Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tutti i colori del mondo

Di

Editore: Feltrinelli (I narratori)

3.7
(218)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 138 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807018888 | Isbn-13: 9788807018886 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Art, Architecture & Photography , Fiction & Literature , Health, Mind & Body

Ti piace Tutti i colori del mondo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
1881, Gheel, anche conosciuto come "il paese dei matti". Teresa Senzasogni non è pazza, ma come tale è stata registrata per poter godere, come è uso in quel villaggio fiammingo, dell'ospitalità della famiglia Vanheim. Un giorno avrà una dote e sposerà il suo Icarus, che le racconta le ingiustizie del mondo. Ma poi arriva un nuovo ospite, un vagabondo rosso di capelli, schivo, rude, gli occhi accesi da una febbre sconosciuta, e Teresa sembra riconoscere in lui un destino incompiuto: diventerà un pittore - lei lo sa, lei lo sente -, troverà nei colori una strada universale. Quando la "profezia" si avvera sono passati una decina d'anni e molto è accaduto, a Teresa e a Vincent van Gogh. Teresa scrive al caro signor Van Gogh perché si ricordi, perché la aiuti a mettere ordine nel disordine, speranza nella disperazione, amore nel disamore e colore nel grigio. Lui, in verità, è l'unico vero amore di tutta la sua vita. E come tutti gli amori è pieno di luce e di futuro. Il romanzo di Giovanni Montanaro è una lunga lettera che si trasforma in una storia di anime in gabbia, di sentimenti che vogliono lasciare il segno e di un bisogno di libertà grande quanto l'immaginazione che lo contiene.
Ordina per
  • 3

    prova prova ... prima recensione col nuovo Anobii - vogliamo le notifiche dei like e la sincronizzazione delle pagine di recensione!!!!

    Molta carne al fuoco: arte, psichiatria, lgbt. Il contemporaneo traspare nel linguaggio della protagonista, nei riferimenti a Basaglia quando viene descritto lo splendido paese di Gheel, nella descrizione colta del cromatismo di Van Gogh. Troppo autore troppo in così breve spazio. Il personaggio ...continua

    Molta carne al fuoco: arte, psichiatria, lgbt. Il contemporaneo traspare nel linguaggio della protagonista, nei riferimenti a Basaglia quando viene descritto lo splendido paese di Gheel, nella descrizione colta del cromatismo di Van Gogh. Troppo autore troppo in così breve spazio. Il personaggio di Teresa è bello, forse meritava di più.

    ha scritto il 

  • 0

    abbandonato

    troppo lento per i miei gusti. sarò anche un fast food letterario, ma il nostro giovane scrittore scrive come un vecchio che non ha altro da fare che aspettare il suo turno. buona notte

    ha scritto il 

  • 2

    Meno uno

    Il mio proposito per l'anno nuovo è finire tutti i libri che ho lasciato in sospeso, si comincia.


    Che poetica l'arte, che poetici i pittori, che poetici i pazzi, che poetici i colori. Wow, davvero. Lo stile evocativo, disturbati semianalfabeti che scrivono seguendo una sintassi perfetta... ...continua

    Il mio proposito per l'anno nuovo è finire tutti i libri che ho lasciato in sospeso, si comincia.

    Che poetica l'arte, che poetici i pittori, che poetici i pazzi, che poetici i colori. Wow, davvero. Lo stile evocativo, disturbati semianalfabeti che scrivono seguendo una sintassi perfetta... e poi, la narrazione in seconda persona! (che l'unica cosa che mi fa venire in mente è la Tamaro, c'est à dire: niente di buono). Almeno: appena lo chiudi ti fa venire voglia di rileggere tutto il carteggio di Van Gogh; per ripulirti. Non è un effetto positivo da sottovalutare. Almeno: è scritto in grande.

    ha scritto il 

  • 4

    Una storia particolare, che ha per protagonisti Vincent Van Gogh e Teresa Senzasogni, una ragazza orfana che viene indirizzata presso il paese di Gheel, nel Belgio, 1864.


    In questo paese alle famiglie vengono affidati dei matti, ma ne' Teresa ne' Vincent lo sono ...


    Ho aperto questo ...continua

    Una storia particolare, che ha per protagonisti Vincent Van Gogh e Teresa Senzasogni, una ragazza orfana che viene indirizzata presso il paese di Gheel, nel Belgio, 1864.

    In questo paese alle famiglie vengono affidati dei matti, ma ne' Teresa ne' Vincent lo sono ...

    Ho aperto questo libro attratto dalla copertina, l'ho chiuso apprezzandone il contenuto.

    ha scritto il 

  • 4

    Sì, mi è piaciuto. E' scritto davvero bene. E' una storia delicata e profonda ad un tempo. Bravissimo l'Autore che è riuscito a tenere la scrittura lieve e di spessore nell'uso delle stesse parole. Era un po' che non mi meravigliavo così. Evviva!

    ha scritto il 

  • 3

    Nulla di particolare

    Nulla di particolare, inizio e intreccio abbastanza interessanti, finale un po' deludente. Consigliato come lettura di passaggio da un bel libro ad un altro. Sicuramente chi avrà delle aspettative elevate verrà deluso.

    ha scritto il 

Ordina per