Tu, sanguinosa infanzia

Voto medio di 670
| 200 contributi totali di cui 180 recensioni , 20 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un bambino osserva il nonno leggere libri di fantascienza, i primi volumi di"Urania" con i mostri in copertina, e immagina, trepidante, di assistere ascontri tra il vecchio e le creature venute dallo spazio. Un bambino ha fattocon un coetaneo il ... Continua
Ha scritto il 21/09/17
Solo il capitolo/racconto dedicato alla "disfida" tra i sommi otto scrittori di avventura (marinaresca) merita l'acquisto e la lettura. Quanto al resto, è un affettuoso, colto e appassionato elogio dell'infanzia come luogo in cui avviene ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 05/09/17
Volevo Leggenda privata ,ma in biblioteca ho trovato questo! Tranne qualche barlume di autenticità l'ho trovato così assurdamente pretenzioso,così ricercato,così insopportabilmente snob,cosi trasudante di autocompiacimento per la ricerca di ..." Continua...
  • 6 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 18/08/17
Sugli Otto scrittori, ho pianto
Ha scritto il 17/06/17
Mi sono avvicinata a Mari perché ne avevo letto un gran bene. Ora, dopo la lettura sono molto delusa. Penso proprio che non sia letteratura ciò che scrive. Mi sono ritrovata nelle sue sensazioni, mi sono re-immersa nella prospettiva in cui da ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 4 commenti
Ha scritto il 15/05/17
Il sangue e i giornalini
Non esagero quando dico che "Tu, sanguinosa infanzia" è una delle raccolte di racconti più belle che mi sia capitato di leggere: non solo contemporanee, non solo italiane. E neanche lo faccio quando affermo che il suo autore sta diventando uno dei ..." Continua...
  • 16 mi piace
  • 7 commenti

Ha scritto il Apr 04, 2013, 01:03
“Io una volta andai al cinema con i miei genitori a vedere -Il vampiro- di Dreyer. All’ultimo momento, pensando che mi sarei spaventato troppo, scelsero -La nave bianca- di Rossellini. Io, che non mi ero reso conto del cambio, aspettai invano ... Continua...
Pag. 125
  • 1 mi piace
Ha scritto il Apr 04, 2013, 01:03
“E nomi come quelli di Heinlein, di Sheckley, di Clarke, di Simak, di Wyndham, di Matheson, di Silverberg, di Pohl, di Van Vogt, formavano per me il supremo canone della letteratura occidentale, corona di spiriti superiori eletti dai mostri a ... Continua...
Pag. 22
Ha scritto il Apr 04, 2013, 01:02
“Mi convinsi così, verso gli otto anni di età, che Il piccolo principe o Il libro della giungla fossero le prime tappe di un lungo processo iniziatico che mi avrebbe portato, dopo decenni e decenni di letture, a poter finalmente leggere, come il ... Continua...
Pag. 22
Ha scritto il Apr 04, 2013, 01:02
“Ma questi giornalini, Filippo, sono impartecipabili, sono il fiore della mia infanzia, capisci, dunque sono la mia essenza, se me li togli mi uccidi”
Pag. 8
Ha scritto il Apr 04, 2013, 01:02
“L’oltraggio, Filippo, non sono soltanto i ghirigori o gli strappi: lo sono anche l’indifferenza, lo sguardo che unisce e non sa gerarchia, l’adiafora passività del profano”
Pag. 7

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi