiate mai, nemmeno per sbaglio... "...giorni scarni tutti uguali e groppi in gola e secca sete di te..." e sul tavolo letteratura nerissima, cattiva, sconvolgente, puro dist...Continua
AleAle
Ha scritto il 17/01/18
Consigliatissimo!
Trilogia della città di K. Un lungo racconto, formato da 3 libri, ambientato nell'immaginaria città di K, durante la seconda guerra mondiale. Il primo libro narra della storia di due fratelli gemelli, che vanno ad abitare con la Nonna, durante la sec...Continua
Veronicamasi
Ha scritto il 16/01/18
La trilogia della città di K.
Devo essere sincera, ho fatto fatica per le prime 230 pagine, la terza parte mi ha ricompensata di tutta la fatica fatta. E' una bellissima rappresentazione di cosa significa dover scappare dalla propria terra a causa della guerra e quindi parla del...Continua
Gurghi
Ha scritto il 20/12/17

https://gurghisletters.wordpress.com/2017/12/20/trilogia-della-citta-di-k-di-agota-kristof/


Ha scritto il Feb 09, 2018, 09:07
Un uomo dice: - Tu chiudi il becco! Le donne non sanno niente della guerra. La donna dice_ - Non sanno niente? Coglione! Abbiamo tutto il lavoro, tutte le preoccupazioni: i bambini da sfamare. i feriti da curare. Voi, una volta finita la guerra siete...Continua
Anna A.
Ha scritto il Oct 09, 2017, 17:04
Ma l’ha appena detto: Il dolore diminuisce, i ricordi si attenuano. L’insonne alza gli occhi su Lucas: - Diminuire, attenuare, l’ho detto, sì, ma non svanire.
Anna A.
Ha scritto il Oct 09, 2017, 16:45
Sono convinto, Lucas, che ogni essere umano è nato per scrivere un libro, e per nient’altro. Un libro geniale o un libro mediocre, non importa, ma colui che non scriverà niente è un essere perduto, non ha fatto altro che passare sulla terra senza las...Continua
Giansa
Ha scritto il Sep 15, 2017, 15:33
"il treno è una buona idea."
Pag. 379
  • 1 mi piace
Aomame
Ha scritto il Feb 02, 2017, 11:47
"Sono convinto, Lucas, che ogni essere umano è nato per scrivere un libro, e per nient'altro. Un libro geniale o un libro mediocre, non importa, ma colui che non scriverà niente è un essere perduto, non ha fatto altro che passare sulla terra senza la...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi