Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tutta la vita

By Romana Petri

(150)

| Hardcover | 9788830430754

Like Tutta la vita ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una storia d'amore intensa e trascinante con una straordinaria protagonista: Alcina, una donna sensibile e tenace che anche grazie alla forza e all'ottimismo dell'uomo che la ama fin da bambino riesce a traghettare sua figlia oltre il male e gli orro Continue

Una storia d'amore intensa e trascinante con una straordinaria protagonista: Alcina, una donna sensibile e tenace che anche grazie alla forza e all'ottimismo dell'uomo che la ama fin da bambino riesce a traghettare sua figlia oltre il male e gli orrori della Storia, verso la felicità che comunque esiste.

45 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La prima cosa che mi viene in mente pensando alla lettura di questo libro è...uff...già finito...
    Quanto mi piace la scrittura di Romana Petri....eh si... Proprio tanto...
    Perchè mi ha fatto vivere le vite di personaggi bellissimi...tanto reali, sia ...(continue)

    La prima cosa che mi viene in mente pensando alla lettura di questo libro è...uff...già finito...
    Quanto mi piace la scrittura di Romana Petri....eh si... Proprio tanto...
    Perchè mi ha fatto vivere le vite di personaggi bellissimi...tanto reali, sia i buoni che i cattivi, da riuscire quasi a vederli...
    Perchè mi ha fatto conoscere l'Alcina e Spaltero...e il loro amore unico e immenso...
    Perchè è riuscita a trasmettermi l'angoscia e l'orrore della dittatura argentina e il dolore delle donne di Plaza de Mayo...
    Perchè fra le sue parole...si alza sempre il vento...

    Is this helpful?

    Clo said on Aug 16, 2014 | 1 feedback

  • 7 people find this helpful

    Questo libro arrivato caldo caldo da Gil (grazie), mi ha commosso, commosso proprio emotivamente, con quel sentire dell’interiorità che è profondo perché è quello della vita lasciata fluire, lasciata spalancata pronta ad accogliere.

    Alcina è un per ...(continue)

    Questo libro arrivato caldo caldo da Gil (grazie), mi ha commosso, commosso proprio emotivamente, con quel sentire dell’interiorità che è profondo perché è quello della vita lasciata fluire, lasciata spalancata pronta ad accogliere.

    Alcina è un personaggio bellissimo. E' una giovane donna sola, con la corte dei morti da badare, da accudire, da tenere al caldo. Vive di ricordi e di rinuncia, Alcina. E ha un cane pazzo, furioso proprio, Vinciguerra. Un cane araldico nero come la notte con gli occhi rossi come il demonio. E’ un cane potente, spaventoso, la sua voce emette suoni terribili che sembrano provenire dal profondo della terra. Alcina ha anche un bacio sulle labbra che è di quelli che durano una vita e la promessa dell’uomo più bello del mondo, un ragazzo più giovane di 11 anni con un sorriso strano, come un bagliore di traverso.
    Le prime 70/80 pagine sono le migliori. Mi hanno toccato e ritoccato con dita e aliti che conosco, che sono della mia gente, che sono della mia vita. Poi questo sentire così intenso cala un po’. Tuttavia il libro regge. Regge a un amore felice. E regge per l’intreccio di altri personaggi e della storia terribile dell’Argentina.

    Is this helpful?

    Gloria Albonetti said on Aug 7, 2014 | 9 feedbacks

  • 15 people find this helpful

    Un gran bel romanzo. Inconsueto. Ed è inconsueto che mi abbia emozionato.
    Infatti mi chiedo perché, a lettura appena terminata.

    Perchè dentro c'è una visione epica dei sentimenti e dell'amore. In particolare di quello più raro, che dura una vita. E ...(continue)

    Un gran bel romanzo. Inconsueto. Ed è inconsueto che mi abbia emozionato.
    Infatti mi chiedo perché, a lettura appena terminata.

    Perchè dentro c'è una visione epica dei sentimenti e dell'amore. In particolare di quello più raro, che dura una vita. E che anziché spegnersi, si rinfocola nella quotidianità di una famiglia.
    Non è poco. Ma non è solo e tanto questo.

    E' soprattutto perché c'è quel modo di vivere che alla protagonista viene rimproverato come un difetto: "Di tutte le persone che ti circondano fai leggenda". Forse lo è, un difetto. Di sicuro è una configurazione della mente che porta sofferenze, che espone a vivere gli abbandoni (della propria terra, delle persone che si amano) come mutilazioni senza rimedio e senza consolazione. Alcina ce l'ha al centro del motore quel vizio. Ed è puro, vero coraggio quello che la fa partire dall'Umbra e la porta in Argentina. Per il mondo ci va e ci sta con tutto il carico di sgomento, di paura che quel modo di sentire comporta. Il romanzo è il racconto del tormento di una "senzapelle" davanti all'imprevedibilità della vita e alla certezza della morte, propria e altrui, davanti alla feroce indifferenza degli altri e della Storia; davanti al rischio o all'inevitabilità dell'abbandono, che un lutto è.

    In qualche modulo espressivo la Petri ha dei limiti, per i miei gusti (l'uso a tratti reiterato di "e" a legare le frasi, per esempio); ma ha anche una aggettivazione sempre rigorosa e spesso originale, che in qualche caso diventa fulminante o lirica; di quelle che ti fanno fermare ed alzare gli occhi, insomma.
    Ulteriore annotazione: il cane, Vinciguerra, è un gran personaggio letterario.

    Un'amica anobiana a cui devo la scoperta di questo romanzo ha iniziato il gioco degli attori (d'accordo: mai libro fu più pronto come sceneggiatura di un film) e siccome il vizio ce l'ho anch'io, non posso sottrarmi. D'accordo con lei anche su Fantastichini (Toni). Alcina l'ho subito immaginata come una Athina Cenci più giovane di adesso (neanche troppo). Due attori straordinari e straordinariamente poco valorizzati. Spalterio invece per me è stato subito Raoul Bova. Il regista me lo vado a riprendere nell'aldilà: Monicelli, Tutta la vita.

    Is this helpful?

    #Gil D. said on Jul 28, 2014 | 23 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    Sono a meta’ lettura.
    Nel frattempo nel mio film immaginario, i protagonisti hanno i volti di:

    Alcina = Cristina Moglia
    Spaltero = Francesco Arca
    Toni = Ennio Fantastichini

    Ed e’ stato subito cosi’ dall’inizio!

    Chissa' se trovo qualche altro abbi ...(continue)

    Sono a meta’ lettura.
    Nel frattempo nel mio film immaginario, i protagonisti hanno i volti di:

    Alcina = Cristina Moglia
    Spaltero = Francesco Arca
    Toni = Ennio Fantastichini

    Ed e’ stato subito cosi’ dall’inizio!

    Chissa' se trovo qualche altro abbinamento....

    Trovato:
    BUENAVENTURA = Aurora Ruffino

    Allora…bella la trama, fluida la scrittura, interessanti gli argomenti toccati.
    Scelta forte e rischiosa lo spaccato sui desaparecidos argentini, trattato invece con estrema rispondenza alla realta’ e senza superficialita’.
    Unica pecca del libro: manca, secondo me, quell’attenzione particolare alla descrizione degli ambienti e dei luoghi, che traspare solo nelle ultime pagine.
    Sappiamo che Alcina viveva alle Case Venie per poi emigrare in Argentina vicino a Buenos Aires giusto perche’ tali luoghi vengono esplicitamente menzionati; ma a livello di “atmosfere” portegne non si percepisce nulla.
    Poteva essere Buenos Aires cosi’ come una qualunque citta’ vicino al mare e magari nei fiordi norvegesi.

    Bellissimi e fortemente partecipati ogni descrizione e ogni spazio dedicati a Vinciguerra.
    Non l’ho mai pensato “cane”, ma una persona travestita da cane.
    Probabilmente la scrittrice ama molto i cani diversamente non avrebbe saputo renderne cosi’ bene il carattere e la personalita’.
    Vinciguerra quindi non una comparsa insignificante ma un vero e proprio cameo.
    (nella mio percorso di lettrice soltanto un’altra volta mi e’ capitato di leggere pagine speciali e delicatissime dedicate a un cane, il levriero di Malaparte, Febo)

    Si’ la Petri scrive di qualita’!
    Pero’! (e sono seria) quanto mi piacerebbe saperlo: come sara’ stata (ditemelo! vi prego!) la faccia da rettile stanco e/o affaticato di Toni? (no, perche’ mi sa che era proprio convinta la Petri: piu’ di una volta l’ha ribadito!)
    Tutt’al piu’ aspettero’ il film, cosi’ la vedo e mi do’ soddisfazione :)

    Is this helpful?

    MammiMo said on Jul 21, 2014 | 7 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    4 e mezzo.
    Un libro in cui si respira profumo di antico e di valori forse ormai perduti, dove si incontra un amore perfetto e si conoscono personaggi che ti restano nel cuore, Alcina, forte e fragile allo stesso tempo e Spaltero, gioioso, ottimista, ...(continue)

    4 e mezzo.
    Un libro in cui si respira profumo di antico e di valori forse ormai perduti, dove si incontra un amore perfetto e si conoscono personaggi che ti restano nel cuore, Alcina, forte e fragile allo stesso tempo e Spaltero, gioioso, ottimista, sempre propositivo.
    Un libro che affronta anche un tema drammatico come quello dei desaparecidos argentini e lo fa con un suo stile, forte e personale.
    Per me è stato anche il libro giusto al momento giusto perchè mi ha fatto riflettere su certe cose della vita e, soprattutto, sulla morte. Bello.

    Is this helpful?

    lasaretta75 said on May 17, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo libro,più che una semplice storia d'amore,più che una semplice storia di famiglia e di donne,madre e figlia.
    una storia avvincente,delicata e dolorosa al tempo stesso.personaggi a cui senti di affezionarti per sempre.
    non vedo l'ora di l ...(continue)

    Bellissimo libro,più che una semplice storia d'amore,più che una semplice storia di famiglia e di donne,madre e figlia.
    una storia avvincente,delicata e dolorosa al tempo stesso.personaggi a cui senti di affezionarti per sempre.
    non vedo l'ora di leggere gli altri libri dell'autrice.

    Is this helpful?

    aria75 said on Apr 23, 2014 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (150)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Hardcover 432 Pages
  • ISBN-10: 8830430757
  • ISBN-13: 9788830430754
  • Publisher: Longanesi
  • Publish date: 2011-03-01
  • Also available as: Others , eBook
Improve_data of this book

Margin notes of this book