Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tuo fino alla morte

By Gunnar Staalesen

(95)

| Softcover | 9788870914030

Like Tuo fino alla morte ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Un mattino di febbraio insolitamente caldo, in una Bergen ancora pesante d’inverno, il detective Varg Veum è ingaggiato dal più giovane cliente che si sia mai presentato alla sua porta per il caso più banale: recuperargli la bicicletta. Roar ha otto Continue

Un mattino di febbraio insolitamente caldo, in una Bergen ancora pesante d’inverno, il detective Varg Veum è ingaggiato dal più giovane cliente che si sia mai presentato alla sua porta per il caso più banale: recuperargli la bicicletta. Roar ha otto anni ed è sotto choc: è stato derubato da Joker e dalla sua banda che terrorizza il quartiere. Ma compiuta la missione, Varg non resiste al suo istinto di ex assistente sociale e si appassiona alle esistenze solitarie degli anonimi caseggiati di periferia, ritrovandosi invischiato in una storia di risentimenti, rabbia e malasorte. Il padre di Roar viene ucciso con cinque coltellate alla pancia, sua madre Wenche è accusata del delitto e solo Varg è convinto che dietro l’omicidio si nasconda qualcosa di ben più marcio. Una nuova indagine per il detective scettico e disincantato più famoso di Norvegia, con un debole per la bottiglia e uno, ancora maggiore, per il fascino femminile.

10 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    In una Bergen di fine anni '70 una banda di giovani teppisti terrorizza gli abitanti di un quartiere di periferia e un uomo muore ammazzato. In questo scenario si muove Varg Veum, investigatore privato malinconico e disincantato, che indaga sul delit ...(continue)

    In una Bergen di fine anni '70 una banda di giovani teppisti terrorizza gli abitanti di un quartiere di periferia e un uomo muore ammazzato. In questo scenario si muove Varg Veum, investigatore privato malinconico e disincantato, che indaga sul delitto e non solo. Le caratteristiche torbide del noir pervadono tutto il romanzo, in particolare le atmosfere dei luoghi e sopratutto i vari personaggi che vivono delle solitudini feroci, in appartamenti squallidi e polverosi, dove le poche consolazioni arrivano dalla bottiglia o dal sesso senza amore, dove ci si incrocia senza conoscersi, senza salutarsi, ognuno rinchiuso nella propria bolla di dolore, diffidenza ed egoismo.
    Mi è piaciuto molto, benchè abbia trovato la parte giallesca un po' semplice, mi ha colpito notare che la Norvegia vivesse all'epoca delle situazioni sociali da noi arrivate più tardi e che la storia di fantasia è davvero un pretesto per parlare in realtà di tutti questi lati oscuri.

    Is this helpful?

    Sciarpina said on Oct 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    tre stelle e mezza

    Condivido le considerazioni sul matrimonio, l'amore, le illusioni, il nostro egocentrismo. Godo del lirismo del romanzo. Ma del detective anni '50, della "femme fatale", dei gialli Mondadori di allora, ne ho la soffitta piena.

    Is this helpful?

    Kin said on Apr 19, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Anni Settanta a Bergen, Norvegia, casermoni di periferia, un detective solo e malinconico, un bambino che lo assume per ritrovare la bici rubata. Si parla più di amore che di delitti, ma forse, chissà, le due cose viaggiano insieme!

    Is this helpful?

    elena said on Dec 13, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Norvegia – Bergen – fine anni 70. Desolazione e malinconia. Questo secondo noir non si discosta molto dai temi affrontati nel precedente ”Satelliti della morte” forse è più intimista e sempre suggestive le atmosfere nordiche descritte.

    Is this helpful?

    kale51 said on Sep 9, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il noir che non ti aspetti...

    Mi era difficile pensare a un noir ambientato in Scandinavia... e ancora di più immaginare che potesse scavare nei sentimenti più intimi, entrando nella pancia a fare sconquassi.
    E’ così che questo libro sorprende: come nel caso dei migliori noir, la ...(continue)

    Mi era difficile pensare a un noir ambientato in Scandinavia... e ancora di più immaginare che potesse scavare nei sentimenti più intimi, entrando nella pancia a fare sconquassi.
    E’ così che questo libro sorprende: come nel caso dei migliori noir, la vicenda è solo un pretesto per parlare d’altro. Qui l’indagine investigativa si trasforma in un’esplorazione dell’animo umano e dei meandri del cuore, con uno sguardo di indulgente compassione verso chi nel mare della passione naviga a stento, fino all’inevitabile naufragio.
    Il tutto ambientato in una Norvegia cupa, ben lontana dal modello di welfare che conosciamo (in effetti il libro risale agli anni settanta, prima che il Paese trovasse linfa vitale nel petrolio, liberandosi dalla "monocoltura" del merluzzo), con un protagonista, Varg Veum, che è stretto parente del Fabio Montale di Izzo. E' il caso di aggiungere altro?!?

    Is this helpful?

    Chourmo said on May 17, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "No, era troppo piccolo. Non si nota la vista quando si hanno otto anni. Bisogna essere stati innamorati, avere vissuto il primo amore, per incominciare a vedere il panorama" pag. 151

    Is this helpful?

    Fra said on May 12, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book