Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Trino

Di

Editore: Gallucci

4.1
(26)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 278 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8861450938 | Isbn-13: 9788861450936 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Trino?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La Creazione secondo Altan: con un Padrone Eterno, custode del profitto e dell'efficienza, e Trino, il confuso esecutore sopraffatto dall'impresa. E si vede.
Ordina per
  • 3

    E' il capitalismo, bellezza!
    (anche nella variante: E' la merda, bellezza!)

    P.S. Altan è il solito geniaccio, e in alcune tavole si raggiungono livelli di cinismo che a quelli come noi piacciono tanto, però ha scritto di meglio il nostro.

    ha scritto il 

  • 5

    Altan ti voglio bene

    "
    - Allora li ha fatti gli animali?
    - si! sono bellissimi!
    - E cosa mangiano?
    - Biscotti... pane... marmellata...
    - Ma mi vuol rovinare? Li faccia mangiare fra loro! Sveglia!
    - Scusi
    "

    ha scritto il 

  • 4

    Un Dio imbranato alle prese con una creazione malriuscita, vessato da un Padrone Eterno senza il quale comunque non può vivere e decisamente spaesato dalla sua condizione di "uno e trino". L'opera prima (a quanto ne so) di quel genio assoluto che è Altan.


    Una pecca: prezzo a mio parere ecc ...continua

    Un Dio imbranato alle prese con una creazione malriuscita, vessato da un Padrone Eterno senza il quale comunque non può vivere e decisamente spaesato dalla sua condizione di "uno e trino". L'opera prima (a quanto ne so) di quel genio assoluto che è Altan.

    Una pecca: prezzo a mio parere eccessivo, per un'edizione che manca anche di introduzione -che per inciso non avrebbero guastato.

    Una perla:
    "Se la fa così difficile chiamo un creatore orientale e siamo a posto"
    "Ma quelli le fanno delle robe che fra mille anni è da buttar via!"

    ha scritto il