Tuscolane - Libri I e II

I classici del pensiero libero Greci e latini, 53

Voto medio di 6
| 5 contributi totali di cui 0 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una recensione!

Ha scritto il Dec 15, 2012, 10:02
"Nemo me lacrimis decoret, nec funera fletu faxit!"
Pag. 132
  • 1 commento
Ha scritto il Dec 15, 2012, 10:01
Qua est sententia in Cresphonte usus Euripides:"Nam nos decebat coetus celebrantis domumLugere, ubi esset aliquis in lucem editus,Humanae vitaae varia reputantis maal;At qui labores morte finisse gravis,Hunc omni amicos laude et laetitia exsequi." ...Continua
Pag. 128
  • 1 commento
Ha scritto il Dec 15, 2012, 06:08
Perciò, se la sensibilità scompare e la morte è simile a quel sonno che talvolta, senza neppure un sogno, ci procura il più sereno dei riposi, dei buoni!, quanto è vantaggioso morire! Quanti giorni si potrebbero trovare che siano preferibili a ...Continua
Pag. 109
Ha scritto il Oct 30, 2012, 22:59
È come per gli dei: mi sembra che l'argomento più sicuro per indurci a credere nella loro esistenza sia che non esiste gente tanto selvaggia, non esiste uomo tanto crudele nella cui mente non sia infiltrata l'idea della divinità.
Pag. 37

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jun 13, 2016, 16:18
878 CIC/53 16957 Letteratura Greca

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi