Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tutta la vita

By Romana Petri

(89)

| eBook | 9788830431195

Like Tutta la vita ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

43 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 14 people find this helpful

    Un gran bel romanzo. Inconsueto. Ed è inconsueto che mi abbia emozionato.
    Infatti mi chiedo perché, a lettura appena terminata.

    Perchè dentro c'è una visione epica dei sentimenti e dell'amore. In particolare di quello più raro, che dura una vita. E ...(continue)

    Un gran bel romanzo. Inconsueto. Ed è inconsueto che mi abbia emozionato.
    Infatti mi chiedo perché, a lettura appena terminata.

    Perchè dentro c'è una visione epica dei sentimenti e dell'amore. In particolare di quello più raro, che dura una vita. E che anziché spegnersi, si rinfocola nella quotidianità di una famiglia.
    Non è poco. Ma non è solo e tanto questo.

    E' soprattutto perché c'è quel modo di vivere che alla protagonista viene rimproverato come un difetto: "Di tutte le persone che ti circondano fai leggenda". Forse lo è, un difetto. Di sicuro è una configurazione della mente che porta sofferenze, che espone a vivere gli abbandoni (della propria terra, delle persone che si amano) come mutilazioni senza rimedio e senza consolazione. Alcina ce l'ha al centro del motore quel vizio. Ed è puro, vero coraggio quello che la fa partire dall'Umbra e la porta in Argentina. Per il mondo ci va e ci sta con tutto il carico di sgomento, di paura che quel modo di sentire comporta. Il romanzo è il racconto del tormento di una "senzapelle" davanti all'imprevedibilità della vita e alla certezza della morte, propria e altrui, davanti alla feroce indifferenza degli altri e della Storia; davanti al rischio o all'inevitabilità dell'abbandono, che un lutto è.

    In qualche modulo espressivo la Petri ha dei limiti, per i miei gusti (l'uso a tratti reiterato di "e" a legare le frasi, per esempio); ma ha anche una aggettivazione sempre rigorosa e spesso originale, che in qualche caso diventa fulminante o lirica; di quelle che ti fanno fermare ed alzare gli occhi, insomma.
    Ulteriore annotazione: il cane, Vinciguerra, è un gran personaggio letterario.

    Un'amica anobiana a cui devo la scoperta di questo romanzo ha iniziato il gioco degli attori (d'accordo: mai libro fu più pronto come sceneggiatura di un film) e siccome il vizio ce l'ho anch'io, non posso sottrarmi. D'accordo con lei anche su Fantastichini (Toni). Alcina l'ho subito immaginata come una Athina Cenci più giovane di adesso (neanche troppo). Due attori straordinari e straordinariamente poco valorizzati. Spalterio invece per me è stato subito Raoul Bova. Il regista me lo vado a riprendere nell'aldilà: Monicelli, Tutta la vita.

    Is this helpful?

    #D.Gil said on Jul 28, 2014 | 19 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    Sono a meta’ lettura.
    Nel frattempo nel mio film immaginario, i protagonisti hanno i volti di:

    Alcina = Cristina Moglia
    Spaltero = Francesco Arca
    Toni = Ennio Fantastichini

    Ed e’ stato subito cosi’ dall’inizio!

    Chissa' se trovo qualche altro abbi ...(continue)

    Sono a meta’ lettura.
    Nel frattempo nel mio film immaginario, i protagonisti hanno i volti di:

    Alcina = Cristina Moglia
    Spaltero = Francesco Arca
    Toni = Ennio Fantastichini

    Ed e’ stato subito cosi’ dall’inizio!

    Chissa' se trovo qualche altro abbinamento....

    Trovato:
    BUENAVENTURA = Aurora Ruffino

    Allora…bella la trama, fluida la scrittura, interessanti gli argomenti toccati.
    Scelta forte e rischiosa lo spaccato sui desaparecidos argentini, trattato invece con estrema rispondenza alla realta’ e senza superficialita’.
    Unica pecca del libro: manca, secondo me, quell’attenzione particolare alla descrizione degli ambienti e dei luoghi, che traspare solo nelle ultime pagine.
    Sappiamo che Alcina viveva alle Case Venie per poi emigrare in Argentina vicino a Buenos Aires giusto perche’ tali luoghi vengono esplicitamente menzionati; ma a livello di “atmosfere” portegne non si percepisce nulla.
    Poteva essere Buenos Aires cosi’ come una qualunque citta’ vicino al mare e magari nei fiordi norvegesi.

    Bellissimi e fortemente partecipati ogni descrizione e ogni spazio dedicati a Vinciguerra.
    Non l’ho mai pensato “cane”, ma una persona travestita da cane.
    Probabilmente la scrittrice ama molto i cani diversamente non avrebbe saputo renderne cosi’ bene il carattere e la personalita’.
    Vinciguerra quindi non una comparsa insignificante ma un vero e proprio cameo.
    (nella mio percorso di lettrice soltanto un’altra volta mi e’ capitato di leggere pagine speciali e delicatissime dedicate a un cane, il levriero di Malaparte, Febo)

    Si’ la Petri scrive di qualita’!
    Pero’! (e sono seria) quanto mi piacerebbe saperlo: come sara’ stata (ditemelo! vi prego!) la faccia da rettile stanco e/o affaticato di Toni? (no, perche’ mi sa che era proprio convinta la Petri: piu’ di una volta l’ha ribadito!)
    Tutt’al piu’ aspettero’ il film, cosi’ la vedo e mi do’ soddisfazione :)

    Is this helpful?

    MammiMo said on Jul 21, 2014 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    4 e mezzo.
    Un libro in cui si respira profumo di antico e di valori forse ormai perduti, dove si incontra un amore perfetto e si conoscono personaggi che ti restano nel cuore, Alcina, forte e fragile allo stesso tempo e Spaltero, gioioso, ottimista, ...(continue)

    4 e mezzo.
    Un libro in cui si respira profumo di antico e di valori forse ormai perduti, dove si incontra un amore perfetto e si conoscono personaggi che ti restano nel cuore, Alcina, forte e fragile allo stesso tempo e Spaltero, gioioso, ottimista, sempre propositivo.
    Un libro che affronta anche un tema drammatico come quello dei desaparecidos argentini e lo fa con un suo stile, forte e personale.
    Per me è stato anche il libro giusto al momento giusto perchè mi ha fatto riflettere su certe cose della vita e, soprattutto, sulla morte. Bello.

    Is this helpful?

    lasaretta75 said on May 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo libro,più che una semplice storia d'amore,più che una semplice storia di famiglia e di donne,madre e figlia.
    una storia avvincente,delicata e dolorosa al tempo stesso.personaggi a cui senti di affezionarti per sempre.
    non vedo l'ora di l ...(continue)

    Bellissimo libro,più che una semplice storia d'amore,più che una semplice storia di famiglia e di donne,madre e figlia.
    una storia avvincente,delicata e dolorosa al tempo stesso.personaggi a cui senti di affezionarti per sempre.
    non vedo l'ora di leggere gli altri libri dell'autrice.

    Is this helpful?

    aria75 said on Apr 23, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    il diritto alla felicità


    “Una giovane donna umbra che dopo aver fatto la Resistenza aspetta la lettera di un bel ragazzo che se n’è andato in cerca di fortuna in Argentina. Comincerò dal lungo viaggio che ha fatto per mare, un viaggio che è stato tutto un’attesa piena d’emo ...(continue)


    “Una giovane donna umbra che dopo aver fatto la Resistenza aspetta la lettera di un bel ragazzo che se n’è andato in cerca di fortuna in Argentina. Comincerò dal lungo viaggio che ha fatto per mare, un viaggio che è stato tutto un’attesa piena d’emozione, ma fatto anche dei ricordi che si portava dietro. E poi dirò del suo arrivo, quando dalla nave scese tenendo al guinzaglio un cane nero. Un cane quasi araldico” – “Il romanzo che vuoi scrivere tu parla di molta gente. Parli di me, certo, ma anche del tuo babbo, del mio, dell’Aliseo, dei nostri cani, della Jole, dello zio Toni, delle sue mogli, di suo fratello, di quello che sta accadendo in Argentina … Insomma, io sono la protagonista, è vero, ma c’è la vita di molte altre persone in questo libro.[…] Però, da come me l’hai raccontato, io credo che andrebbe bene un titolo come Tutta la vita”: a poche decine di pagine dalla fine, così riassume il romanzo che scriverà Buenaventura, per tutti semplicemente Buena, la figlia di Alcina, la protagonista del romanzo, e Spaltero, l’uomo che la ama fin da bambino.
    Non è detto che ogni lettore colga i riferimenti meta letterari, ma è pure vero che anche il piano di Buena e Javier, sostenuto da Toni, di scrivere un romanzo che sarà quello che stiamo leggendo (o lo sarà con altre forme e altre parole), impone una riflessione sulla scrittura: ultimamente di romanzi che hanno come protagonisti romanzi ce ne sono stati molti e tutti piuttosto fortunati, questo ha il pregio che non è necessario capire i rimandi letterari per apprezzare la storia e crea quella gradevole sensazione di vertigine per cui non si sa più bene da quale parte del vetro stiamo guardando.
    Un ottimo romanzo per un lettore che cerca una storia in cui ritrovarsi e ha voglia di un lieto fine sensato e di emozioni intense ma prive di retorica o ironia. La grazia, il garbo, la pudicizia e la vergogna con cui l’autrice racconta la prima volta in cui Alcina e Spaltero fanno l’amore o le violenze che subiscono Buena e Javier, inoltre, rendono il romanzo accessibile davvero a tutte le sensibilità, con particolare appeal agli animi più riservati.
    La forte figura di Alcina, vigorosa e fragile nello stesso tempo, ma mai battuta, rimarrà nei nostri cuori molto, molto a lungo

    Is this helpful?

    Paola Rinaldi @pippipaoli said on Apr 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'eroina dei due mondi

    Tale può essere definita la protagonista di questa storia, Alcina, donna umbra dai solidi principi che, dopo aver combattuto nella Resistenza, coronerà il suo sogno d'amore in Argentina dove, suo malgrado, vivrà ancora una volta, sulla sua pelle di m ...(continue)

    Tale può essere definita la protagonista di questa storia, Alcina, donna umbra dai solidi principi che, dopo aver combattuto nella Resistenza, coronerà il suo sogno d'amore in Argentina dove, suo malgrado, vivrà ancora una volta, sulla sua pelle di madre, l'orrore della dittatura. Una bella figura di donna, attorniata da personaggi intensi e veri nella loro umanità.
    Voto 3 e 1/2.

    Is this helpful?

    Acquamarina07 said on Feb 3, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (89)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • eBook 304 Pages
  • ISBN-10: 8830431192
  • ISBN-13: 9788830431195
  • Publisher: Longanesi
  • Publish date: 2011-01-01
  • Also available as: Hardcover , Others
Improve_data of this book

Groups with this in collection