Primo agosto 1985: Michele Serra parte da Ventimiglia a bordo di una Panda, destinazione Trieste. Percorrendo l'intero litorale italiano, a piccole tappe, arriverà all'estremo opposto della penisola il 31 agosto. Ogni sera si ferma e detta un articol ...Continua
Martinento
Ha scritto il 10/12/13

Non capisco come la quintessenza del radicalismo chic possa fare "scompisciare dalle risate", come leggo altrove. I disegni di Staino, poi, non mi pare aggiungano nulla al libro.

ciccio uluzzo
Ha scritto il 09/08/12
attualissimo (purtroppo !)
scritto ormai nel 1985, ma trova ancora odierno riscontro in parecchi aspetti: già 27 anni fa si parlava di alcuni politici che sono tuttora al potere (vedere le pagine 35 e 102). ma soprattutto, volendo riassumere il senso di un viaggio così lungo,...Continua
Antonio Di Leta
Ha scritto il 09/11/11
Michele Serra, attuale collaboratore de “La Repubblica”, per la quale scrive ogni giorno la sua “Amaca”, ironico punto d’osservazione delle vicende di cronaca nazionale e non solo, scrisse una serie di articoli per “L’Unità”, nel 1985, viaggiando a b...Continua
Segretanto
Ha scritto il 10/09/11

Lettura estiva, leggera. Leggermente datata su alcuni argomenti, decisamente ancora attuale - purtroppo - per altri. Va benissimo se ci si vuole rilassare e ridacchiare.

Auaece
Ha scritto il 17/11/10

in confronto ai diari di Paolo Rumiz, Serra è poco più che uno scolaretto...si salva dalla singola stella solo perchè mi ha fatto tornare indietro agli anni 80...


Stayviolet
Ha scritto il Oct 17, 2009, 15:30
E' proprio vero che ai poveri, tra le altre disgrazie, tocca anche quella di essere in tanti e di non sapersi comportare....
Pag. 28

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi