Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tutti giù per terra

By Giuseppe Culicchia

(350)

| Others | 9788811667575

Like Tutti giù per terra ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

145 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 4 people find this helpful

    Librettino che furoreggiò una ventina di anni fa, ma io l’ho scoperto adesso, non ne conoscevo neppure l’esistenza.
    Dopo averne sentito parlare per la prima volta, pochi giorni or sono, me ne trovo una copia bisunta nella libreria della dolce figlie ...(continue)

    Librettino che furoreggiò una ventina di anni fa, ma io l’ho scoperto adesso, non ne conoscevo neppure l’esistenza.
    Dopo averne sentito parlare per la prima volta, pochi giorni or sono, me ne trovo una copia bisunta nella libreria della dolce figlietta: l’ha comprato usato, ma talmente usato che fa schifo anche aprirlo.
    Un doveroso e veloce rimprovero sull’opportunità di selezionare un usato sicuro, o almeno pulito, poi le domande di rito:
    L’hai letto?, sì.
    E com’è?, alzata di spalle. (Che comunque, come risposta, è già qualcosa).

    È andata a finire che l’ho letto anch’io, è divertente ma non ha la freschezza e la potenza di un Jack Frusciante, per dire.
    Poi guardo su aNobii e ce l’hanno in migliaia.
    Ma che facevo io 20 anni fa?, come mai non me ne sono accorta?
    Ah già, stavo allattando mia figlia.

    Is this helpful?

    Momi said on May 6, 2014 | 12 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    L'ho riletto dopo anni e devo dire che è un libro ancora molto attuale.
    Il disorientamento, l'insicurezza, le persone che cambiano le idee con la stessa velocità con cui un serpente cambia pelle, la difficoltà di trovare un proprio posto nel mondo... ...(continue)

    L'ho riletto dopo anni e devo dire che è un libro ancora molto attuale.
    Il disorientamento, l'insicurezza, le persone che cambiano le idee con la stessa velocità con cui un serpente cambia pelle, la difficoltà di trovare un proprio posto nel mondo...ma è davvero un libro scritto 20 anni fa?

    Is this helpful?

    Myeo said on Feb 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Avendolo letto dopo IL PAESE DELLE MERAVIGLIE mi è sembrato ne fosse la prima stesura. Per me Valter è sia il risultato ipotetico dell’infanzia dei ragazzini del ’77, sia il loro antefatto emotivo. E’ come se dopo la storia di Valter qualcosa volesse ...(continue)

    Avendolo letto dopo IL PAESE DELLE MERAVIGLIE mi è sembrato ne fosse la prima stesura. Per me Valter è sia il risultato ipotetico dell’infanzia dei ragazzini del ’77, sia il loro antefatto emotivo. E’ come se dopo la storia di Valter qualcosa volesse ancora essere scritto. Qualcosa di più profondo. Qualcosa di essenziale. Ci deve essere voluto molto coraggio per riprenderlo in mano questo Valter e scrivere tutto quello che c’era dietro.
    E dietro c’era Attila.
    Credo che l’uno non sarebbe potuto esistere senza l’altro. E al modo leggero con cui Valter si muove per il mondo deve molto la solidità emotiva di Attila.
    Valter combatte battaglie che sa perse in partenza, ma se ne fa una ragione e al posto di chiudersi in un guscio lamentoso osserva con cura e crea una satira che attira l’attenzione di chi legge perché assolutamente realistica.
    La scrittura breve, quasi nervosa ma allo stesso tempo placida aiuta il lettore a rilassarsi perché in fondo quello che Valter ha da dire è qualcosa che anche lui conosce bene, ma non saprebbe dirlo con parole migliori.

    Is this helpful?

    Raulino73 said on Dec 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Chi ero, che cosa cercavo, dove volevo andare? Non lo capivo. Non l'avevo mai capito con precisione."

    Ho scoperto, qualche anno dopo aver lasciato l'università, che il professore di linguistica italiana assegnava questo libro per un esame e per cur ...(continue)

    "Chi ero, che cosa cercavo, dove volevo andare? Non lo capivo. Non l'avevo mai capito con precisione."

    Ho scoperto, qualche anno dopo aver lasciato l'università, che il professore di linguistica italiana assegnava questo libro per un esame e per curiosità, ho deciso di leggerlo per conto mio.
    Questa piccola chicca ambientata negli ultimi anni Ottanta è breve, scorrevole e scritto bene.
    Il protagonista è Walter, ragazzo alle soglie dell'età adulta non sa cosa fare della sua vita.
    Per il servizio militare non è idoneo, si iscrive all'università di filosofia ma dall'altra parte c'è il padre che gli fa pressioni per costringerlo a cercare un lavoro.
    Uno spaccato dell'Italia di quegli anni, molto carino ed interessante con qualche parte ancora attuale.

    Is this helpful?

    *Mpina* said on Dec 9, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Uno dei rarissimi casi in cui la trasposizione cinematografica di un libro è migliore della stessa opera.

    Is this helpful?

    Frt84 said on Aug 31, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Imperdibile per chiunque abbia lavorato nel privato sociale, soprattutto all'ARCI :-)

    Is this helpful?

    Wieden said on Aug 25, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection