Troubling Love

By

Publisher: Europa Editions

3.3
(1118)

Language: English | Number of Pages: 139 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Spanish

Isbn-10: 1933372168 | Isbn-13: 9781933372167 | Publish date: 

Translator: Ann Goldstein

Also available as: eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Troubling Love ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

"A deeply observed, excruciatingly blunt novel."-The New Yorker

"The raging, tormented voice of the author is something rare."-The New York Times

Following her mother's untimely and mysterious death, Delia embarks on a voyage of discovery through the streets of her native Naples searching for the truth about her family. A series of mysterious telephone calls leads her to compelling and disturbing revelations about her mother's final days.

This stylish fiction from the author of The Days of Abandonment is set in a beguiling but often hostile Naples, whose chaotic, suffocating streets become one of the book's central motifs. A story about mothers and daughters and the complicated knot of lies and emotions that binds them.

Elena Ferrante's previous novel, The Days of Abandonment, received excellent critical attention in The New York Times, The New Yorker, The Chicago Tribune, The Philadelphia Inquirer, The Seattle Times, Library Journal, and many other publications. Troubling Love is expected to follow in its footsteps.

Sorting by
  • 2

    L'amore molesto è un affetto irrisolto, morboso, minato dalla paura dell’abbandono, dalla sfiducia e dal sospetto. È il fulcro del romanzo, ma è indagato con toni ambigui e surreali e così perde la ca ...continue

    L'amore molesto è un affetto irrisolto, morboso, minato dalla paura dell’abbandono, dalla sfiducia e dal sospetto. È il fulcro del romanzo, ma è indagato con toni ambigui e surreali e così perde la capacità di essere sconvolgente.

    said on 

  • 0

    Un romanzo cupo, ad inseguimenti, con personaggi che, se si trattasse di un fumetto, me li potrei immaginare con denti lunghi ed affilati come quelli di un vampiro, come "l'amico" Caserta, con molto n ...continue

    Un romanzo cupo, ad inseguimenti, con personaggi che, se si trattasse di un fumetto, me li potrei immaginare con denti lunghi ed affilati come quelli di un vampiro, come "l'amico" Caserta, con molto nero e pochi tratti chiari. Me li immagino con pochi dialoghi tra loro, con visi lunghi e tristi, capelli lisci e neri che non mostrano mai un sorriso e difatti qui, in questa storia, non c'è proprio nulla da ridere e neanche da sorridere.

    said on 

  • 3

    L'inizio lasciava prevedere una vicenda intrigante, che invece si è rivelata ben presto una lunga e noiosa seduta psicanalitica. Chapeau, comunque, alla scrittura della Ferrante.

    said on 

  • 1

    De L'amore molesto mi hanno colpito i momenti in cui la protagonista cerca di calmarsi quando è travolta dagli eventi. Questo però è un esordio e — confrontato o meno ai romanzi che seguiranno — risul ...continue

    De L'amore molesto mi hanno colpito i momenti in cui la protagonista cerca di calmarsi quando è travolta dagli eventi. Questo però è un esordio e — confrontato o meno ai romanzi che seguiranno — risulta una prova acerba. Il dramma è esagerato, sfocia in atti crudi e violenti che sembrano pensati solo per stupire e in scene deliranti come l'inseguimento sotto la pioggia. Se anche avesse voluto comunicare qualcosa sul rapporto madre-figlia, lo fa in modo troppo raffazzonato e confuso per far arrivare qualunque messaggio a destinazione.

    said on 

  • 0

    Ho sempre apprezzato i romanzi di Elena Ferrante, fatta eccezione per questo. Mi spiace, ma è stata una grande fatica portarlo a termine.

    said on 

  • 3

    Bruttino!!!

    Sicuramente l’autrice ha una notevole padronanza della lingua italiana ed è capace di costruire una buona trama.
    Il romanzo però non mi è piaciuto e ho fatto davvero molta fatica a terminarlo; non mi ...continue

    Sicuramente l’autrice ha una notevole padronanza della lingua italiana ed è capace di costruire una buona trama.
    Il romanzo però non mi è piaciuto e ho fatto davvero molta fatica a terminarlo; non mi è piaciuta la crudezza della scrittura, volutamente fastidiosa che riesce in più occasioni a procurare disgusto.
    Il racconto non è facile, parla di un rapporto morboso tra madre e figlia che a tratti risulta allucinato, a volte surreale, quasi onirico, ed è avvolto da una cupezza che appesantisce la lettura dall’inizio alla fine.
    Sinceramente mi aspettavo di meglio!

    said on 

  • 1

    Anno nuovo, delusioni vecchie

    Comincio questo romanzo spinta dall'entusiasmo delle recensioni che da anni appaiono accanto a questo nome. Ci deve essere un errore. Sentimenti ripetuti, noia lenta, vicenda pretestuosa. Hai presente ...continue

    Comincio questo romanzo spinta dall'entusiasmo delle recensioni che da anni appaiono accanto a questo nome. Ci deve essere un errore. Sentimenti ripetuti, noia lenta, vicenda pretestuosa. Hai presente quando dicevo che non esistono libri brutti? Sbagliavo.

    said on 

  • 0

    Certo, le primissime pagine catturano l'attenzione ma presto s'intuisce l'imminente delusione. Che si faccia un gran parlare del'autrice, tuttora non mi è chiaro.

    said on 

  • 1

    Ripromettendomi da anni di capire il fenomeno Ferrante mi decido di avvicinarmi al suo primo libro prodotto e ne rimango con un "maccosa?" appiccicato addosso.
    Lo stile è molto semplice e lineare, la ...continue

    Ripromettendomi da anni di capire il fenomeno Ferrante mi decido di avvicinarmi al suo primo libro prodotto e ne rimango con un "maccosa?" appiccicato addosso.
    Lo stile è molto semplice e lineare, la proprietà di linguaggio abbastanza elementare e le reiterazioni amplificano la velocità nel leggere.
    A circa un quarto mi sono accorta di non riuscire a immergermi nel percorso mentale e fisico di una figlia verso l'accettazione della morte e soprattutto della vita della madre, in un rapporto morboso e a tratti allucinato. Nonostante sia interessante anche negli intermezzi onirici si sofferma un tantino troppo nella ricerca della descrizione dei fluidi corporei e nel cliché della protagonista del tutto autoreferenziale in generale.
    L'amore molesto è in ogni rapporto di ogni personaggio descritto (figlia, madre, padre, amante, etc) sembra una un po' troppo una forzatura per riuscire a essere una storia digerita con facilità.
    L'avrei sicuramente abbandonato se non fosse stato per la sua brevità.

    said on 

Sorting by
Sorting by