mariafre
Ha scritto il 08/06/16
Alla ricerca del contrario della morte
Quasimodo, che per la cronaca ricordiamo come Nobel per la Letteratura nel 1959 e immenso uomo del Sud, ha scritto tanto, ha tradotto i classici pur essendo un autodidatta in latino e greco, et cetera. Ma non hai mai trovato consolazione dall'incombe...Continua
Nelvis
Ha scritto il 23/05/13
Le vene e i polsi
Ho la convinzione - probabilmente sbagliata, certo ingenua - che una buona raccolta di poesia possa essere letta e apprezzata anche senza conoscere nulla dell'autore; le raccolte di questo tipo sono comunque quelle che preferisco. Non conoscevo per n...Continua
Vanessaʚϊɞ
Ha scritto il 16/08/12
Milano, agosto 1943
Invano cerchi tra la polvere povera mano, la città è morta. è morta: s'è udito l'ultimo rombo sul cuore del Naviglio. E l'usignolo è caduto dall'antenna, alta sul convento, dove cantava prima del tramonto. Non scavate pozzi nei cortili: i vivi non ha...Continua
Marco Casula
Ha scritto il 14/08/12
Le parole non hanno termine

Versi riposti in cassetti misteriosi. Troppo teneramente perché qualcuno dubiti.

Raskolnikov
Ha scritto il 10/09/11

che poeta, che poeta, ragazzi...


-
Ha scritto il Apr 11, 2010, 09:27
I SOLDATI PIANGONO DI NOTTE Né la Croce né l'infanzia bastano, il martello del Golgota, l'angelica memoria a schiantare la guerra. I soldati piangono di notte prima di morire, sono forti, cadono ai piedi di parole imparate sotto le armi della vita....Continua
Pag. 230
-
Ha scritto il Apr 11, 2010, 09:25
19 GENNAIO 1944 Ti leggo dolci versi d'un antico, e le parole nate fra le vigne, e le tende, in riva ai fiumi delle terre dell'est, come ora ricadono lugubri e desolate in questa profondissima notte di guerra, in cui nessuno corre il cielo degli ang...Continua
Pag. 149
-
Ha scritto il Apr 05, 2010, 12:17
UNA SERA, LA NEVE Di te lontana dietro una porta chiusa odo ancora il pianto d'animale: così negli alti paesi al vento della neve ulula l'aria fra i chiusi dei pastori. Breve gioco avverso alla memoria: la neve è qui discesa e rode i tetti, gonfia...Continua
Pag. 126
-
Ha scritto il Apr 05, 2010, 12:12
VICOLO Mi richiama talvolta la tua voce, e non so che cieli ed acque mi si svegliano dentro: una rete di sole che si smaglia sui tuoi muri ch'erano a sera un dondolio di lampade dalle botteghe tarde piene di vento e di tristezza. Altro tempo: un te...Continua
Pag. 43
-
Ha scritto il Apr 05, 2010, 12:10
VENTO A TINDARI Tindari, mite ti so fra larghi colli pensile sull'acque dell'isole dolci del dio, oggi m'assali e ti chini in cuore. Salgo vertici aerei precipizi, assorto al vento dei pini, e la brigata che lieve m'accompagna s'allontana nell'ari...Continua
Pag. 24

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Jul 19, 2016, 15:48
851 QUA 388 Letteratura Italiana
Biblioteca...
Ha scritto il Jan 18, 2016, 09:24
Collocazione: POE 7 (13 copie)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi