Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tristessa

Di

Editore: SugarCo ( Tasco. Letteratura ; 10 )

3.8
(137)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 125 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Portoghese , Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 887198305X | Isbn-13: 9788871983059 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Tristessa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Tristessa ama la morte -
    Sarebbe come conquistare un angelo all'inferno e guadagnarsi il diritto di scendere insieme a lei dove è peggio -
    Come Goethe a 80 anni, conosci la futilità dell'amore e alzi le spalle.
    Il peccato è solo mio se la desidero così tanto.
    "quel che fac ...continua

    Tristessa ama la morte -
    Sarebbe come conquistare un angelo all'inferno e guadagnarsi il diritto di scendere insieme a lei dove è peggio -
    Come Goethe a 80 anni, conosci la futilità dell'amore e alzi le spalle.
    Il peccato è solo mio se la desidero così tanto.
    "quel che faccio è raccogliere" dice in spagnolo - "uomini e donne hanno errores - errori, colpe, peccati, faltas",
    gli esseri umani seminano il proprio terreno di guai e inciampano nelle rocce della loro fallace immaginazione errorifica, e la vita è dura.
    Lo sa lei, lo so io, lo sapete voi.
    Oh, dorata eternità, lo so che la morte è meglio ma
    "il mio amore non è una ragione sufficiente per continuare a vivere?"
    Perchè a Tristessa serve il mio aiuto ma non lo accetta e io non glielo do.
    Io la amo ma voglio andarmene.

    Conosci le donne quanto credi?

    "Perchè questa pagliacciata, Eroe Pagliaccio?"
    "Non esiste un paradiso da qualche parte?"
    "Non esiste un babbo natale degli eroi pagliacci, folle ragazzo"

    ha scritto il 

  • 4

    Una historia semibiografia de la estadia de Jack Kerouac en la ciudad de Mexico, donde las drogas y decadencia, se mezclan en una mente brillante y poetica y dan a luz una historia sucia pero hermosa, donde la tragedia se mezcla con los deseos sin frutos y que por lo mismo se convierten en los ma ...continua

    Una historia semibiografia de la estadia de Jack Kerouac en la ciudad de Mexico, donde las drogas y decadencia, se mezclan en una mente brillante y poetica y dan a luz una historia sucia pero hermosa, donde la tragedia se mezcla con los deseos sin frutos y que por lo mismo se convierten en los mas amados.

    ha scritto il 

  • 4

    "Dal tempo senza inizio al futuro senza fine, gli uomini amano le donne senza dirglielo, e il Signore le ama senza dirglielo, e il vuoto non è vuoto perché non c'è nulla di cui essere svuotati.
    Ci sei, stella del Signore?
    Diminuita è la pioggerella che ha infranto la mia calma."

    ha scritto il 

  • 3

    rece completa: http://beatblog2.blogspot.it/2010/02/tristessa.html


    Tristessa narra delle settimane trascorse a Città del Messico prima nell’agosto 1955 e poi nel settembre 1956. Jack vive con William Garver, amico di William Burroughs. Burroughs aveva vissuto lì fino a poco prima e aveva ...continua

    rece completa: http://beatblog2.blogspot.it/2010/02/tristessa.html

    Tristessa narra delle settimane trascorse a Città del Messico prima nell’agosto 1955 e poi nel settembre 1956. Jack vive con William Garver, amico di William Burroughs. Burroughs aveva vissuto lì fino a poco prima e aveva lasciato l’appartamento a Garver. Nel libro di Kerouac, Garver è chiamato Old Bull e fa pensare a William Burroughs, ma non si tratta di lui, anche se sicuramente l’intenzione era quella di incrociare e fondere insieme questi due incredibili personaggi: dietro ai discorsi di Old Bull Garver, nel libro, è facilissimo vedere Burroughs.
    Garver e Jack si rifornivano di droga da Esperanza Villanueva, una prostituta conosciuta da Jack già anni prima quando a Città del Messico viveva Burroughs (Jack narra una memorabile visita a casa di Bull anche in Sulla Strada). All’arrivo Jack lavorò su Mexico City Blues e, appena terminato, in una notte scrisse, a lume di candela, la prima parte di Tristessa.

    ha scritto il 

  • 4

    ''Noi tutti tremanti nelle nostre scarpe di mortalità, nati per morire, nati per morire potrei scrivere sul muro e su tutti i muri d'America...''

    ''Decido di evitare l'esito del fatto e rimanere al di là del cielo''

    ha scritto il 

Ordina per