Tutti gli intellettuali giovani e tristi

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 142
| 39 contributi totali di cui 33 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dagli ultimi sussulti dell'era Clinton al crepuscolo del secondo mandato di George W. Bush, tre «vite parallele» intellettuali e sentimentali, che si sfiorano senza incontrarsi nell'ambiente dell'intellighenzia liberal della East Coast americana: la ...Continua
Hella
Ha scritto il 22/10/14

Recensione su http://bookshelf54.blogspot.it/2014/10/keith-gessen-tutti-gli-intellettuali.html

Roberten73
Ha scritto il 17/01/14
ADECCO O MAI PIU'
Dopo la laurea mi misi a cercare lavoro e, a seguito di vari insuccessi, mi iscrissi ad una agenzia interinale. Attraverso di loro lavorai 3 mesi e mezzo come addetto alle spedizioni merci, 2 mesi in una ditta che produceva accessori per la polizia,...Continua
Loris Magro
Ha scritto il 25/10/11
e mezza.
Spero vivamente che Gessen continui a scrivere romanzi, perché questa sua opera prima è davvero bella: i tre protagonisti, ognuno dei quali sembra rappresentare una parte dello stesso Gessen, vivono tre storie parallele, fatte di illusioni disilluse,...Continua
Luca Malavasi
Ha scritto il 05/09/11
Jonathan Franzen e Joyce Carol Oates ne hanno parlato un gran bene, il “New York Magazine” l’ha invece liquidato come “self-satisfied” e “boringly solipsistic”. La verità sta nel mezzo: Tutti gli intellettuali giovani e tristi è un buon libro – lonta...Continua
Lisa
Ha scritto il 19/04/11
Il racconto della vita di tre ragazzi, dai vent'anni dei grandi ideali e dell'era Clinton ai trent'anni del compromesso e dell'era Bush. La sostanziale prossimità dei percorsi triplica inutilmente un'unica storia; i personaggi si sovrappongono ma non...Continua

Jelie
Ha scritto il Nov 10, 2010, 22:30
Essere collegati al mondo tramite un telefono cellulare fa sì che si ricevano notizie di ogni genere in posti assurdi.
Pag. 253
Jelie
Ha scritto il Nov 10, 2010, 22:21
Tutte le persone a cui un tempo avevo voluto bene, o anche solo che un tempo avevo conosciuto, erano sparpagliate, e non le avrei mai più riviste in un unico posto. E così tutti i sentimenti che uno spendeva, riceveva, che provava nel nucleo del prop...Continua
Pag. 172
Jelie
Ha scritto il Nov 10, 2010, 22:17
Poi l'estate finì e io tornai all'università, a sorbirmi ulteriori dosi di quello che mi ero già sciroppato. Il divano, la mia vecchia tv, la nostra cassetta dei Simpson; il mio computer portatile in biblioteca, le lezioni alle 10 di mattina, il vent...Continua
Pag. 20
Jelie
Ha scritto il Nov 10, 2010, 22:14
Ma io sono sempre stato attratto dalle persone crudeli a caustiche, e Ferdinand era meravigliosamente caustico.
Pag. 15
Jelie
Ha scritto il Nov 10, 2010, 22:12
Henry Adams, quando conobbe Swinburne, pensò che gli ci sarebbero voluti cento anni per eguagliare l'erudizione del poeta, le sue conoscenze, le sue lettere. Io provai una sensazione del genere con Morris, ma pensai, ero giovane, che per portarmi a...Continua
Pag. 71

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi