Trilogia sporca dell'Avana

Voto medio di 654
| 124 contributi totali di cui 118 recensioni , 4 citazioni , 1 immagine , 0 note , 1 video
Il protagonista, Pedro Juan, attraversa gli anni della storia recente di Cuba, gli anni Novanta, quelli della sua crisi peggiore, che si incrocia e si fonde con la personale crisi dell'autore: il suo licenziamento da giornalista, il fallimento ... Continua
Ha scritto il 07/03/17
Ingredienti: un 40enne giornalista priapesco e perdigiorno, la città dell’Avana negli anni ’90 in pieno declino urbanistico ed economico, una popolazione divisa tra chi sogna la fuga a Miami e chi si prostituisce coi turisti, tanti diversi ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 17/01/17
Citazione
Quello di cui abbiamo bisogno è amore vero. E un po’ di spirito e di religione e di filosofia. Ma son cose che richiedono tempo, silenzio e riflessione. Per questo ci perdiamo. Perché andiamo sempre di fretta, con molto rumore attorno. Il rumore ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 02/10/16
Primordiale, perché affamato
"Solo un'arte risentita, indecente, violenta, volgare può mostrarci l'altra faccia della realtà, quella che non vediamo mai o che, per evitare fastidi alla nostra coscienza, preferiamo non vedere."Alla ricerca di nuove e antiche atmosfere ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 07/09/16
Eros contro la miseria.
E' un libro sostanzialmente erotico. L'appagamento dell'istinto sessuale è l'unica arma per combattere la miseria, dimenticarla, aggirare delusione e sofferenze della vita, è conquista immediata in una povertà senza speranza.E' l'autore stesso a ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 06/08/16
Crudo ma reale
Gutierrez racconta con un linguaggio crudo la Cuba di fine secolo. A parte le vicende sessuali (più o meno 2/3 del libro) il libro è interessante perché racconta il degrado di un'Avana in cui la povertà economica si mischia alla povertà morale. ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Jun 05, 2017, 20:28
Non bisogna abbassare la guardia. Per questo quella volta sono finito al tappeto. Perché ho abbassato la guardia.
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 07, 2017, 14:58
"Quando si è giovani si spreca tutto, perché si pensa che tutto duri per sempre. Ed è giusto così perché da vecchi si resta comunque a mani vuote, anche se si è fatto economia."
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 08, 2013, 20:19
Quella sera io e Isabel eravamo seduti tranquilli sul Malecòn, avvolti dalla brezza notturna di agosto.In silenzio.Ad ascoltare il mormorio delle onde sulla scogliera e a guardare l'orizzonte,il cielo scuro e il mare scuro che si allontanava o si ... Continua...
Pag. 363
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il May 16, 2012, 15:23
- Il marinaio è tornato carico di regali. Di tutto. Vestiti, scarpe, profumi, di tutto. Anche due pezze di seta cinese, bellissima. E' stato in Cina.- Come Marco Polo.- E chi sarebbe Marco Polo?- Un amico mio.- Ah. Beh, non so se questo Marco Polo ... Continua...
Pag. 73
  • Rispondi

Ha scritto il Jun 05, 2017, 20:43
Trilogia sporca dell'Avana
Trilogia sporca dell'Avana
Trilogia sporca dell'Avana
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Ha scritto il Dec 07, 2014, 19:38
Chiudi gli occhi (la vita è un sogno)
Autore: Fausto Rossi
  • Rispondi

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi